Home » Campioni d'Italia »Rubriche » “Teraplando”, la terapia a pedali di Manuela Ansaldo:

“Teraplando”, la terapia a pedali di Manuela Ansaldo

gennaio 10, 2018 Campioni d'Italia, Rubriche

Pedalare fa bene al corpo, allo spirito e alla mente. Una terapia buona non solo, per esempio, per chi soffre di obesità ma pure per chi deve fare i conti con rilevanti problemi psichici, come la depressione o l‘ansia. La dottoressa Manuela Ansaldo, psicoteraputa con PhD  in Neuroscienze è partita da questi assunti scientifici per elaborare una ricetta terapeutica base di attività aerobica.

Non si tratta di una nuova moda new age né di roba da casalinghe ricche e stressate. Teraplando – questo il nome della terapia con i pedali – è una formula consigliata dai medici del DSM Cinecittà di Roma ovvero gli psichiatri, guidati dal capo dipartimento Roberto Parravani, che indirizzano i loro pazienti alle cure di Manuela. Ed è anche un marchio registrato, che protegge appunto la precisa “formula” elaborata, perché non basta semplicemente pedalare per ottenere questo tipo di risultati. “Teraplando è il frutto dei miei studi sugli effetti benefici dell’attività aerobica sui toni dell’umore. Un risultato arrivato grazie anche alle collaborazioni scientifiche e alle relazioni e rapporti con i medici psichiatri del Dipartimento di Salute Mentale”.

Tanto ricerca, dunque, e lavoro sul funzionamento e le reazioni del cervello. Ma come si sviluppa, in concreto, l’attività per i pazienti, avviata nel 2015? “Io opero come personal trainer, da coach, e tratto ogni patologia in modo specifico. In altri termini è ben diversa la problematica di chi soffre di obesità e di chi deve confrontarsi con un disturbo bipolare. Per questo prima di iniziare l’attività vera e propria si parte con un test medico sportivo e mi consulto con il medico curante”. La terapia è anche un modo per attenuare gli effetti secondari provocati dall’assunzione dei farmaci che “portano spesso al sovrappeso”. Inoltre, spiega Manuela, “puntiamo sulle risorse auto-curative che ognuno di noi ha, ma che spesso non sa utilizzare“. Per questo tutti i partecipanti a Teraplando devono seguire delle indicazioni molto precise, in quanto “si tratta di un lavoro cardiaco di una certa intensità”, costantemente monitorato dal coach.

Oltre il dato individuale la psicoterapeuta romana riconosce l’effetto sociale del pedalare: “questa è una spinta per usare la bici anche fuori casa, con la famiglia, con gli amici. Le due ruote sono un grandissimo strumento di socializzazione“. Stare sul sellino, insomma, fa bene alla propria salute fisica e mentale, ma apre pure le porte anche ad un miglioramento dei rapporti e delle relazioni sociali.

Chiariti e comprovati i benefici, ora si dovrebbe trovare il modo di incentivare un metodo come Teraplando: “Per i primi due anni la terapia è stata offerta gratuitamente e vorrei continuare così, ma ora serve un supporto. E finora non ho avuto sostegni di questo tipo“. Eppure Teraplando è un’ottima risposta ad una società dove ci si muove poco e male, il che comporta costi enormi per la sanità pubblica. Perché non prevenire? “Il corpo umano è fatto per il movimento, i nostri geni sono predisposti per questo. La sedentarietà va conto natura, non è un caso che la depressione sia una malattia dei nostri tempi – denuncia la Dott.ssa Ansaldo – Stare ore e ore seduti davanti ad una scrivania con la luce artificiale non ha nessun giovamento per il corpo e la mente”.

Sarebbe utile per tutti ritagliarsi uno spazio in palestra, visto che siamo fatti per il movimento – “siamo dei mammiferi”, ribadisce la dottoressa. E invece la nostra scuola cosa fa? “Negli USA si promuove molto lo sport nei college, ma è orientato ad una dimensione agonistica e competitiva, mentre bisognerebbe sottolineare l’aspetto ludico. C’è da incanalare i ragazzi verso lo sport e verso uno stile di vita sano, sembra invece che il messaggio dominante sia quello legato al fatto che sei bravo se studi seduto su una sedia tutto il giorno. E, al contrario se fai movimento ‘perdi tempo’, quasi un giudizio negativo per chi si muove al di là degli spazi consentiti”.

Il messaggio in realtà è antico: mens sana in corpore sano. Senza per forza dover puntare all’agonismo, come sostiene la Ansaldo stessa, che nella “vita privata” è comunque una sportiva professionista: “sono una ciclista, faccio agonismo e sono seguita da un preparatore atletico”. Ma in Teraplando il traguardo da tagliare non è quello di gara, è quello del proprio benessere psicofisico.

Gian Basilio Nieddu

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

aprile 15, 2019

Grande successo della Formula E a Roma. Campionato elettrico in crescita

Il neozelandese Mitch Evans, del team Panasonic Jaguar, si è aggiudicato sabato 13 aprile il Gran Premio di Roma, settima tappa del campionato mondiale ABB FIA Formula E, “la formula 1 delle auto elettriche”. Al secondo posto Andrè Lotterer su DS Techeetah e al terzo Stoffel Vandoorne del team HWA Racelab. Secondo le stime degli organizzatori la gara è stata seguita [...]

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

marzo 29, 2019

ECOMED Green Expo: Catania apre la via della green economy al Mediterraneo

Dall’11 al 13 aprile la città di Catania si prepara a ospitare ECOMED, la prima “green expo” siciliana dedicata ai temi della green economy e dell’economia circolare, riletti in prospettiva mediterranea (e non solo nazionale). Per tre giorni il più grande centro fieristico ai piedi dell’Etna – le suggestive “Ciminiere” – sarà la casa di [...]

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

marzo 8, 2019

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

Dell Technologies, tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche, ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai Governi europei e all’intero settore IT per stimolare un maggiore impegno congiunto verso la sostenibilità, con particolare attenzione all’ambito del public procurement dei servizi IT. Si calcola infatti che, nell’Unione Europea, la spesa pubblica si aggiri intorno a [...]

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

marzo 7, 2019

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

“L’Italia produce ogni anno oltre 4.720 miliardi di bottiglie di acqua minerale in PET e ne rilascia oltre 132.000 tonnellate nelle acque costiere, che in termini di CO2 prodotta corrispondono a 472.000 tonnellate emesse per la loro produzione e 925.000 tonnellate emesse per il loro trasporto, per un totale di 1.397.000 tonnellate di CO2 emesse!”. [...]

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

marzo 1, 2019

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

Da area industriale a enorme quartiere dell’innovazione: NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano nato per ospitare aziende, start up, centri di ricerca e università.  Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana che già nel nome rivela la sua natura inclusiva, destinata a trasformare [...]

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

marzo 1, 2019

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

Il prossimo 12 aprile 2019 a Firenze, il Museo Salvatore Ferragamo inaugura “Sustainable Thinking“, un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito “ecofashion”. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende