Home » Bollettino Europa »Rubriche » UE, una risoluzione contro gli “altri gas serra”:

UE, una risoluzione contro gli “altri gas serra”

settembre 26, 2011 Bollettino Europa, Rubriche


Idrofluorocarburi,  ossido di azoto e carbone nero
, ovvero, sostanze nocive per l’ambiente. Molto è già stato fatto dalla comunità internazionale ed europea per limitare le emissioni di biossido di carbonio (CO2), ma ora è la volta della battaglia contro le altre sostanze – come, appunto, quelle presenti nei frigoriferi e in altri apparecchi - che sfortunatamente fanno parte dei gas serra e contribuiscono al riscaldamento climatico. Il NOx, l’ossido di azoto, ad esempio, che agisce indirettamente come un gas serra ed è contenuto nelle bombolette spray. E il soot-fuliggine (carbone nero), che si forma a causa di una combustione incompleta dei combustibili fossili. Entrambe le sostanze, sostengono gli esperti, hanno un ruolo chiave nello scioglimento dei ghiacci artici e dell’Himalaya.

Il Parlamento ha dunque votato mercoledì 14 settembre una risoluzione (approvata con 578 voti a favore, 51 contrari e 22 astensioni) per ridurre le emissioni di questi gas “non-CO2″, un nuovo provvedimento che va nella direzione della lotta contro i cambiamenti climatici. Martedi sera, i due correlatori Richard Seeber (PPE, Austria) e il greco Theodoros Skylakakis (Alde) hanno sollevato la questione con i rappresentanti della Commissione. “La riduzione delle emissioni dei gas non CO2 deve fare parte della politica europea sul cambiamento climatico. Oggi possiamo intervenire in maniera efficace, in tempi ragionevoli e con le risorse già esistenti” sostiene il deputato Richard Seeber. Il suo omologo greco sottolinea anche i vantaggi economici. Un taglio alle emissioni dei gas non CO2 produrrebbe addirittura un risparmio sui costi nella lotta per il cambiamento climatico. Infatti il costo pubblico per la riduzione degli idrofluorocarburi varia dai 5 ai 10 centesimi per tonnellata, al contrario dei 13 euro a tonnellata del carbone.

La risoluzione votata prevede alcune misure: il disincentivo della Commissione alla produzione e al consumo di idrofluorocarburi (HFC), l’interruzione dell’utilizzo di idroclorofluorocarburi (HCFC), il recupero e la distruzione dei gas a effetto serra responsabili del buco nell’ozono; un’azione immediata per la riduzione delle emissioni di particolato carbonioso – la sostanza che si libera durante il processo di combustione; una rigorosa applicazione, a livello mondiale, delle normative sull’inquinamento atmosferico e delle tecnologie disponibili in grado di ridurre le emissioni di monossido di carbonio (CO) e ossidi di azoto (NOx). Introdotte negli anni ’90, per sostituirne altri responsabili del buco dell’ozono, questi gas hanno in realtà mostrato un impatto sul clima altrettanto pericoloso, dal momento che resistono in atmosfera molto a lungo, il che li rende gas serra molto più potenti della famigerata anidride carbonica. Di qui la decisione di metterli progressivamente al bando.

Ma ora l’Europarlamento chiede uno sforzo politico ancora maggiore, che non trova compatti gli Italiani. “Lo abbiamo ribadito più volte – ha dichiarato l’onorevole Oreste Rossi, della Lega Nord – che in un momento in cui la crisi economica sta riducendo gli investimenti delle imprese e i minori costi dei paesi terzi favoriscono la delocalizzazione delle industrie europee non possiamo gravare di ulteriori costi il nostro sistema. L’inquinamento é globale e l’impegno per ridurre le emissioni non può e non deve essere solo europeo, o si raggiunge un accordo mondiale oppure pensare di gravare ulteriormente le imprese europee significa invitarle a trasferirsi fuori dall’ UE”.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

dicembre 8, 2016

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

Banca Etica, la prima e tutt’ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, ha espresso apprezzamento per l’articolo dedicato alla finanza etica all’interno della Legge di Bilancio, appena approvata ​dal Senato in via definitiva​. “È importante che vi sia il riconoscimento legislativo del valore sociale e ambientale, oltre che economico e finanziario, della finanza [...]

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende