Home » Bollettino Europa »Rubriche » Ue, una tabella di marcia per ridurre le emissioni entro il 2050:

Ue, una tabella di marcia per ridurre le emissioni entro il 2050

marzo 14, 2011 Bollettino Europa, Rubriche

Courtesy of European Union 2011 PE-EP Pietro Naj-OleariÈ giunto il momento di passare a un’economia competitiva a basse emissioni di carbonio” ha ammonito la commissaria europea responsabile dell’Azione per il clima, Connie Hedegaard, lo scorso 9 marzo. Non c’è più tempo e per farlo con buoni e veloci risultati la Commissione Ue ha presentato una tabella di marcia. Una tabella che si basa su un modello economico globale che suggerisce i passi da fare per realizzare le riduzioni interne dell’80% entro il 2050.

Innanzi tutto è necessario che le emissioni dei gas a effetto serra siano ridotte del 40% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2030 e del 60% entro il 2040. Tutti i settori economici sono chiamati a contribuire. Le politiche attuali puntano invece a ridurre le emissioni interne del 30% entro il 2030, e del 40% entro il 2050. In primis i risparmi energetici. Per realizzare un’economia a basse emissioni di carbonio, nei prossimi 40 anni l’UE dovrà effettuare investimenti pari all’1,5% del Pil, ovvero 270 miliardi di euro, in aggiunta al 19% del Pil attualmente già investito. Tale aumento basterebbe appena per riportare l’Europa ai livelli di investimento precedenti alla crisi economica. Una buona parte, se non tutta, di tali investimenti sarà compensata da una fattura energetica meno onerosa per gas e petrolio. Si stima infatti che sarà possibile risparmiare tra i 175 e i 320 miliardi di euro l’anno. Gli investimenti oltre a ridurre la dipendenza dell’Europa dalle importazioni energetiche tali investimenti stimoleranno nuove fonti di crescita, salvaguarderanno l’occupazione e creeranno nuovi posti di lavoro. Potremo inoltre ridurre l’inquinamento atmosferico e i costi sanitari ad esso connessi.

Da qui al 2050 i benefici derivanti da una migliore qualità dell’aria potrebbero ammontare complessivamente a 88 miliardi di euro. “Quanto più aspetteremo, tanto più elevato sarà il costo. Con i prezzi del greggio che continuano ad aumentare”, ricorda Connie Hedegaard. Priorità alle misure interne, infatti si raccomanda di perseguire l’obiettivo soprattutto attraverso misure proprie, dal momento che di qui al 2050 diminuirà notevolmente la disponibilità di crediti internazionali per compensare le emissioni. L’analisi rivela inoltre che, affinché l’obiettivo per il 2050 venga raggiunto nel modo economicamente più sostenibile, nel 2020 bisognerebbe ridurre le emissioni del 25%, anziché del 20% come attualmente previsto, e unicamente attraverso interventi a livello Ue. Per raggiungere l’obiettivo del 20% di risparmio energetico potrebbe rendersi necessario accantonare alcune delle quote di emissione della riserva comune di quote che gli Stati membri metteranno all’asta a partire dal 2013 nel quadro del sistema Ue di scambio delle quote di emissione.  Le prossime tappe sono la futura elaborazione delle politiche nazionali ed europee volte a realizzare, entro il 2050, un’economia a basse emissioni di carbonio. Per questo motivo la Commissione punta ad elaborare tabelle di marcia specifiche per ciascun settore.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende