Home » Campioni d'Italia »Rubriche » “Teraplando”, la terapia a pedali di Manuela Ansaldo:

“Teraplando”, la terapia a pedali di Manuela Ansaldo

gennaio 10, 2018 Campioni d'Italia, Rubriche

Pedalare fa bene al corpo, allo spirito e alla mente. Una terapia buona non solo, per esempio, per chi soffre di obesità ma pure per chi deve fare i conti con rilevanti problemi psichici, come la depressione o l‘ansia. La dottoressa Manuela Ansaldo, psicoteraputa con PhD  in Neuroscienze è partita da questi assunti scientifici per elaborare una ricetta terapeutica base di attività aerobica.

Non si tratta di una nuova moda new age né di roba da casalinghe ricche e stressate. Teraplando – questo il nome della terapia con i pedali – è una formula consigliata dai medici del DSM Cinecittà di Roma ovvero gli psichiatri, guidati dal capo dipartimento Roberto Parravani, che indirizzano i loro pazienti alle cure di Manuela. Ed è anche un marchio registrato, che protegge appunto la precisa “formula” elaborata, perché non basta semplicemente pedalare per ottenere questo tipo di risultati. “Teraplando è il frutto dei miei studi sugli effetti benefici dell’attività aerobica sui toni dell’umore. Un risultato arrivato grazie anche alle collaborazioni scientifiche e alle relazioni e rapporti con i medici psichiatri del Dipartimento di Salute Mentale”.

Tanto ricerca, dunque, e lavoro sul funzionamento e le reazioni del cervello. Ma come si sviluppa, in concreto, l’attività per i pazienti, avviata nel 2015? “Io opero come personal trainer, da coach, e tratto ogni patologia in modo specifico. In altri termini è ben diversa la problematica di chi soffre di obesità e di chi deve confrontarsi con un disturbo bipolare. Per questo prima di iniziare l’attività vera e propria si parte con un test medico sportivo e mi consulto con il medico curante”. La terapia è anche un modo per attenuare gli effetti secondari provocati dall’assunzione dei farmaci che “portano spesso al sovrappeso”. Inoltre, spiega Manuela, “puntiamo sulle risorse auto-curative che ognuno di noi ha, ma che spesso non sa utilizzare“. Per questo tutti i partecipanti a Teraplando devono seguire delle indicazioni molto precise, in quanto “si tratta di un lavoro cardiaco di una certa intensità”, costantemente monitorato dal coach.

Oltre il dato individuale la psicoterapeuta romana riconosce l’effetto sociale del pedalare: “questa è una spinta per usare la bici anche fuori casa, con la famiglia, con gli amici. Le due ruote sono un grandissimo strumento di socializzazione“. Stare sul sellino, insomma, fa bene alla propria salute fisica e mentale, ma apre pure le porte anche ad un miglioramento dei rapporti e delle relazioni sociali.

Chiariti e comprovati i benefici, ora si dovrebbe trovare il modo di incentivare un metodo come Teraplando: “Per i primi due anni la terapia è stata offerta gratuitamente e vorrei continuare così, ma ora serve un supporto. E finora non ho avuto sostegni di questo tipo“. Eppure Teraplando è un’ottima risposta ad una società dove ci si muove poco e male, il che comporta costi enormi per la sanità pubblica. Perché non prevenire? “Il corpo umano è fatto per il movimento, i nostri geni sono predisposti per questo. La sedentarietà va conto natura, non è un caso che la depressione sia una malattia dei nostri tempi – denuncia la Dott.ssa Ansaldo – Stare ore e ore seduti davanti ad una scrivania con la luce artificiale non ha nessun giovamento per il corpo e la mente”.

Sarebbe utile per tutti ritagliarsi uno spazio in palestra, visto che siamo fatti per il movimento – “siamo dei mammiferi”, ribadisce la dottoressa. E invece la nostra scuola cosa fa? “Negli USA si promuove molto lo sport nei college, ma è orientato ad una dimensione agonistica e competitiva, mentre bisognerebbe sottolineare l’aspetto ludico. C’è da incanalare i ragazzi verso lo sport e verso uno stile di vita sano, sembra invece che il messaggio dominante sia quello legato al fatto che sei bravo se studi seduto su una sedia tutto il giorno. E, al contrario se fai movimento ‘perdi tempo’, quasi un giudizio negativo per chi si muove al di là degli spazi consentiti”.

Il messaggio in realtà è antico: mens sana in corpore sano. Senza per forza dover puntare all’agonismo, come sostiene la Ansaldo stessa, che nella “vita privata” è comunque una sportiva professionista: “sono una ciclista, faccio agonismo e sono seguita da un preparatore atletico”. Ma in Teraplando il traguardo da tagliare non è quello di gara, è quello del proprio benessere psicofisico.

Gian Basilio Nieddu

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende