Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Sentinella: il risparmio energetico parte dai comportamenti individuali:

Sentinella: il risparmio energetico parte dai comportamenti individuali

febbraio 12, 2014 Campioni d'Italia, Rubriche

In tempi di magra per aziende e pubbliche amministrazioni, bilanciare la scarsità di risorse con la necessità degli investimenti è spesso un rompicapo. Nel campo dell’efficienza energetica, se le tecnologie sono importanti, per ottenere dei risultati significativi con poca spesa si può cominciare dai comportamenti: se non si possono affrontare le spese per sostituire tutte le lampade a incandescenza con quelle a LED, si possono però sensibilizzare le persone sull’importanza di spegnere la luce quando escono da una stanza. Da quest’idea è nato Sentinella, un sistema che associa al monitoraggio dei consumi la formazione degli utenti attraverso un’interfaccia chiara e l’integrazione con i social network, creato da un’azienda di Modena e sbarcato in questi giorni a Barcellona.

L’idea di realizzare questo sistema innovativo, che ha ottenuto una menzione speciale nell’ultimo Premio Innovazione Amica dell’Ambiente di Legambiente, è venuta un anno e mezzo fa al team di Mimesis, una società di ingegneria spin off dell’ateneo modenese impegnata nel settore dell’efficienza energetica. “L’idea ci è venuta osservando la grande mole di dati che utilizziamo per rendere un edificio più efficiente. Se gli utenti potessero conoscerli, ci siamo detti, questo potrebbe aiutarli ad avere abitudini più risparmiose. Prima ancora di fare interventi di efficientamento, infatti, dei grossi risultati si possono ottenere con investimenti minori, puntando sui comportamenti”, racconta Paolo Ferri, responsabile del progetto. Ma per raggiungere lo scopo, era fondamentale che file interminabili di numeri oscuri venissero tradotti in contenuti comprensibili anche per gli studenti e i non addetti ai lavori.

Dopo qualche mese di lavoro, è nato il sistema Sentinella, per adesso applicato al monitoraggio dei consumi elettrici in scuole, aziende e università, ma facilmente utilizzabili anche per controllare altre utenze, come acqua e gas: “Abbiamo progettato e realizzato un sensore fatto di due componenti collegate con un cavo: una, grande come uno smartphone, ha l’antenna per la trasmissione dei dati e si attacca a una presa elettrica, l’altra è montata sopra il contatore e registra ogni volta che si accende la luce, allo scatto cioè di ogni wattora”. I sensori trasmettono i dati attraverso una loro scheda SIM, e li visualizzano direttamente sul web, senza bisogno di installare alcun programma. Ogni edificio monitorato viene ricostruito virtualmente in 3D, diventando così il punto di partenza per progettare attività didattiche o formative che coinvolgono, nel caso delle scuole, professori, studenti, genitori. L’utilizzo di Facebook dà visibilità a tutto il percorso di apprendimento fatto dai ragazzi, e mantiene un contatto costante con professori e studenti sensibilizzati sui temi energetici. La piattaforma social è stata usata per diffondere per esempio i risultati delle misurazioni e possono essere utili anche per innescare una competizione virtuosa con altri istituti.

Il primo prototipo è stato installato dieci mesi fa alla scuola media di Casalgrande, cittadina di 15mila abitanti in provincia di Reggio Emilia, dove sta per concludersi il test annuale. “Dopo aver installato i sensori, abbiamo mostrato ai ragazzi come i consumi cambiavano in base alle ore della giornata o, per esempio, all’accensione delle luci. Con loro, abbiamo scoperto anche alcune abitudini scorrette: i convettori, per esempio, rimanevano attivi anche di notte e i due scaldabagni per la produzione di acqua calda per le pulizie settimanali erano sempre accesi. O, ancora, il distributore automatico di bibite veniva lasciato attaccato anche durante le vacanze estive. Abbiamo assegnato ai ragazzi il compito di ricordare ai bidelli di spegnere le utenze che non servivano». Così, se il Comune finora spendeva quasi 20.000 euro all’anno per la bolletta elettrica della scuola, con la semplice introduzione di qualche sana abitudine e la sensibilizzazione di insegnati e studenti si è arrivati a un risparmio del 10%. Circa 1.700 euro che, grazie a una convenzione siglata tra il preside e il sindaco, rimarranno per metà alla scuola: soldi che in tempi di tagli all’istruzione possono fare la differenza. Vantaggi economici a cui si arriva con investimenti limitati: «Per il servizio di base, si parte da una spesa di 500 euro», spiega Ferri.

Da poco, il monitoraggio è partito anche in altri dieci edifici comunali di Calsalgrande, nelle varie ale di una sede dell’università di Modena e in due tipografie del reggiano che ogni anno spendono quasi 1 milione di euro per l’elettricità. E il servizio sta per sbarcare anche a Barcellona: la Generalitat, ossia il governo regionale della Catalogna, è interessata a introdurre Sentinella in diverse scuole. Intanto, si partirà da un edificio di 700 alunni, con riscaldamento elettrico a pavimento, particolarmente energivoro.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

febbraio 1, 2018

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

Una nuova ricerca resa nota da Schneider Electric, leader mondiale dell’automazione e trasformazione digitale dell’energia, rivela che benché la gran parte delle grandi aziende si sentano pronte per affrontare un futuro decentralizzato, decarbonizzato e digitalizzato, molte, in realtà, non stanno ancora prendendo le necessarie misure per integrare e fare evolvere i loro programmi energetici e [...]

Greenpeace: “è criminale non agire contro lo smog”. Azione dimostrativa a Bruxelles

gennaio 30, 2018

Greenpeace: “è criminale non agire contro lo smog”. Azione dimostrativa a Bruxelles

Attivisti di Greenpeace sono entrati in azione stamattina a Bruxelles, scoprendo il loro petto e mostrando un lavoro di body art che ritrae i loro polmoni, per chiedere aria pulita e provvedimenti contro lo smog ai Paesi convocati d’urgenza oggi dal Commissario europeo per l’ambiente Karmenu Vella. Nel 2017 la Commissione europea aveva già messo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende