Home » Bollettino Europa »Rubriche » Ue, arrivano i furgoni verdi:

Ue, arrivano i furgoni verdi

febbraio 21, 2011 Bollettino Europa, Rubriche

Courtesy of topspeed.comDa un sondaggio Ipsos del novembre scorso risulta che tre italiani su quattro ritengano lo sviluppo di un’economia verde fondamentale per far crescere il Paese e renderlo più competitivo.

L’Italia impara, piano piano, ad acquisire una mentalità più green, grazie anche all’influenza delle politiche sviluppate dal Parlamento Europeo. Ultimo in ordine di tempo è l’accordo raggiunto, martedì scorso 15 febbraio, suifurgoni verdi”: nuovi limiti di emissioni CO2 per i  veicoli commerciali europei, che partiranno in seguito all’approvazione del piano sottoscritto dagli Stati membri, che prevede anche incentivi per l’industria alla produzione di furgoni con una migliore efficienza energetica e penalità per chi non rispetta le nuove regole.

Dopo l’approvazione della direttiva sulle emissioni delle auto di due anni fa, il Parlamento si esprimerà quindi sui nuovi limiti alle emissioni CO2 per i “veicoli commerciali leggeri“. Lo scopo della normativa è innanzitutto di garantire una migliore qualità dell’aria e rispettare gli obiettivi di riduzione dell’impatto del cambiamento climatico, ma anche di incentivare la produzione di furgoni a basso consumo di carburante per aiutare le numerose piccole imprese che li utilizzano.

Le nuove regole mirano anche a stimolare l’innovazione nel settore e si applicheranno a tutti i veicoli di nuova fabbricazione. Il Parlamento ha raggiunto un accordo con gli Stati membri per un limite di 175g di CO2 per km dal 2014, limite che diminuirà a 147g CO2/km dal 2020.

I limiti esprimono la media di consumo fra tutto il parco auto del produttore. Fabbricare un furgone con un’emissione minore di 50g CO2/km darà al produttore un supercredito, valido per un lasso di tempo limitato, poiché conterà, per il calcolo della media, come più di un veicolo. Tale sistema scomparirà dal 2017. D’altro canto, i veicoli di nuova produzione che consumano più dei limiti imposti saranno soggetti a penalità fino a 95 euro per grammo dal 2019.

Tema attualissimo soprattutto nelle regioni del Nord Italia che ha visto, per esempio, nella città di Milano 35 giorni di allarme Pm10 con picchi ripetuti di 150 microgrammi al metro cubo, tre volte oltre la soglia giornaliera di 50. Così che anche nelle città italiane arrivano le soluzioni per ridurre le emissioni. Da lunedì, infatti nell’area milanese, tangenziali a velocità ridotta con un limite di velocità di 70 chilometri orari. Intanto a livello nazionale l’Anci, l’Associazione dei comuni italiani, lancia un appello al governo perché approvi presto il piano nazionale sulla qualità dell’aria. Punto debolissimo dell’Italia, già sotto attenta osservazione dell’Ue.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

novembre 28, 2018

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

Con la siccità che, ogni anno, coinvolge anche il nostro Paese, a causa dei cambiamenti climatici, il mare potrebbe diventare la principale risorsa idrica disponibile. La dissalazione dell’acqua marina può dunque rappresentare una valida soluzione alla crisi idrica che quasi sicuramente ci troveremo ad affrontare. Serve però una normativa specifica sul funzionamento degli impianti e [...]

Flymove presenta a Milano la “Smart Mobility Platform”e i nuovi modelli elettrici

novembre 22, 2018

Flymove presenta a Milano la “Smart Mobility Platform”e i nuovi modelli elettrici

Il 28 novembre prossimo Flymove Holding organizzerà a Milano, nello Spazio di via Gadames 57, un evento riservato a operatori finanziari, investitori e partners tecnologici, per il lancio mondiale della Flymove Smart Mobility Platform e delle nuove automobili elettriche EV City Car e Sportive Car a brand “Dianchè by Bertone”, che faranno uso di un innovativo sistema di scambio rapido di batteria [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende