Home » Racconti d'Ambiente »Rubriche » Primo esercizio spirituale in bicicletta: la Corsica:

Primo esercizio spirituale in bicicletta: la Corsica

luglio 28, 2015 Racconti d'Ambiente, Rubriche

Esercizi spirituali in bicicletta“, di Domenico Di Lorenzo, racconta 20 anni di viaggi su due ruote in giro per l’Europa, dettati da un’ irrequietezza costante nel cercare un altrove differente dalla corsia preferenziale della società in cui viviamo. Un invito a guardare il mondo e la vita che ci circonda con occhi “nuovi”, in una serie di percorsi lirici accompagnati da mappe, fotografie e itinerari dettagliati. Una lunga ricerca interiore nel ripercorrere circa 14.000 km di rotte ordinarie e straordinarie. Per la rubrica Racconti d’Ambiente pubblichiamo l’esercizio spirituale n.1: la Corsica. Di cicloturismo parlerà anche, il 16 ottobre prossimo, a Torino, il 5° Workshop Nazionale IMAGE, dedicato al tema “Ecoturismo: natura, sport, enogastronomia” (#workshopimage2015).

1993. Ho vent’anni e una moltitudine consistente di sogni che sfarfallano nella testa, prendendo sembianze a tratti di progetti a tratti di fantasie. Per caso (ma forse nemmeno tanto) la folgorazione che mi coglie dopo aver letto il resoconto di un viaggio in bicicletta in Norvegia, accende la smania di cercare un altrove dai toni mitici: il Nord Europa.

La mia immaginazione si popola all’improvviso di uomini duri e coraggiosi, dei possenti come Odino e Thor, eroi solari e fiere figure femminili. E poi ancora nani, elfi, giganti, fiammiferaie, velieri e paesaggi Sturm und Drang.

Un giorno, mi riprometto, forse tra poco, monterò su una bici che sarà come una nave con le ruote. Capace di stare sull’acqua, capace di correre sulla terra, ma anche di volare nel cielo come gli uccelli. E allora partirò per raggiungere il regno delle fiabe e diventare uno dei suoi personaggi.

Per prepararmi a cotanta impresa comincio subito a muovermi su strade che non fan rumore, cercando di misurarmi con qualcosa di abbordabile seppur affascinante e mi ritrovo in Corsica a pedalare su due ruote che valgono poche migliaia di lire e non sono certo un portento della tecnica! Non importa.

Come diceva Brodskyla felicità è quando incontri degli elementi di cui tu stesso sei fatto e che si trovano allo stato libero“. E qui i colori mozzafiato della macchia mediterranea, le sgambate lanciate nella luce lungo stradine sospese su acque trasparenti come vetri, mi aprono il cuore ammaliando tutti i cinque sensi.

Rido con il cielo e ascolto la voce del vento confondersi con quella dell’anima. Cerco tracce della leggenda della dea Rhéa e di suo figlio Poseidone, signore di tutti i mari e degli oceani. Si narra che, durante una tempesta, emergendo dai flutti il dio del mare si avvicinò all’estremo sud delle Alpi per sgretolare le montagne con il suo potente tridente, riducendole in una miriade di isole, isolotti e scogli. Passata la tempesta, apparve sotto la luce del sole Kallisto, la più bella delle isole, quella che oggi è la Corsica.

Mi piace il carattere turbolento del dio e lo avverto nella sensazione che qui trasmette il mare quando, dopo averti sedotto con l’illusione di poterlo possedere tutto, te ne ritrovi completamente in balia.

Pedalo nell’azzurro tra acqua e cielo e scopro che un solo colore può avere tante sfumature e tonalità da non riuscire a catalogarle tutte. Muovendomi lungo la costa, capisco perché il mare sia così poco celebrato nella cultura dei Corsi, che nei secoli preferirono i monti, trovando rifugio e sicurezza tra i contrafforti di millenari massicci rocciosi, costruendo villaggi a “nido d’aquila” o sui fianchi dei pendii. Pastori e contadini più che marinai e pescatori. Popolo della terra e alla terra strettamente legato.

Sembra davvero che nella leggenda sulla sua origine si celi il segreto di questa “montagna nel mare”, destinata a scontare il capriccio di un dio pagandolo a caro prezzo. E in effetti, nonostante la bellezza conturbante del paesaggio, questa è una terra difficile, o almeno lo è stata in passato, frustrata da potenti tempeste portatrici di naufragi e sconquassata da frequenti invasioni saracene. Oggi il susseguirsi di insenature e calette, a tratti accarezzate dalla risacca, a tratti schiaffeggiate dalla prepotenza del mare, mi incanta offrendomi seducenti teatri per i miei bivacchi notturni.

Quando il cielo si fa di velluto, sincronizzo il mio respiro con quello delle onde e srotolo tutti i pensieri, fino a che non sento il cuore balzar fuori dal petto per andare a tuffarsi in quella striscia di luce liquida che è il riflesso della luna.

E lì mi sciolgo, spendendomi in emozioni, fino al mattino seguente.

Domenico Di Lorenzo*

*Cicloviaggiatore torinese

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

febbraio 14, 2017

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

Il Comitato Ecolabel Ecoaudit e l’ISPRA, in concomitanza con l’assegnazione dell’EMAS Award 2017 indetto dalla Commissione Europea, intendono dare riconoscimento e visibilità alle organizzazioni registrate EMAS premiando quelle che hanno meglio interpretato ed applicato i principi ispiratori dello schema europeo e, soprattutto, raggiunto i migliori risultati nella comunicazione con le parti interessate. Con questo riconoscimento [...]

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

febbraio 14, 2017

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

E’ allarme rosso per la vaquita, la più piccola focena del mondo. L’SOS arriva dal Comitato Internazionale per il Recupero della Vaquita (che fa capo allo IUCN), secondo il quale ne resterebbero appena 30 individui in natura, visto che la già risicatissima popolazione stimata lo scorso anno è ormai dimezzata. Endemica del Nord del Golfo della [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende