Home » Campioni d'Italia »Rubriche » “Restauro Bici”: Francesco e l’arte di trasformare un telaio arrugginito in bicicletta di design:

“Restauro Bici”: Francesco e l’arte di trasformare un telaio arrugginito in bicicletta di design

febbraio 27, 2019 Campioni d'Italia, Rubriche

La bici nell’epoca della riproducibilità tecnica torna opera d’arte. Con le macchie di ruggine, con il ferro, la gomma, i legacci. Materiali poveri ma densi contenitori di significato ed emozioni. Lavora con le mani, ma all’interno di una “visione filosofica”, Francesco Cozzani, meccanico di biciclette di Mantova, che soffia la vita su vecchi telai polverosi e abbandonati recuperati in garage e cantine.

Francesco trasforma le due ruote in oggetti di design. Le sue ristrutturazioni sono “archeologiche”, ovvero restauro conservativo, ma con un pizzico, fondamentale, di fantasia per rendere il velocipede un pezzo unico.

Tutto è iniziato in piena crisi. Correva l’anno 2009, quando i giganti della finanza si sgretolavano e Francesco chiuse quella porta. Dopo oltre vent’anni di carriera nel mondo della moda: “E’ arrivato un momento dove ho sentito la saturazione. Troppi sconti e saldi, collezioni sempre più veloci e rapide. Si stava perdendo di vista il lavoro sul singolo cliente, la relazione. Un sistema dove si badava solo ai numeri della fatturazione. Ho avuto un momento di crisi e ho cessato tutto quello che stavo facendo”.

E’l'inizio di una nuova vita. “Ero a casa, da qualche tempo. In garage c’era una vecchia bici. E’ nato tutto per caso, da un passatempo. Ho sistemato la bici, un lavoro apprezzato e da lì è stato tutto un passaparola…”. Per Francesco nasce una professione: “Ho innestato la mia esperienza nell’abbigliamento su questo vecchio mestiere. Non c’era, in quel momento, una figura che arricchisse un vecchio telaio arrugginito e lo trasformasse in oggetto interessante”. Francesco trasforma anche l’approccio e lo rende sartoriale. Non vuole certo essere il classico meccanico che quando gli porti la bici ti dice “poggiala lì…”. Lui investe energie nella relazione con il cliente, cura l’ascolto, studia i bisogni e le necessità del committente. Il restauro non è mera pulizia e rimessa a nuovo, è qualcosa di più, per cui serve anima, non solo mani: “Non elimino i graffi mentre per le manopole uso, per esempio, il legaccio del salame”. (Ecco l’anima mantovana, per cui del salame non si butta via nulla!).

La consegna della bici al cliente non è semplicemente l’atto finale di un rapporto di lavoro, spesso si trasforma in un momento di festa, di cui Francesco cura la scenografia: “utilizzo il telo, da scoprire davanti agli amici”. Un rito teatrale, per dare valore a quel “pezzo di ferro” che nasconde spesso grande tecnologia artigianale ed industriale e creare un’esperienza indimenticabile.

La sensibilità verso il vintage rivisitato negli ultimi anni sta aumentando: “All’inizio le bici me le tiravano dietro, volevano solo disfarsene – ci confessa Francesco – ora non te le regala più nessuno, hanno capito che hanno una potenzialità, sono ricercate nei mercatini”. La valorizzazione materiale deve quindi procedere di pari passo con una forte comunicazione, che faccia percepire il valore aggiunto del valore del restauro. Ma Francesco arriva dal mondo della moda e queste capacità certo non gli mancano. “Sono stato il primo in questo ambito a stare sui social, non c’erano persone ad occupare questo campo. Anche il nome restauro bici mi ha fatto arrivare in testa alle ricerche su Google”. Grazie a tutto questo Francesco viene contattato non solo da privati, ma anche da aziende a livello internazionale: “ho fatto bici per Louis Vuitton, per Bugatti a Zurigo, per la Gibson delle chitarre, installazioni a Milano”.

Il legame con il mondo della moda, in fondo, resta, Francesco non ha perso quel filo esistenziale, ma l’ha reinventato. Valorizzare una bici ha un risvolto ecologico, ma anche l’ecologia ha bisogno del culto della bellezza, perché solo la bellezza potrà salvare il mondo…

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

maggio 13, 2019

MIUR: l’Italia avrà la sua nave rompighiaccio per studiare i mari polari

Per la comunità scientifica italiana, in particolare quella che studia i Poli, si tratta di un grande risultato, che aprirà la strada a nuovi studi. L’OGS, Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – grazie ad un finanziamento di 12 milioni di euro ricevuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – ha acquistato dalla norvegese Rieber [...]

Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi

maggio 4, 2019

Clean Cliff Project: il progetto di salvaguardia delle scogliere nato da due tuffatori estremi

Per la prima volta dalla nascita di questa competizione sportiva, uno speciale progetto di salvaguardia ambientale, accompagnerà la Red Bull Cliff Diving World Series, il campionato mondiale di tuffo da scogliere naturali, per lanciare un forte messaggio in difesa degli oceani, grazie alla volontà e tenacia di due giovanissimi campioni: Eleanor Townsend Smart, high diver americana, e Owen Weymouth, [...]

Amianto: sono ancora 125 milioni i lavoratori esposti al “killer silenzioso”

aprile 29, 2019

Amianto: sono ancora 125 milioni i lavoratori esposti al “killer silenzioso”

Domenica 28 aprile si è celebrata la “Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto”, una ricorrenza per ricordare che, ancora oggi, sono circa 125 milioni i lavoratori esposti alla fibra killer, che provoca non meno di 107.000 decessi ogni anno (secondo le stime OMS), di cui circa 6.000 solo in Italia. Una guerra al “killer silenzioso” che non può essere vinta [...]

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

aprile 15, 2019

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

Il neozelandese Mitch Evans, del team Panasonic Jaguar, si è aggiudicato sabato 13 aprile il Gran Premio di Roma, settima tappa del campionato mondiale ABB FIA Formula E, “la formula 1 delle auto elettriche”. Al secondo posto Andrè Lotterer su DS Techeetah e al terzo Stoffel Vandoorne del team HWA Racelab. Secondo le stime degli organizzatori la gara è stata seguita [...]

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

marzo 29, 2019

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

Dall’11 al 13 aprile la città di Catania si prepara a ospitare ECOMED, la prima “green expo” siciliana dedicata ai temi della green economy e dell’economia circolare, riletti in prospettiva mediterranea (e non solo nazionale). Per tre giorni il più grande centro fieristico ai piedi dell’Etna – le suggestive “Ciminiere” – sarà la casa di [...]

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende