Home » Rubriche »Very Important Planet » Valerio Berruti: ritorno ad Alba, tra Terra e Luna:

Valerio Berruti: ritorno ad Alba, tra Terra e Luna

luglio 20, 2018 Rubriche, Very Important Planet

Valerio Berruti è nato ad Alba, in Piemonte, nel 1977. Laureato in critica d’arte al D.A.M.S. di Torino, nel 2005 viene selezionato dall’International Studio and Curatorial Program di New York, nel 2006 realizza l’installazione “Se ci fosse la luna” per Palazzo Bricherasio a Torino, che presenta l’anno successivo sulla facciata di Palazzo Re Enzo a Bologna. Poi mostre alla Keumsan Gallery di Seul e la collettiva “Detour” al Centre Pompidou di Parigi. Nel 2009 è il più giovane artista del Padiglione Italia della 53°Biennale di Venezia con la video-animazione “La figlia di Isacco”, colonna sonora di Paolo Conte. Ancora musica di livello mondiale nel 2011 con la partecipazione di Ryuichi Sakamoto per la personale “Kizuna” al Pola Museum di Tokyo. La sua prossima esposizione sarà un “ritorno alle origini”, in occasione dell’88°Fiera Internazionale del Tartufo di Alba, con tema “Tra terra e luna“…

D) Valerio le tue opere si possono ammirare nei cinque continenti, hai fatto il giro del mondo artistico, ma hai uno stretto legame con Alba, con il tuo territorio, e quest’anno sarai presente con le tue opere alla Fiera del Tartufo…

R) Si, con una mostra che riguarda il backstage di un cartone animato che sto realizzando, ci saranno dei fotogrammi, una giostra per l’animazione e si racconta la storia dell’animazione senza vedere l’animazione. Il tema è intimista e tocca le relazioni tra le persone…

D) Ho visto il video “Dove il cielo s’attacca alla collina“, l’opera d’arte che hai realizzato alla Cantina Ceretto “Bricco Rocche” a Castiglione Falletto. In quel caso hai inserito delle figure che rappresentano un ostacolo alla vista del panorama e costringono il visitatore ad ammirare la natura da un’altra prospettiva.,,

R) Si tratta di un intervento site-specific, che è pensato e si inserisce in quel determinato luogo ed è fatto in modo che lo spettatore possa inquadrare il paesaggio. Si vuole aprire al dialogo con la natura. Uno sguardo mediato per riprendersi la natura e una consapevolezza che a volte perdiamo. Diamo per scontate troppe cose…

D) Quanto il valore ambientale ha influenzato la tua produzione artistica?

R) Posso rispondere che ha avuto una buona influenza. Ho fatto diversi lavori di land art, in Sud Africa per esempio. A 40 chilometri da Johannesburg ho fatto un disegno di pietre – si vede con Google Earth – all’interno di una riserva del WWF. Una fondazione si occupa di coinvolgere artisti internazionali che poi lavorano su spazio, ambiente e natura. Io ci sono stato nel 2015.

D) Nella tua biografia si legge che hai vissuto in una chiesa sconsacrata del XVII secolo a Verduno, è vero?

R) E’ stato il mio studio per anni, ho vissuto in quel luogo per 15 anni.  Si trova al centro del paese…

D) Un rifugio per meditare… A proposito, il Pianeta è in pericolo: quale pensi che sia oggi il problema ambientale più urgente?

R) L’inquinamento è un grande problema e di inquinamenti ce ne sarebbero cosi tanti che se uno ci pensa gli viene la depressione!

D) Purtroppo è vero… Ma al di là della passione per la natura che trapela dalle tue opere, tu cosa fai, concretamente, nella vita quotidiana per ridurre la tua impronta sulla Terra?

R) Quello che fanno tutte le persone “normali”: non scendo in piazza ma nel mio piccolo cerco di fare cose utili, curando al massimo la raccolta differenziata, comprando prodotti con imballaggi semplici. Per quanto riguarda il mio lavoro, non uso colori che abbiano chimica dentro, ma sono fatti con terre, sabbia, materiali che non creano danni nella loro produzione ed uso. La mia impronta poi la lascio perché uso l’aereo, ma sul tema posso incidere ben poco…

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende