Home » Rubriche »Top Contributors » Che aria tira su auto e sostenibilità? Le voci dal congresso di Venezia:

Che aria tira su auto e sostenibilità? Le voci dal congresso di Venezia Top Contributors

dicembre 11, 2014 Rubriche, Top Contributors

Quale futuro per la mobilità, il settore automotive e la sua filiera? Quali le traiettorie tecnologiche più promettenti su cui investire, per raggiungere obiettivi di sostenibilità ambientale e sociale che garantiscano anche risultati economici soddisfacenti all’industria dei car-maker? Come supportare una fruttifera interazione fra gli attori in gioco (consumatori, policy maker, industria) al fine di implementare un sistema di mobilità sostenibile per il futuro? Anche quest’anno cerchiamo di rispondere a queste e altre domande sul tema Automotive & Sustainability facendo riferimento al symposium internazionale dal titolo Sustainability and the New Automotive Value Chain, che si è svolto a ottobre nella suggestiva cornice dell’isola di San Servolo, sede della Venice International University.

L’evento, organizzato da Alcantara e svoltosi con la supervisione scientifica del CAMI (Center for Automotive & Mobility Innovation) dell’Università Cà Foscari di Venezia, è stata un’ottima occasione per far incontrare la comunità accademica (grazie alla partecipazione di scholars internazionali di primo livello) e il mondo dell’automotive industry. Presenti fra gli altri Uwe Koser (Head of Scientific Projects di Audi), David Tulauskas (Director of Sustainability di General Motors) e Cristophe Midler (Research Director presso il Centre de Recherche en Gestion de l’Ecole Polytechnique).

Come ha rimarcato Pietro Lanzini, responsabile comunicazione del CAMI, la soddisfazione è stata quella di non aver organizzato una semplice vetrina per “figure di spicco della filiera automotive”, ma occasione per alimentare un autentico e serrato dibattito su alcune tematiche di grande interesse quali il ruolo e l’efficacia degli indicatori di sostenibilità e del reporting ambientale delle aziende, o le prospettive di sviluppo di specifiche traiettorie tecnologiche, come ad esempio gli Electric Vehicles o, ancora, il ruolo che la domanda deve rivestire nel guidare il cambiamento verso nuovi modelli di sostenibilità.

I due giorni di lavori hanno visto sessioni parallele fra gruppi dedicati a una specifica tematica (una dedicata alle percezioni del consumatore, una agli indicatori di sostenibilità ed una alle nuove tecnologie eco-sostenibili), alternarsi a presentazioni e discussioni aperte a tutti i partecipanti. Su alcuni temi la convergenza di opinioni è stata ampia, come ad esempio sulla necessità di uniformare maggiormente gli indicatori di performance ambientale, per rendere più semplici i paragoni fra soluzioni e attori differenti e per contrastare la confusione che ad oggi attanaglia chi si interfacci con la comunicazione ambientale dei player industriali, minandone di conseguenza l’efficacia.

Su altre questioni sono invece emerse, con forza, divergenze di opinione, come ad esempio sulle prospettive tecnologiche e commerciali dei veicoli elettrici. L’industria automobilistica dimostra diverse sensibilità e visioni sul tema, con alcuni attori pronti a puntare con decisione su un’alternativa ritenuta molto promettente e altri invece molto meno ottimisti, evidenziando le problematiche connesse (infrastrutture di distribuzione, produzione energia elettrica, costi di produzione e conseguenti prezzi di vendita elevati).

Una tematica che ha particolarmente acceso il dibattito è stata poi la prospettiva legata al consumatore, alle sue percezioni del tema sostenibilità e di quale sia il suo ruolo nello sviluppo di nuove traiettorie nel comparto automotive. Secondo il Prof. Zirpoli (CAMI Scientific Director): “È un errore comune considerare dal medesimo punto di vista tutti i mercati indistintamente. Le specificità macro-regionali rivestono un ruolo centrale nel plasmare i rapporti di forza fra industria, consumatori e policy makers”. In tal senso alcuni interventi hanno sottolineato come, ad esempio, in Cina sia lecito attendersi che il motore del rinnovamento sia rappresentato dal Governo e dalle sue emanazioni territoriali (tramite lo sviluppo di Direttive e Standard), così è probabile che in Europa e Nord America il cambiamento possa essere maggiormente demand driven, con il settore pubblico che fissa degli obiettivi di performance, l’industria che sceglie in libertà le alternative tecnologiche che permettono il raggiungimento di tali obiettivi ed il cliente che rappresenta il giudice di ultima istanza, capace di premiare la tipologia di offerta che reputa maggiormente consona alle proprie esigenze.

La volontà dei partecipanti pare quella di trasformare l’incontro veneziano in un appuntamento fisso, una piattaforma dove far incontrare ed interagire le diverse voci del settore automotive, della sua filiera e degli stakeholder rilevanti. E sicuramente spingerà in questa direzione Alcantara, l’azienda ideatrice e organizzatrice del congresso, leader nella produzione di materiali per interni auto, che è diventata una delle prime realtà aziendali carbon neutral in Europa.

Antonio Sileo

@ilFrancotirator

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Restructura 2018: focus su bioedilizia e recupero dei borghi alpini

ottobre 15, 2018

Restructura 2018: focus su bioedilizia e recupero dei borghi alpini

A Torino dal 15 al 18 novembre 2018 il quartiere espositivo del Lingotto Fiere propone la trentunesima edizione di Restructura, il salone nazionale dedicato a riqualificazione, recupero e ristrutturazione in ambito edilizio allestito all’interno dei 20.000 mq del padiglione Oval. Restructura è la manifestazione fieristica B2B e B2C del Nord Ovest che riunisce annualmente i principali interpreti della filiera [...]

“Bologna Award Food Festival”, il cibo come vettore di sostenibilità

ottobre 13, 2018

“Bologna Award Food Festival”, il cibo come vettore di sostenibilità

Dal 14 al 16 ottobre, negli spazi della Fondazione FICO a Bologna,va in scena il festival che racconta il cibo “sostenibile”: Bologna Award Food Festival propone incontri, dialoghi, eventi e un percorso espositivo firmato da Altan. Fra i protagonisti ci saranno il “giardiniere di Versailles”, Giovanni Delù, che ogni giorno accudisce non solo il verde della Reggia del [...]

La “Biennale della Sostenibilità Territoriale” apre al pubblico. Appuntamento all’EnviPark di Torino

ottobre 12, 2018

La “Biennale della Sostenibilità Territoriale” apre al pubblico. Appuntamento all’EnviPark di Torino

Dopo due giornate di lavori al Castello del Valentino, riservate a studenti e ricercatori, la prima edizione della Biennale della Sostenibilità Territoriale di Torino apre al pubblico, con l’appuntamento di oggi alle ore 16,00 all’Environment Park (“Verso il 2020: sostenibilità territoriale tra bilancio e rilancio”). La nuova Biennale ha l’ambizione di diventare un luogo di [...]

Nasce il “Venetian Green Building Cluster”, rete regionale per l’innovazione nell’edilizia sostenibile

ottobre 2, 2018

Nasce il “Venetian Green Building Cluster”, rete regionale per l’innovazione nell’edilizia sostenibile

Imprese, università e associazioni di categoria del Veneto hanno deciso di unire le proprie forze per creare una rete votata all’innovazione nell’ambito dell’edilizia sostenibile. È questa la missione del neonato Venetian Green Building Cluster che riunisce gli operatori veneti della filiera dell’edilizia e delle costruzioni, nell’intento di accelerare la trasformazione “green” dell’intero settore, sostenendo processi di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende