Home » Bollettino Europa »Rubriche » Turismo tra i ghiacci e risorse naturali. Che fare?:

Turismo tra i ghiacci e risorse naturali. Che fare?

settembre 20, 2010 Bollettino Europa, Rubriche

Courtesy of BELGA_Novosti_David SholomovichDal 13 al 15 settembre si è tenuta al Parlamento Europeo la nona conferenza dei parlamentari della regione artica, che ha lanciato l’allarme su una nuova preoccupante tendenza turistica, che potrebbe generare gravi incidenti, definiti ”Titanic Artico“. 

Si tratta di una “moda” nata con l’apertura di nuove vie di navigazione, a seguito dello scioglimento dei ghiacci, che ha visto tour operator sconsiderati affrettarsi a proporre crociere e “safari artici” con imbarcazioni assolutamente inadeguate.

Il presidente del Consiglio nordico Helgi Hjorvar ha lanciato un avvertimento molto duro ai partecipanti alla conferenza: mentre businessmen e politici discutono, nelle loro riunioni, di come sfruttare al meglio le opportunità economiche delle nuove zone accessibili dell’Artide, la mancanza di coordinamento e l’inadeguatezza dei mezzi di trasporti annunciano una catastrofe imminente.

Ma in ballo c’è anche la tutela delle risorse naturali e la gestione delle rotte commerciali. La regione artica, infatti, è ricca di risorse naturali, giacimenti di petrolio e carbone. E lo scioglimento dei ghiacciai apre la possibilità di nuove rotte marittime, creando un collegamento fra l’Europa e l’Asia senza dover circumnavigare le Americhe. Proprio in questi giorni un vascello sta invece attraversando il Mare Artico dalla Norvegia alla Cina evitando il canale di Suez e risparmiando così 10-15 giorni di navigazione. 

Diverse le opinioni dei partecipanti alla conferenza: il Segretario di Stato norvegese per gli Affari Esteri, Erik Lahnstein, ha precisato come l’idea del suo paese non sia “di preservare la regione artica come un museo”, ma piuttosto di “utilizzarla per il bene di tutto il genere umano”, tenendo conto delle immense risorse disponibili. Dal mondo accademico sono al contrario emerse serie preoccupazioni per il rischio di spoliazione selvaggia delle ricchezze naturali. Joshua Simiar, studioso canadese, ha ricordato che la pressione dovuta alla domanda mondiale di risorse naturali mette gli abitanti della regione di fronte a un bivio tra lo sviluppo sostenibile e lo sfruttamento indiscriminato. “Siccome conosciamo bene l’associazione storica fra ricchezza di risorse e conseguenze negative di lungo termine” ha detto Simiar, “non vogliamo che la nostra regione sia sfruttata in modo intensivo”.

E’ da notare inoltre che mentre, fino a oggi,  le questioni (solo apparentemente “di nicchia”)  legate allo sviluppo dell’Artico sono state portate sul tavolo europeo da Danimarca, Svezia e Finlandia, presto potrebbe aggiungersi la voce dell’Islanda, probabile aderente all’Unione Europea.

Il presidente della delegazione per le relazioni con la regione artica, l’irlandese Pat Gallagher, ha dunque colto l’occasione per enfatizzare il ruolo dell’UE – pur con richiami che non sembrano sposarsi particolarmente bene con la green economy europea: “Dovremmo giocare un ruolo più attivo nella politica dell’Artide. L’UE può essere di aiuto alle popolazioni che vivono nella regione, nell’immediato e nel lungo termine. Il riscaldamento globale sta rapidamente trasformando l’Artide. Il risultato dello scioglimento dei ghiacci e della neve, è che si aprono nuove rotte marittime, nuove aree di pesca, e opportunità maggiori per l’esplorazione di giacimenti. Si stima che il 30% delle risorse mondiali non scoperte di petrolio e gas si trovino nella regione artica”.

Redazione Greenews.info

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Boston Consulting: le aziende con approcci sostenibili hanno margini migliori

dicembre 18, 2017

Boston Consulting: le aziende con approcci sostenibili hanno margini migliori

Le aziende che adottano approcci sostenibili hanno margini e valutazioni migliori. Questo è il dato principale emerso dall’analisi di The Boston Consulting Group “Total Societal Impact: A New Lens for Strategy”, condotta su 300 aziende dei settori Consumer Packaged Goods, Biofarmaceutica, Oil & Gas, Retail & Business Banking e Tecnologia. Per Total Societal Impact (TSI) [...]

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

dicembre 11, 2017

DeProducers: un video alle Svalbard per celebrare il “Global Seed Vault”, cassaforte mondiale dei semi

Esiste un avamposto della biodiversità sulla Terra prima della “fine del mondo”: si chiama Global Seed Vault (GSV) e si trova nell’arcipelago delle Isole Svalbard a 1.300 chilometri dal Polo Nord. Pochi ne conoscono l’esistenza, ma si tratta del più grande deposito di semi del mondo e potrebbe essere l’ultima risorsa dell’umanità in caso di [...]

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

dicembre 7, 2017

Da Ecodom e CDCA il primo “Atlante Italiano dell’Economia Circolare”

Cento storie di imprese virtuose rappresentano il nucleo di partenza del primo Atlante Italiano dell’Economia Circolare – presentato nei giorni scorsi a Roma – che raccoglie esperienze basate sul riutilizzo, sulla riduzione degli sprechi, sulla diminuzione dei rifiuti, sulla reimmissione nel ciclo produttivo di materie prime recuperate (seconde). Il progetto è promosso da Ecodom, il [...]

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

dicembre 6, 2017

Antibiotico-resistenza: nel 2050 sarà la prima causa di morte animale

Si è svolta sabato 2 dicembre, a Parma, la “Giornata interdisciplinare di studio sull’antibiotico-resistenza” organizzata dall’Ordine dei Medici Veterinari di Parma con il sostegno di MSD Animal Health. Undici relatori, moderati dal Dr. Alberto Brizzi, organizzatore e presidente dell’Ordine, hanno illustrato, da prospettive diverse, gli impatti attuali e i rischi futuri relativi alla cosiddetta AMR [...]

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

dicembre 5, 2017

ANIE Rinnovabili: nuove installazioni a +20% sul 2016

Secondo i dati diffusi da ANIE Rinnovabili, nei primi dieci mesi del 2017 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico hanno raggiunto complessivamente circa 726 MW (+20% rispetto allo stesso periodo del 2016). Si conferma inoltre il trend mensile del fotovoltaico, che con i 29 MW connessi a ottobre 2017 raggiunge quota 352 MW [...]

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

dicembre 5, 2017

Giornata Mondiale del Suolo: Fondazione Cariplo lancia il nuovo portale dedicato all’ambiente

Il 5 dicembre è la Giornata Mondiale del Suolo. Una celebrazione che in Italia assume un significato particolare, essendo uno dei paesi in Europa con il più alto ritmo di consumo di questa risorsa non rinnovabile. Per questo Fondazione Cariplo ha scelto di lanciare proprio oggi il nuovo portale dedicato all’Ambiente, che avrà il compito di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende