Home » Rubriche »Very Important Planet » Sole, mare e no al nucleare. La ricetta di Licia Colò:

Sole, mare e no al nucleare. La ricetta di Licia Colò

“Non sono metereopatica, ma il mio buon umore dipende dalla luce. Siamo tutti dipendenti dai raggi del sole, che fanno bene allo stato psicologico del nostro cervello”.

La signora dei ghiacci (chi non ricorda le sue avventure a tu per tu con gli orsi nella pubblicità “ecologista” della Golia Bianca) e dei viaggi, Licia Colò - nipote del campionissimo dello sci Zeno Colò - da anni presta il suo sorriso a una tv intelligente per scoprire i territori e l’ambiente. In diretta tutte le domenica su Rai3 con Alle falde del Kilimangiaro, fa sognare il pubblico italiano con reportage dai luoghi più sperduti e incontaminati del globo. Veri e propri paradisi che ci portano ben lontano dall’Italia e dalle sue città meravigliose, ma “molto spesso sporche e inquinate”. Le abbiamo chiesto un bilancio sullo stato di salute ambientale e sul futuro del nostro Paese e la conduttrice dal sorriso tenero si è rivelata un’ambientalista risoluta ma anticonformista. Sentite…

D) Licia, dopo la tragedia giapponese di Fukushima, il governo ha deciso di sospendere il ritorno al nucleare proponendo una moratoria di un anno. Lei, che di mestiere fa la divulgatrice, crede che gli italiani siano sufficientemente informati sui rischi e sulle opportunità del nucleare?

R) Lo stop del governo è stato un gesto importante, ma spero non sia un altolà di comodo. Oggi si parla molto della catastrofe nucleare giapponese ma, mi chiedo, quando tra qualche mese l’attenzione si sarà abbassata e la gente sarà meno sensibile al caso, non sarà forse il momento per ricominciare tutto come prima e persuadere i cittadini che le centrali nucleari non vanno costruite?

D) Lei voterà dunque sì, nel referendum di giugno, all’abrogazione?

R) Esattamente. Anche se molti altri paesi hanno assunto posizioni significative, che vanno in direzioni contrarie alla nostra. Ma è poi così vero che con le rinnovabili non si riesce a coprire adeguatamente il fabbisogno? Siamo pur sempre un Paese di sole e di mare…e, al posto nostro, la Germania dice che nel 2040 produrrà il 45% del necessario energetico con le rinnovabili. Ci vuole dunque la volontà politica per fare certe scelte di coraggio.

D) Lei non si è mai fatta tentare dalla politica?

R) La ringrazio della domanda, ma no. Non ho mai sopportato che l’ambientalismo avesse un colore politico. L’aria che respiriamo non è né rossa, né nera, né verde. E’ di tutti e per tutti. Che certe campagne di sensibilizzazione siano appannaggio dei partiti lo trovo semplicemente squallido.

D) Ha passato la vita a viaggiare e ha visitato il nord e il sud del mondo, compresi i paradisi terrestri, vive bene in Italia?

R) Mi definisco un uccello migratore. Vivo per scelta fuori Roma, vicino al mare, che è la mia via di fuga. Siamo tutti animali, che hanno bisogno di spazi e di distese di libertà. Purtroppo sulla periferia della Capitale, negli ultimi anni, è calata una coltre di cemento devastante. Hanno edificato palazzoni orribili e tutti attaccati l’uno all’altro, che mi chiedo chi abbia il coraggio di abitare. E soprattutto mi domando se davvero servivano, visto che esistono moltissime case sfitte! Io, sul litorale, ho trovato la mia dimensione, quella adatta alle mie necessità. Non soffoco come in città, non andrei a vivere da nessun altra parte. Beh, a essere sinceri…

D) Ci dica…

R) A volerla dire tutta, d’estate mi trasferirei in Nord Europa. Adoro la loro qualità della vita, e i paesaggi. Ma lavorando, non me lo posso ancora permettere.

D) E’ una sostenitrice della fuga dalle città, in nome di un ritorno bucolico alla vita di campagna?

R) Non necessariamente, ma penso che, contrariamente a quanto si dice, non siamo una popolazione così numerosa, per cui trovo assurdo tutto questo inurbamento di pessimo gusto estetico. Gli antichi romani, più di 2000 anni fa, costruivano edifici splendidi e solidi. Possibile che siamo tornati così indietro?

D) Lei è stata protagonista di molti spot televisivi, dalla Golia alla celebre “barretta Kinder”. Perché non ha mai prestato il volto per una campagna benefica?

R) Sono legata personalmente alla famiglia Ferrero, che stimo oltremodo. E poi, vivo di Nutella da quando sono bambina…

D) Immagino faccia moltissimo sport per smaltirla, a giudicare dalla sua forma fisica ottimale. Non la si direbbe una persona golosa…

R) Veramente non faccio nulla per tenermi in forma. Anzi, dovrei. Ma il benessere è anche una condizione mentale, per cui cerco di vivere in equilibrio e questo è il mio toccasana.

D) Non ha però risposto alla domanda. Torniamo alle campagne benefiche…

R) Sono amica della Lipu, della Lav, di Legambiente e di molti altri. E poi personalmente ho fondato una onlus, Animali & Animali, in cui investo ogni anno soldi miei per salvare gli animali in difficoltà.

D) E’ soddisfatta delle politiche animaliste del Ministro Brambilla, in difesa dei quattro zampe e per la promozione di migliori condizioni di vita, soprattutto nelle località turistiche?

R) Per combattere il fenomeno del randagismo e a tutela degli animali i governi hanno sempre fatto molto poco, soprattutto hanno fatto mancare controlli puntuali. Campagne di attenzione, qualunque esse siano, aiutano comunque a creare una coscienza collettiva. Che è già qualcosa, visto il disinteresse della maggior parte delle persone e delle istituzioni, anche locali, per queste tematiche. Un primo passo da cui partire.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende