Home » Rubriche »Very Important Planet » Rosalba Forciniti, la medaglia di bronzo che vorrebbe respirare aria più pulita:

Rosalba Forciniti, la medaglia di bronzo che vorrebbe respirare aria più pulita

ottobre 5, 2012 Rubriche, Very Important Planet

Alle Olimpiadi di Londra 2012 Rosalba Forciniti ha vinto una bellissima medaglia di bronzo nel judo, categoria 52 chilogrammi. Da allora il suo telefono squilla di continuo fra chi le chiede di partecipare a un progetto per promuovere lo sport, all’inaugurazione di una scuola o qualche stage con giovani allievi di judo.

Lo scorso fine settimana Forciniti era ad Alba per un allenamento agonistico all’interno dell’evento “Aspettando Alba Città Europea dello Sport 2013”. Una breve pausa dalle meritate vacanze che durano dalla fine dei Giochi. Infatti, mentre risponde alle domande di Greenews è già tornata nella sua Calabria, si trova in mezzo al vento, nel Parco Nazionale della Sila. “Qui il panorama è davvero splendido – dice – non c’è modo migliore per sentirsi vicino alla natura”.

D) Rosalba, una sportiva del suo livello non avrà molto tempo per dedicarsi alla cura dell’ambiente o a contemplare paesaggi…

R) Purtroppo no. Quando mi alleno non c’è quasi il tempo per fare altro, e anche adesso che sono in vacanza fra stage, appuntamenti e cerimonie ho davvero poche occasioni per concentrarmi su temi ambientali. Certo, ogni volta che ne ho la possibilità torno a casa, su  montagne come queste, ed è sempre bellissimo.

D) Le Olimpiadi di Londra avevano promesso di essere “green” e sostenibili. Lei che esperienza ne ha avuto?

R) C’era tanto smog… (Ride) A parte gli scherzi, ho visto molto poco, della città e dell’organizzazione. Prima della gara sono stata quasi sempre al Villaggio Olimpico cercando di riposarmi e concentrarmi. I giorni successivi li ho passati al palazzetto, a fare il tifo per i compagni di squadra. In pratica ho visto solo qualche palazzone nei brevi trasferimenti. Voglio tornarci, però, e capire un po’ meglio la città.

D) Più in generale, che ti po di consapevolezza sui temi ambientali pensa ci sia nel mondo dello sport?

R) Non molta. Ho qualche dubbio che ci sia un legame diretto fra sport ed ecologia. Anche se forse sarebbe il caso di rifletterci su. Per esempio: respirare aria pulita quando ci si allena all’aperto dovrebbe essere una delle prime preoccupazioni di un atleta, dovremmo impegnarci perché questo avvenga.

D) Pensa che gli sportivi potrebbero essere importanti per promuovere l’attenzione e la cura per l’ambiente?

R) Certamente sì. Anche se non tutti hanno la visibilità dei calciatori, o il potere d’influenza dei politici, alla fine gli sportivi sono comunque personaggi pubblici: penso che dovremmo essere veri portabandiera di certe istanze.

D) Ad Alba, ad esempio, è andata a incontrare molti giovani. bisogna cominciare da lì?

R) Dobbiamo essere d’esempio. Non solo per i giovani, spesso sono proprio i più grandi ad avere comportamenti sbagliati…

D) Le hanno mai chiesto di fare da testimonial per qualche campagna o promozione?

R) A breve poserò per alcune foto che andranno in un calendario di un’associazione che aiuta i bambini con sindrome di Down. Ma ho anche un progetto mio: ricordate la maglietta che indossavo il giorno della medaglia? Diceva, in inglese: “Le brave ragazze vanno in paradiso, quelle cattive vanno a Londra”. È piaciuta a tante persone così ho deciso di produrne un cero numero, venderle e con il ricavato portare generi alimentari alle popolazioni di Haiti, colpite dal terremoto e dagli uragani.

D)  Un forte interesse per il sociale, dunque…

R) E anche per l’ambiente. Purtroppo come dicevo il tempo è davvero poco, e quello che non passo ad allenarmi lo uso per studiare: sono iscritta a Scienze Politiche. Penso che quando smetterò con il judo avrò molte più occasioni per dedicarmi a questo genere di cose. Ma è ancora presto, diamo tempo al tempo.

Matteo Acmè

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende