Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Vacanze eco-solidali in fattoria. L’esperienza ventennale di WWOOF Italia:

Vacanze eco-solidali in fattoria. L’esperienza ventennale di WWOOF Italia

settembre 7, 2016 Campioni d'Italia, Rubriche

Far conoscere i ritmi della natura, valorizzare la vita rurale e promuovere il lavoro agricolo con l’ospitalità nelle fattorie, ma pure organizzare campi di lavoro sulla bioedilizia e sostenere filiere ecosolidali. Sono nobili gli obiettivi di WWOOFWorld-Wide Opportunities on Organic Farms, associazione nata nel Regno Unito quasi 50 anni fa (nel 1971 per la precisione) e approdata in Italia ufficialmente nel 2000. Un movimento, quello nazionale, che conta oggi oltre 800 aziende associate e che ha saputo tracciare una originale “via italiana”, ripresa dalle associazioni gemelle di altre nazioni, andando oltre il tradizionale scambio (vitto e alloggio in azienda contro lavoro nei campi). Da noi funziona in modo diverso, come ci spiega Claudio Pozzi, presidente nazionale di WWOOF.

“La missione principale dell’associazione è mettere in contatto le aziende che fanno agricoltura organica con le persone interessate a vivere l’esperienza di vita rurale – sintetizza Pozzi – ma in Italia abbiamo sviluppato una visione olistica con un’ attenzione verso aspetti legati alla qualità della vita quotidiana. Da noi la formula WWOOF non è mai stata vitto e alloggio in cambio di lavoro, un’equazione che riteniamo riduttiva. Il nostro scambio non è riconducibile ad un’attività subordinata, il volontario non paga l’accoglienza con la sua prestazione“.

Se si scorrono le pagine del sito internet dell’associazione si scoprono, infatti, attività diverse e legate a progetti di solidarietà come Made in Italy, Made in World dove i soci WWOOF sostengono – anche con il lavoro organizzativo e di promozione – la coltivazione di cotone bio in Tanzania che viene poi lavorato e confezionato da artigiani e cooperative di Biella. Un circuito solidale rispettoso dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori. “Abbiamo una forte attenzione alla finanza etica, partecipiamo a Banca Etica, Mag6, Caes e sosteniamo, anche economicamente, dei progetti sul campo con i fondi dell’associazione – sostiene il responsabile nazionale – ma non li finanziamo mai al 100%: devono avere un riconoscimento di utilità sociale da parte del territorio dove nascono. Sarebbe assurdo puntare su progetti slegati dai luoghi e dalle comunità di origine”.

Tra le prossime iniziative di WWOOF, ad esempio, ci sono i campi di lavoro in Valledolmo, in provincia di Palermo, dall’ 1 al 25 ottobre, dove si sta costruendo in bioedilizia il Villaggio Garcia con materiali locali (pietra, paglia, terra cruda e canne) come si legge nel programma di lavoro: tetto in canne, intonaco  interno in terra cruda ed esterno in calce,  finestre con le bottiglie. Tutto naturale. “Nei campi si assolve un compito specifico: dall’ intonacatura all’impianto di fitodepurazione”, illustra il presidente, “in questo modo si va a condividere un’ esperienza specifica e non la quotidianità. Sono progetti nuovi, sta crescendo l’interesse verso queste esperienze di autocostruzione dove si consolidano le relazioni tra i soci. Stiamo costruendo una rete, un processo lento ma siamo vicini al traguardo”.

Si raccolgono i frutti di un lavoro iniziato quasi vent’anni fa. “L’associazione ha preso piede in Centro Italia dove si è sviluppato un interessante movimento a favore dell’ agricoltura biologica“, dice Pozzi. “All’inizio le persone interessate erano soprattutto stranieri che volevano vivere un’esperienza rurale in Italia, poi con la riscoperta del mondo agricolo sono aumentati i volontari italiani. E’ cresciuta anche l’accoglienza nelle residenze agricole che non sono necessariamente aziende, ci sono liberi professionisti o insegnanti che vivono e si dedicano all’autoproduzione e offrono ospitalità”. Il lato economico non è rilevante, vince la filosofia della condivisione dei principi della vita rurale.

Più che una agenzia che mette in contatto rurali e neo-rurali, per usare un termine caro ai sociologi, WWOOF Italia è un ‘associazione che promuove la cultura agricola e difende il ruolo e la figura del contadino/agricoltore. “Collaboriamo con la Rete Semi Rurali per la tutela della biodiversità, puntando allo sviluppo di progetti di ricerca per l’innovazione, naturalmente compatibili con l’agricoltura organica”. Si lavora, in sostanza, per un futuro delle campagne denso di esperienze e tecniche recuperata dal passato: va bene il progresso, purché sia tutto al naturale.

Gian Basilio Nieddu

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

settembre 15, 2016

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

L’efficientamento energetico del Policlicnico militare del Celio a Roma, uno dei maggiori ospedali italiani, sarà il primo atto dell’accordo di collaborazione fra ENEA e Ministero della Difesa. Il protocollo d’intesa firmato l’altro ieri a Roma dal Presidente ENEA Federico Testa e dal Sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano prevede la riqualificazione e l’efficientamento energetico di edifici [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende