Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Reborn: ingegno e artigianato all’italiana per convertire le auto tradizionali in elettriche:

Reborn: ingegno e artigianato all’italiana per convertire le auto tradizionali in elettriche

luglio 13, 2016 Campioni d'Italia, Rubriche

Aumenta la voglia e soprattutto la domanda di auto elettriche, ma il prezzo non è alla portata di tutti. In attesa che l’”elettro-Fordismo” o qualche sano intervento di fiscalità ecologica rendano questa forma di mobilità più accessibile, ci viene in aiuto l’intramontabile ingegno artigianale italiano con il progetto Reborn. Firmato da un gruppo di artigiani e ingegneri di Vicenza e Treviso, Reborn ha portato a rigenerare una Fiat Panda, che dopo una vita a benzina è risorta elettrica – non un mero esperimento da laboratorio, ma una realtà testata su oltre 10mila chilometri di strada.

“La nostra esperienza parte dalla collaborazione tra un gruppo di autoriparatori soci di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana e una equipe di di ingegneri, tecnici e professionisti della mobilità elettrica. Assieme abbiamo realizzato il progetto per la stesura di una proposta di decreto ministeriale per la semplificazione della normativa sulla riqualificazione/trasformazione elettrica dei veicoli circolanti in Italia“, ci spiega Giancarlo Milanese, coordinatore dell’attività per lo sviluppo della mobilità elettrica dell’associazione, “contemporaneamente, assieme a Confartigianato Vicenza, attraverso il progetto Reborn ci siamo impegnati nello sviluppo del know-how nel campo dei sistemi di riqualificazione elettrica delle auto usate e nella qualificazione di una rete di autofficine specializzate nella trasformazione di auto tradizionali usate in auto elettriche”.

I problemi di omologazione, esistenti fino a pochi mesi fa, sono stati superati, come conferma Milanese: “ora possiamo contare sul Decreto n. 219 (Regolamento recante sistema di riqualificazione elettrica destinato ad equipaggiare autovetture M e N1), la norma che cambia le regole dell’omologazione dei veicoli retrofittati”, ovvero le auto “vecchie” in cui  vengono innestate nuove tecnologie (retrofit). Dall’omologazione, dunque, del singolo mezzo come “esemplare unico” ad una procedura del tutto simile a quella utilizzata per l’installazione degli impianti GPL/metano nelle auto, un’evidente semplificazione che apre la strada alla replicabilità del progetto su scala nazionale.

Il cammino però non è tutto in discesa e l’intensità dello sviluppo del settore ”dipenderà da alcuni fattori. In questo momento non esiste ancora una filiera completa. Con l’entrata in vigore del decreto, le aziende potranno creare dei kit per convertire qualsiasi auto tradizionale (diesel, benzina, metano, gpl) in elettrica. Il successo dipenderà molto anche dal fatto se le batterie verranno acquistate o se verranno prese a noleggio”. Un altro problema è poi la ricarica: “serve lo sviluppo di veri corridoi elettrici, non solo in zone urbane ma anche su lunghe percorrenze“.

Ma passiamo alle informazioni pratiche e di portafoglio: qual è il costo per dare nuova vita alla propria auto? “Per convertire un’automobile con un’autonomia fino ai cento chilometri potrebbero servire circa 6.000 euro”, spiega Milanese. “In questo momento l’auto elettrica, nuova o riconvertita, è una buona scelta soprattutto come seconda macchina. Non bisogna però dimenticare che costa, al chilometro, un quinto di un’auto tradizionale. Il risparmio vero viene dai ridotti costi di gestione e manutenzione rispetto a un motore a combustione”.

Gli artigiani di Vicenza e Treviso hanno fatto la loro ricerca di mercato “le nuove auto elettriche hanno raggiunto notevoli prestazioni tecniche e di autonomia, ma sono ancora troppo costose  se non addirittura impossibili da acquistare. Esistono però  automobilisti disponibili all’acquisto se il costo diventerà accessibile. E’ a questo tipo di potenziali clienti che il gruppo intende rivolgersi, offrendo auto elettriche retrofittate, efficienti, a zero emissioni e a zero consumi”.

Senza dimenticare le opportunità di lavoro per gli artigiani “La trasformazione può avvenire in una normale officina meccanica ed è proprio questo il valore aggiunto del retrofit: nessuna fabbrica, nuova specializzazione delle officine e nuovo impulso economico al mondo dell’auto“, aggiunge con uno slancio di ottimismo Milanese. “Il retrofit rappresenta una valida opportunità per lo sviluppo dell’economia del nostro territorio e per la sua tutela ambientale”. Ci credono tutti gli artigiani del gruppo, che hanno anche organizzato corsi di formazione, per diffondere il know how su “Come trasformare un auto in veicolo elettrico”. Più di sessanta loro colleghi veneti hanno già aderito, confermando un chiaro segno di interesse per questa “svolta green” delle officine.

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

luglio 21, 2017

A Milano partono i lavori per l’asilo pubblico di CityLife

Ieri il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e  l’Assessore Pierfrancesco Maran hanno inaugurato i lavori per la costruzione dell’asilo pubblico nell’area di CityLife, nella neonata via Demetrios Stratos. L’asilo sarà il primo realizzato interamente in legno a Milano, immerso nel nuovo grande parco urbano che, una volta ultimato, sarà di 173.000 mq complessivi e ospiterà oltre [...]

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

luglio 17, 2017

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano hanno presentato i risultati della consult@zione pubblica online del progetto “Cammini e Percorsi”, iniziativa a rete promossa da MiBACT e MIT che, nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022, punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi. Il report esamina i [...]

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

luglio 17, 2017

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

“Lights on sustainability” è il nome dell’evento organizzato venerdì 14 luglio, a Roma, dal gruppo bancario ING Italia per celebrare i suoi dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare uno scenario dei principali trend della green economy e della sostenibilità, a livello globale e con un focus sull’Italia. La divisione wholesale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende