Home » Rubriche »Very Important Planet » Rosalba Forciniti, la medaglia di bronzo che vorrebbe respirare aria più pulita:

Rosalba Forciniti, la medaglia di bronzo che vorrebbe respirare aria più pulita

ottobre 5, 2012 Rubriche, Very Important Planet

Alle Olimpiadi di Londra 2012 Rosalba Forciniti ha vinto una bellissima medaglia di bronzo nel judo, categoria 52 chilogrammi. Da allora il suo telefono squilla di continuo fra chi le chiede di partecipare a un progetto per promuovere lo sport, all’inaugurazione di una scuola o qualche stage con giovani allievi di judo.

Lo scorso fine settimana Forciniti era ad Alba per un allenamento agonistico all’interno dell’evento “Aspettando Alba Città Europea dello Sport 2013”. Una breve pausa dalle meritate vacanze che durano dalla fine dei Giochi. Infatti, mentre risponde alle domande di Greenews è già tornata nella sua Calabria, si trova in mezzo al vento, nel Parco Nazionale della Sila. “Qui il panorama è davvero splendido – dice – non c’è modo migliore per sentirsi vicino alla natura”.

D) Rosalba, una sportiva del suo livello non avrà molto tempo per dedicarsi alla cura dell’ambiente o a contemplare paesaggi…

R) Purtroppo no. Quando mi alleno non c’è quasi il tempo per fare altro, e anche adesso che sono in vacanza fra stage, appuntamenti e cerimonie ho davvero poche occasioni per concentrarmi su temi ambientali. Certo, ogni volta che ne ho la possibilità torno a casa, su  montagne come queste, ed è sempre bellissimo.

D) Le Olimpiadi di Londra avevano promesso di essere “green” e sostenibili. Lei che esperienza ne ha avuto?

R) C’era tanto smog… (Ride) A parte gli scherzi, ho visto molto poco, della città e dell’organizzazione. Prima della gara sono stata quasi sempre al Villaggio Olimpico cercando di riposarmi e concentrarmi. I giorni successivi li ho passati al palazzetto, a fare il tifo per i compagni di squadra. In pratica ho visto solo qualche palazzone nei brevi trasferimenti. Voglio tornarci, però, e capire un po’ meglio la città.

D) Più in generale, che ti po di consapevolezza sui temi ambientali pensa ci sia nel mondo dello sport?

R) Non molta. Ho qualche dubbio che ci sia un legame diretto fra sport ed ecologia. Anche se forse sarebbe il caso di rifletterci su. Per esempio: respirare aria pulita quando ci si allena all’aperto dovrebbe essere una delle prime preoccupazioni di un atleta, dovremmo impegnarci perché questo avvenga.

D) Pensa che gli sportivi potrebbero essere importanti per promuovere l’attenzione e la cura per l’ambiente?

R) Certamente sì. Anche se non tutti hanno la visibilità dei calciatori, o il potere d’influenza dei politici, alla fine gli sportivi sono comunque personaggi pubblici: penso che dovremmo essere veri portabandiera di certe istanze.

D) Ad Alba, ad esempio, è andata a incontrare molti giovani. bisogna cominciare da lì?

R) Dobbiamo essere d’esempio. Non solo per i giovani, spesso sono proprio i più grandi ad avere comportamenti sbagliati…

D) Le hanno mai chiesto di fare da testimonial per qualche campagna o promozione?

R) A breve poserò per alcune foto che andranno in un calendario di un’associazione che aiuta i bambini con sindrome di Down. Ma ho anche un progetto mio: ricordate la maglietta che indossavo il giorno della medaglia? Diceva, in inglese: “Le brave ragazze vanno in paradiso, quelle cattive vanno a Londra”. È piaciuta a tante persone così ho deciso di produrne un cero numero, venderle e con il ricavato portare generi alimentari alle popolazioni di Haiti, colpite dal terremoto e dagli uragani.

D)  Un forte interesse per il sociale, dunque…

R) E anche per l’ambiente. Purtroppo come dicevo il tempo è davvero poco, e quello che non passo ad allenarmi lo uso per studiare: sono iscritta a Scienze Politiche. Penso che quando smetterò con il judo avrò molte più occasioni per dedicarmi a questo genere di cose. Ma è ancora presto, diamo tempo al tempo.

Matteo Acmè

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende