Home » Bollettino Europa »Rubriche » UE, prima della pausa estiva: risorse idriche e protezione degli animali:

UE, prima della pausa estiva: risorse idriche e protezione degli animali

luglio 9, 2012 Bollettino Europa, Rubriche

La scorsa settimana si è svolta a Strasburgo l’ultima plenaria del Parlamento Europeo prima della pausa estiva. Una sessione molto densa, in cui gli europarlamentari sono stati impegnati su vari fronti, tra cui l’inizio della presidenza di Cipro per il semestre al Consiglio UE.

Proprio in concomitanza tra la sessione plenaria e la prima riunione informale tra i Ministri dell’Ambiente dei 27 Paesi membri, riuniti a Nicosia, Cipro, si è parlato della gestione dell’acqua in Europa. I ministri, diretti dalla presidenza cipriota, sono convenuti sulla necessità di “una gestione più efficace del settore idrico europeo”, dal momento che un utilizzo più intelligente e razionale dell’acqua potrebbe aumentare la resilienza delle risorse idriche nei confronti del cambiamento climatico, dunque di fenomeni climatici estremi come inondazioni e siccità.

Sempre per quanto concerne la gestione dell’acqua, la commissione ENVI (Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare) del Parlamento Europeo, ha adottato un rapporto d’iniziativa per l’implementazione della legislazione dell’UE relativa all’acqua. Il rapporto riconosce che la Direttiva Quadro sull’Acqua (2000/60/CE) costituisce una base legislativa solida e ambiziosa per una gestione integrata dell’acqua di lungo periodo, ma, allo stesso tempo sottolinea l’attuazione lenta e inadeguata della Direttiva da parte degli Stati membri. Il rapporto mette anche in evidenza le lacune specifiche e anticipa i concetti principali alla base del piano di salvaguardia dell’acqua europeo che, prossimamente, sarà elaborato dalla Commissione, disponendo una serie di raccomandazioni, soprattutto per quel che concerne l’utilizzo razionale delle risorse idriche in campo agricolo ed energetico.

Altro importante tema trattato in plenaria, è stato quello delle regole  sul benessere degli animali. Il Parlamento infatti, lo scorso mercoledì ha approvato una risoluzione non legislativa nella quale si legge che “bisognerebbe mettere insieme le regole esistenti in materia di benessere degli animali per creare una singola legislazione europea, con lo scopo di aumentare la conformità e garantire gli stessi diritti e doveri per tutti gli agricoltori dell’UE. Inoltre, le nuove regole dovrebbero coprire tutti gli animali d’allevamento, comprese le vacche da latte, nonché cani e gatti randagi e altri animali domestici, che attualmente non sono protetti da nessuna legge europea”.

Marit Paulsen (ALDE, SE), che ha redatto la risoluzione in risposta alla strategia per il benessere degli animali 2012-2015, presentata dalla Commissione nel 2012, ha dichiarato che “l’aspetto più importante di questa proposta è caratterizzato dai dettagli della legge quadro su base scientifica, che riflettono il legame tra salute pubblica e animale. Dobbiamo definire insieme, continua la Paulsen, cosa si intende per buone pratiche zootecniche e determinare chiaramente chi è responsabile per gli animali. È una questione di equità, sia per gli animali sia per i produttori in tutta Europa”.

Entrando nello specifico, la risoluzione si occupa della protezione del benessere degli animali, che è strettamente connesso alla protezione della salute umana con la diffusione di malattie legate agli animali e la resistenza antimicrobica. Secondo gli europarlamentari la legislazione europea dovrebbe introdurre nuove regole per l’identificazione e la registrazione degli animali domestici e vietare canili e rifugi senza licenza, nonché  applicare sanzioni severe in qualsiasi Stato membro che non rispetti le regole. Inoltre, poiché permangono carenze in termini di rispetto delle norme in materia di salute animale, i deputati chiedono agli Stati membri di assumere più ispettori, adeguatamente formati, e di stanziare maggiori risorse per l’Ufficio Alimentare e Veterinario dell’UE. Le violazioni dovranno essere sanzionate in modo efficace, accompagnate da informazioni complete da parte delle autorità competenti, nonché da opportune misure correttive.

In definitiva, standard equivalenti per il benessere degli animali dovranno essere applicati per garantire una parità di condizioni a tutti gli agricoltori europei e standard qualitativi comparabili (sul prodotto finale) per i consumatori dell’UE. Per questo, in risposta alle denunce dei cittadini europei e per aiutare i consumatori a compiere scelte più consapevoli, i deputati hanno anche invitato la Commissione a prendere in considerazione la creazione di un’etichetta “macellazione senza stordimento” per la carne.

Donatella Scatamacchia

 

 

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

ottobre 19, 2017

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

Il 27 ottobre a Venezia inaugurerà Climate 04 – Sea Level Rise, progetto d’arte pubblica sulle conseguenze dei cambiamenti climatici e l’innalzamento del livello del mare in Laguna, che trae ispirazione dai recenti studi sull’innalzamento del livello medio del mare, le onde estreme, e il ruolo delle piante costiere e di barena per l’ecosistema lagunare. L’iniziativa prevede [...]

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

ottobre 18, 2017

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

Un incremento dell’immesso al consumo dei prodotti pari a circa 1.330.000 tonnellate (rispetto alle 875.000 tonnellate di AEE – apparecchiature elettriche ed elettroniche – domestiche e professionali immesse nel sistema attuale) oltre a un aumento del numero di produttori coinvolti nel sistema RAEE, tra i 6.000 e i 9.000 in più (rispetto agli attuali 6.000/7.000 mila): sono [...]

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

ottobre 17, 2017

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

Dopo quasi tre anni di lavoro di sensibilizzazione, promozione, cultura e networking, il CNFFP – Coordinamento Nazionale Filiera del Florovivaismo e del Paesaggio annuncia l’approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri, del cosiddetto “Bonus Verde”, ovvero la nuova detrazione fiscale del 36% per la cura del verde privato. Annunciato ieri dal Ministro delle Politiche Agricole, [...]

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

ottobre 16, 2017

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

È Hyundai IONIQ la vincitrice del titolo “Green Gold Award 2018”, assegnato dall’Unione Italiana Giornalisti Automotive (UIGA) martedì scorso a Frascati (Roma). Il premio rappresenta un importante riconoscimento alla triplice tecnologia sviluppata da Hyundai sulla gamma IONIQ, prima auto di serie al mondo disponibile in versione Hybrid, Electric oppure Plug-in Hybrid. IONIQ avvicina così le [...]

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

ottobre 13, 2017

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

Nasce a Milano MiMoto, il primo ed unico servizio di scooter sharing elettrico ed ecosostenibile della città. Un’idea semplice che unisce in sé rispetto per l’ambiente, Made in Italy, sicurezza stradale, condivisione ed efficienza. MiMoto oltre a essere una start up innovativa, è un servizio che ha l’obiettivo primario di offrire ai propri clienti finali [...]

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

ottobre 13, 2017

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

Sbarca in Italia Copernicus, il programma di osservazione della Terra sviluppato dalla Commissione Europea. C3S – Copernicus Climate Change Service è costituito da un insieme complesso di dati provenienti da più fonti (satelliti di osservazione, stazioni di terra, sensori in mare e aerei) che possono fornire informazioni affidabili e aggiornate su ambiente e sicurezza, aiutando a [...]

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

ottobre 12, 2017

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

Il 14 ottobre 2017 si celebrerà la prima Giornata mondiale dell’Educazione Ambientale, a 40 anni dalla Conferenza ONU di Tbilisi (capitale della Georgia), in cui si svolse – il 14 ottobre del 1977 – la Conferenza intergovernativa delle Nazioni Unite sull’educazione ambientale, organizzata da UNESCO e UNEP, che si concluse il 26 ottobre con una Dichiarazione [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende