Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Vacanze eco-solidali in fattoria. L’esperienza ventennale di WWOOF Italia:

Vacanze eco-solidali in fattoria. L’esperienza ventennale di WWOOF Italia

settembre 7, 2016 Campioni d'Italia, Rubriche

Far conoscere i ritmi della natura, valorizzare la vita rurale e promuovere il lavoro agricolo con l’ospitalità nelle fattorie, ma pure organizzare campi di lavoro sulla bioedilizia e sostenere filiere ecosolidali. Sono nobili gli obiettivi di WWOOFWorld-Wide Opportunities on Organic Farms, associazione nata nel Regno Unito quasi 50 anni fa (nel 1971 per la precisione) e approdata in Italia ufficialmente nel 2000. Un movimento, quello nazionale, che conta oggi oltre 800 aziende associate e che ha saputo tracciare una originale “via italiana”, ripresa dalle associazioni gemelle di altre nazioni, andando oltre il tradizionale scambio (vitto e alloggio in azienda contro lavoro nei campi). Da noi funziona in modo diverso, come ci spiega Claudio Pozzi, presidente nazionale di WWOOF.

“La missione principale dell’associazione è mettere in contatto le aziende che fanno agricoltura organica con le persone interessate a vivere l’esperienza di vita rurale – sintetizza Pozzi – ma in Italia abbiamo sviluppato una visione olistica con un’ attenzione verso aspetti legati alla qualità della vita quotidiana. Da noi la formula WWOOF non è mai stata vitto e alloggio in cambio di lavoro, un’equazione che riteniamo riduttiva. Il nostro scambio non è riconducibile ad un’attività subordinata, il volontario non paga l’accoglienza con la sua prestazione“.

Se si scorrono le pagine del sito internet dell’associazione si scoprono, infatti, attività diverse e legate a progetti di solidarietà come Made in Italy, Made in World dove i soci WWOOF sostengono – anche con il lavoro organizzativo e di promozione – la coltivazione di cotone bio in Tanzania che viene poi lavorato e confezionato da artigiani e cooperative di Biella. Un circuito solidale rispettoso dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori. “Abbiamo una forte attenzione alla finanza etica, partecipiamo a Banca Etica, Mag6, Caes e sosteniamo, anche economicamente, dei progetti sul campo con i fondi dell’associazione – sostiene il responsabile nazionale – ma non li finanziamo mai al 100%: devono avere un riconoscimento di utilità sociale da parte del territorio dove nascono. Sarebbe assurdo puntare su progetti slegati dai luoghi e dalle comunità di origine”.

Tra le prossime iniziative di WWOOF, ad esempio, ci sono i campi di lavoro in Valledolmo, in provincia di Palermo, dall’ 1 al 25 ottobre, dove si sta costruendo in bioedilizia il Villaggio Garcia con materiali locali (pietra, paglia, terra cruda e canne) come si legge nel programma di lavoro: tetto in canne, intonaco  interno in terra cruda ed esterno in calce,  finestre con le bottiglie. Tutto naturale. “Nei campi si assolve un compito specifico: dall’ intonacatura all’impianto di fitodepurazione”, illustra il presidente, “in questo modo si va a condividere un’ esperienza specifica e non la quotidianità. Sono progetti nuovi, sta crescendo l’interesse verso queste esperienze di autocostruzione dove si consolidano le relazioni tra i soci. Stiamo costruendo una rete, un processo lento ma siamo vicini al traguardo”.

Si raccolgono i frutti di un lavoro iniziato quasi vent’anni fa. “L’associazione ha preso piede in Centro Italia dove si è sviluppato un interessante movimento a favore dell’ agricoltura biologica“, dice Pozzi. “All’inizio le persone interessate erano soprattutto stranieri che volevano vivere un’esperienza rurale in Italia, poi con la riscoperta del mondo agricolo sono aumentati i volontari italiani. E’ cresciuta anche l’accoglienza nelle residenze agricole che non sono necessariamente aziende, ci sono liberi professionisti o insegnanti che vivono e si dedicano all’autoproduzione e offrono ospitalità”. Il lato economico non è rilevante, vince la filosofia della condivisione dei principi della vita rurale.

Più che una agenzia che mette in contatto rurali e neo-rurali, per usare un termine caro ai sociologi, WWOOF Italia è un ‘associazione che promuove la cultura agricola e difende il ruolo e la figura del contadino/agricoltore. “Collaboriamo con la Rete Semi Rurali per la tutela della biodiversità, puntando allo sviluppo di progetti di ricerca per l’innovazione, naturalmente compatibili con l’agricoltura organica”. Si lavora, in sostanza, per un futuro delle campagne denso di esperienze e tecniche recuperata dal passato: va bene il progresso, purché sia tutto al naturale.

Gian Basilio Nieddu

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende