Home » Racconti d'Ambiente »Rubriche » Val del Moro, le colline piemontesi che sembrano toscana:

Val del Moro, le colline piemontesi che sembrano toscana

novembre 25, 2014 Racconti d'Ambiente, Rubriche

«Qualcosa nella mia vita deve cambiare. E’ l’unica cosa che so» – confessa l’amico. E chi ascolta pensa di essersi detto le stesse cose qualche tempo prima, mentre decideva di partire a piedi verso le coste atlantiche della Galizia, in un viaggio di mille chilometri.
Galleggiamo su tappeti di foglie – Fred ed io – e sembriamo figurine di Giacometti, alto alto l’uno e magro magro l’altro, filiformi sul cuore della terra.

I crinali delle colline sono il quadro autunnale perfetto, con la terra umida rivolta, l’odore del legno, e una striscia di fumo che scappa da qualche rado comignolo. L’aspetto avvicina incredibilmente queste colline a quelle toscane: dolci, sinuose e brune. Ma c’è un inganno. Non siamo lungo le crete senesi o in Val d’Elsa: le colline della Val del Moro si nascondono alle porte del Monferrato, nella zona del chierese tra Arignano e Moriondo (To). In ogni caso, il paesaggio ideale per fare due passi con un amico e il bisogno condiviso di ascoltarsi e raccontarsi.

Ai piedi di Mombello di Torino, paesino arroccato cui si giunge dalla provinciale 119 per Castelnuovo Don Bosco, un sentiero campestre taglia longitudinalmente la Val del Moro attraverso coltivi di meliga, vigne e frutteti. Il segnavia suggerisce la direzione e i passaggi in prossimità delle cascine di Moia, Indiolo e Sant’Anna.

Seguiamo lo stradello che da asfalto si trasforma in manto erboso, con le case di Arignano in lontananza a ovest e l’imponente Castello di Moncucco a est, come una torre di guardia sulle brume. Poi un grande dosso chiude per un attimo la visuale. Un dosso chiamato l’ mond.

Ogni tanto, penso che camminare sia l’azione più concreta e rivelatrice  del proprio posto nel mondo. Che si scopra il mondo camminando è un fatto. Ma mentre scopriamo un mondo nuovo, testiamo noi stessi. Consapevoli o no, mettiamo la nostra vita sul bilancino del passato, del presente e del futuro. E’ come stare su un dondolo.
«Non avevo considerato mai nemmeno l’ipotesi di dondolare. Certe volte la vita ti chiede di essere fermo e inamovibile, per non frantumarti in mille pezzi.»

In cima a l’ mond c’è la sorpresa che ogni cammino riserva, se opportunamente cullato. Sul cucuzzolo del dosso una pieve di mattoni, come una piccola arca nel mare scofinato della meliga. E’ la Cappella di San Lorenzo di Barbaso, il cui abside si annuncia alla vista in nitido stile romanico del XII Secolo. Davanti all’ingresso della cappella stabiliamo il nostro bivacco. Chissà se nel passato le traiettorie dei viandanti e dei pellegrini hanno cercato il rifugio di questa pieve solitaria.
«L’effetto non doveva essere così diverso da oggi. Siamo a un tiro di schioppo da Torino e sembra di stare in un altro mondo, in un’altra era.»

Poi il trauma olfattivo di uno sparaconcime rende l’aria irrespirabile (beata ingenuità la nostra). Dietro al trattore, un ragazzino a bordo della sua bmx.
«Volete vedere dov’è casa mia?»
«Dai, facci vedere».
«E’ laggiù» e indica una bella cascina bianca sopra la collina di fronte.  «Invece qua ci sono i nostri vicini. Ma mi stanno sulle palle e vengo sempre a dare fastidio». Fine dell’idillio campestre.

Dal belvedere mozzafiato del Castello di Moncucco, lasciamo cadere le note e la parole di Lean on me di Bill Whiters, che ci perdonerà dicendo: «amico, appogiati a me». Abbandonati i bastoni da marcia contro il colonnato antistante alla cappella di posta del paese, ripercorriamo i passi verso Mombello, con accenti silenziosi , dopo una giornata piena di parole. Ora è tempo che si depositino. Uno stormo di centinaia di passeri si libra in cielo in una perfetta danza sincronizzata. «Da lassù, siamo veramente un granello di sabbia. Lo sto capendo adesso, mentre cammino.»
Se ogni posto è il cuore della terra, bisognerà riservare al nostro pianeta le stesse cure che dedichiamo a un’amicizia. Potrebbe essere l’equazione per un futuro migliore.

Orlando Manfredi


 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende