Home » Bollettino Europa »Rubriche » Quinto Conto Energia: critiche e “consigli” anche da Bruxelles:

Quinto Conto Energia: critiche e “consigli” anche da Bruxelles

giugno 11, 2012 Bollettino Europa, Rubriche

La stesura della nuova versione del Quinto Conto Energia è prevista per questa settimana, in seguito al compromesso raggiunto tra Stato e Regioni durante la Conferenza Unificata, svoltasi lo scorso  6 giugno, nella quale le Regioni hanno nuovamente espresso le loro perplessità e le loro idee, raccolte anche tra gli esponenti di imprese e associazioni del settore.

Le critiche ai due decreti emanati dal Ministero dello Sviluppo Economico – che definiscono i nuovi incentivi per gli impianti fotovoltaici (Quinto Conto Energia) e per le rinnovabili elettriche diverse dal fotovoltaico – sono arrivate, alla fine, anche da Bruxelles, proprio alla vigilia della Conferenza Unificata. Il direttore generale dei servizi che fanno capo a Gunter Oettinger ha inviato infatti, lo scorso lunedì, una lettera al Capo Dipartimento per l’Energia del Ministero, Leonardo Senni, in cui vengono sollevati quattro punti da migliorare nel decreto, che pur viene “accolto con favore”, con le formule di rito nella corrispondenza fra le istituzioni nazionali e quelle europee.

Non si tratta di un procedimento formale, visto che il Quinto Conto Energia è ancora in itinere e comunque la Commissione Europea non ha competenza diretta sulle modalità di incentivazione, ma di una “segnalazione” critica. Il Commissario UE per l’Energia ha insistito in particolare su un aspetto fondamentale. Quello del meccanismo di iscrizione e validazione dei nuovi registri a graduatoria degli impianti. Registri che rischiano di rendere “molto difficile, se non impossibile, per i produttori indipendenti accedere al finanziamento dei progetti”, sostiene Oettinger nella lettera. Ancora una volta la parola chiave suggerita da Bruxelles è “semplificazione”. Infatti, nella segnalazione viene spiegato che “l’obbligo di registrare i progetti con capacità superiore ai 12 kW per il fotovoltaico e ai 50 kW per altri progetti di tecnologie di produzione di elettricità rinnovabile potrebbe funzionare come un deterrente capace di paralizzare proprio il segmento di mercato di piccola scala che la riforma mira a rendere prioritario”.

Vi sono inoltre altri aspetti da correggere:  la Commissione chiede una differenziazione nella riduzione delle tariffe elettriche a seconda della “maturità” e quindi dell’efficienza complessiva delle diverse tecnologie. In secondo luogo, sollecita “periodi di transizione più lunghi di quelli attualmente previsti per poter accompagnare l’adattamento del mercato ai nuovi sistemi di incentivi e proteggere gli investimenti esistenti”. Bruxelles ricorda che restano ancora da adottare “i sistemi di sostegno per le fonti rinnovabili nel settore del riscaldamento e raffreddamento. La necessità di un’adozione tempestiva” di queste misure deve essere accompagnata anche dalla “chiarezza sulla prosecuzione del sostegno ai progetti di efficienza energetica con la definizione degli obiettivi per il 2020 del sistema di certificati bianchi”. Nella segnalazione si parla anche della necessità di reintrodurre l’incentivo per la bonifica dell’amianto, una misura che ha consentito di bonificare 12 milioni di metri quadrati circa di tetti, che ospitano ora 1.100 megawatt di energia elettrica pulita.

La troppa burocrazia per l’accesso agli incentivi e il “meccanismo dei registri”, che verrebbe applicato anche ai piccoli impianti e che paralizzerebbe il settore, sono dunque, in definitiva, gli elementi che, secondo Bruxelles, andrebbero modificati. E d’altronde corrispondono esattamente alle richieste fatte dalle Regioni che, durante la Conferenza Unificata, hanno lamentato il fatto che finora non sono stati compiuti avanzamenti soddisfacenti sugli emendamenti presentati. I governatori chiedono, appunto, una riduzione degli oneri burocratici e l’aumento del “tetto” massimo, sia per il fotovoltaico che per le altre rinnovabili elettriche.

Al termine della Conferenza, il Ministero dello Sviluppo ha tuttavia assicurato che introdurrà delle modifiche nei testi dei due decreti. La versione finale terrà cioè conto dei pareri della Conferenza Unificata e dell’Autorità dell’Energia, oltre che dei suggerimenti migliorativi della Commissione UE, confermando però l’impianto generale del testo dal punto di vista degli obiettivi in volumi, delle risorse messe a disposizione e degli strumenti di governo.

Oettinger aveva dunque visto bene quando, durante una conferenza stampa sulle energie rinnovabili nel mercato europeo post 2020, lo scorso 6 giugno, rispondendo ai cronisti sulla questione delle lettera inviata all’Italia, aveva dichiarato che “il governo italiano sicuramente non avrà problemi rispetto a ciò che abbiamo proposto come completamento” . Anche se suona un po’ come una profezia che si autoavvera.

Donatella Scatamacchia

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

gennaio 23, 2017

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

Dal lunedì al venerdì (escluso il periodo di Pasqua dal 24 al 29 marzo) tutti coloro che si recheranno a sciare nella stazione piemontese di Bardonecchia, utilizzando i treni in partenza da Torino potranno ritirare l’”ecoskipass” al prezzo speciale di 26€, anziché 36€. Sarà sufficiente presentare il biglietto del treno all’ufficio skipass di Piazza Europa (proprio di fronte [...]

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

gennaio 20, 2017

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

Ieri a Roma, presso la sede di rappresentanza della Regione Puglia, la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni e il Presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, hanno consegnato ufficialmente, al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il testo della petizione lanciata a dicembre da Marevivo e che ha già raccolto, sulla piattaforma Change.org, 45 mila firme nel [...]

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

gennaio 20, 2017

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

La multinazionale Procter & Gamble ha annunciato ieri che Head & Shoulders, il proprio brand n. 1 al mondo per lo shampoo, produrrà il primo flacone riciclabile al mondo, nel settore hair care, realizzato con una percentuale fino al 25& di plastica proveniente dalla raccolta sulle spiagge. In partnership con gli esperti di TerraCycle – [...]

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende