Home » Rubriche »Very Important Planet » Settimio Benedusi: “Sono un felice non possessore di auto”:

Settimio Benedusi: “Sono un felice non possessore di auto”

aprile 11, 2014 Rubriche, Very Important Planet

E’ uno dei più noti ed eclettici fotografi italiani. Dopo l’infanzia a Imperia, a 20 anni Settimio Benedusi si è trasferito a Milano per realizzare il suo sogno. Da allora, in trenta anni di carriera, ha collezionato collaborazioni con grandi maison di moda, servizi per importanti testate nazionali e internazionali, ha ritratto personaggi famosi di ogni genere, da Giorgio Armani alla cantante Giorgia, dal velista Giovanni Soldini all’imprenditore Richard Branson. Ma se tutti conoscono i suoi trascorsi artistici, in pochi sanno del suo lato più green. “Sono un felice non possessore di auto. Da tre o quattro anni non ho più la macchina e ci tengo a sottolineare che non è stata affatto una rinuncia, ma una scelta in positivo”, racconta Benedusi, che sabato sarà il testimonial della City Mobility Edition, la maratona fotografica dedicata alla città di Milano e alla nuova mobilità urbana che la stanno animando negli ultimi anni. Il contest, organizzato Starring e ClickUtility On Earth, in collaborazione con Fiat Professional e Canon, è aperto a tutti e prevede due categorie: Selfie new mobility (autoscatto che esprima il proprio modo di vivere i nuovi modelli di mobilità urbana) e Curiosity killed the smart cities (le immagini di tutto ciò che è curioso, differente e ha cambiato il volto della città, rendendola “smart”).

D) Settimio Benedusi, se dovesse partecipare anche lei al concorso, cosa fotograferebbe per raccontare la nuova mobilità smart milanese?

R) Probabilmente andrei a cercare le due condizioni opposte della mobilità. Fotograferei l’orrore del traffico e il piacere di andare in bicicletta nel centro di Milano. Da una parte il casino infernale della tangenziale, dall’altra la bellezza di pedalare per le strade di Brera.

D) Nella vita quotidiana, qual è il suo approccio alla mobilità?

R) Sono un felice non possessore di auto. Da tre o quattro anni non ho più la macchina e ci tengo a sottolineare che non è stata affatto una rinuncia, ma una scelta in positivo. Vivendo a Mialno, posso usufruire delle mille possibilità che la contemporaneità mette a disposizione per sostituire l’auto di proprietà. Uso la bici e il car sharing, prendo il bus, il tram e la metro. Se qualcuno mi offrisse in regalo una Ferrari, sinceramente non la vorrei. Credo che sia giusta la frase “Non lamentarti del traffico, tu sei il traffico”. Se il traffico non ci piace, dobbiamo iniziare noi a fare qualcosa per far cambiare le cose.

D) Nel suo lavoro di fotografo, si trova costantemente a confrontarsi anche con l’ambiente naturale. Che cosa aggiunge un bel paesaggio a fotografie di moda?

R) Adoro andare a fotografare in mezzo alla natura. Mi piace molto fotografare il corpo, non necessariamente nudo, di modelle e modelli. Trovo che che un ambiente naturale valorizzi al massimo il corpo umano.

D) Ci sono dei paesaggi che l’hanno particolarmente colpita nei suoi numerosi viaggi in giro per il mondo?

R) Mi porto dentro centinaia di bei paesaggi. Sono appena tornato da un viaggio in Brasile e Sudafrica, dove ho visto paesaggi stupendi: le spiagge incredibili con dune spettacolari nel nord del Brasile, il capo di Buona Speranza in Sudafrica.

D) Nel suo lavoro si è confrontato spesso con il tema dell’acqua, in molti modi diversi. Ha lavorato molto per la celebre rivista di costumi da bagno Sports Illustrated e nel 2011 ha firmato per il Corriere della Sera un reportage sui vacanzieri metropolitani immortalati all’Idroscalo. Com’è lavorare con un elemento naturale così suggestivo?

R) Io sono nato al mare, e le mie prime foto le ho fatte proprio con il mare davanti. Per me il mare e l’acqua hanno un’importanza grandissima: non è un caso che nel mio lavoro fotografi molto il mare e che abbia viaggiato per immortalare tutti i mari e le spiagge del mondo. Fotografare il mare per me è come tornare a casa, tornare a quando avevo 20 anni e scattavo foto a Imperia. Due anni fa alla mia città ho dedicato anche una mostra con una sola grande foto: avrei potuto selezionare immagini dal mio archivio o scattare tante piccole foto. Invece ho deciso di focalizzare tutto su una fotografia che immortalava in modo nuovo e inconsueto un’onda del mio mare.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende