Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Valle d’Aosta, la regione a energia elettrica 100% rinnovabile:

Valle d’Aosta, la regione a energia elettrica 100% rinnovabile

maggio 22, 2013 Campioni d'Italia, Rubriche

È la regione più piccola d’Italia, racchiusa dalle montagne e spesso dimenticata, con un ventesimo degli abitanti di Roma. Eppure, la Valle d’Aosta è anche la regione italiana con il minor impatto ambientale per la produzione di energia elettrica. “Secondo le statistiche Terna- GSE, l’energia elettrica sul territorio regionale è generata, al 2011, per circa il 99,2% da impianti idroelettrici e per il restante 0,8% da altri impianti, principalmente fotovoltaici. Circa il 65% dell’energia elettrica annualmente prodotta in Valle d’Aosta può essere considerata ceduta alla rete elettrica nazionale, perché eccede il fabbisogno regionale”, spiega Tamara Cappellari, responsabile Pianificazione ed efficienza energetica della Regione.

Oggi le centrali idroelettriche sono in tutto 87, per una potenza netta di quasi 900 MW: “Le prime risalgono alla fine del 1800-inizio del 1900, mentre la maggior parte sono state costruite durante tutto il corso del 1900 e, in misura minore, negli anni 2000”. Un patrimonio fondamentale per arrivare a coprire la totalità del fabbisogno elettrico con fonti rinnovabili. Un obiettivo raggiunto, continua Cappellari, “grazie all’utilizzo responsabile delle risorse naturali presenti nella regione, nel rispetto delle caratteristiche di un territorio di montagna per il quale l’ambiente costituisce un valore fondamentale per la propria economia e per la qualità della vita. Oggi, l’attività prosegue nel rispetto degli obiettivi nazionali di burden sharing per aumentare la produzione complessiva di energia termica ed elettrica da fonti rinnovabili rispettando la quota stabilita per la regione al 2020”.

Ma se le risorse naturali hanno spianato la strada, un ruolo importante lo hanno giocato in questi anni anche le politiche e la sensibilità delle amministrazioni locali. “A partire dagli anni ’90, la Valle d’Aosta ha attivato una serie di leggi regionali per la promozione delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico. In particolare, con la legge 3/2006, è stato dato un forte impulso allo sviluppo di tali iniziative virtuose nel settore residenziale, tramite l’incentivazione di cappotti, serramenti ad alta efficienza, installazione di fonti rinnovabili e sostituzione di caldaie. Successivamente, la Regione ha istituito un proprio sistema di certificazione energetica, denominato Beauclimat e ha finanziato gli audit energetici sugli edifici degli enti locali grazie ai fondi POR/FESR, al fine di conoscere la qualità energetica del patrimonio edilizio e indirizzare i necessari interventi migliorativi”, continua Tamara Cappellari.

Nel 2012, con la legge 26, la Regione ha anche disposto l’erogazione di incentivi per la promozione delle fonti rinnovabili: è previsto un contributo in conto capitale da un minimo di 500 euro a un massimo di 35.00 euro per l’integrazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile in edifici esistenti o per la costruzione di edifici ad alte prestazioni energetiche e ambientali. Sempre l’anno scorso, la Regione ha dato vita a  un bando per sostenere, attraverso un contributo del 60% in conto capitale, la realizzazione di piccoli impianti fotovoltaici o a biomasse nelle aziende agricole.

Nel 2006 è stato anche istituito una speciale agenzia di supporto alla programmazione enrgetico-ambientale: “Il Centro Osservazione e attività sull’energia nasce con l’obiettivo di assicurare conoscenze ed analisi adeguate ad un’efficace programmazione di settore nel campo energetico”. Il Coa gestisce il sistema di certificazione Beauclimat, assiste gli enti locali nell’attuazione di interventi per il risparmio energetico, monitora l’applicazione del Piano Energetico Ambientale Regionale e l’andamento del sistema energetico regionale. Il Centro si occupa anche dello Sportello Info Energia Chez Nous, nato per offrire un servizio di informazione gratuito rivolto a privati, enti pubblici, imprese, progettisti, installatori, promuovendo “la divulgazione e l’informazione aggiornata e puntuale sui principali argomenti del settore energetico, in particolare sulla normativa, nazionale e regionale,  gli adempimenti amministrativi per la certificazione energetica,  i contributi e le agevolazioni”.

Tra i Comuni più virtuosi della regione c’è Morgex, che insieme a Pollein  figura anche nella lista dei comuni 100% rinnovabili stilata da Legambiente. Nel piccolo paese della Valdigne, l’amministrazione comunale, si legge nel rapporti Comuni rinnovabili 2013, ha da poco realizzato un campo solare termico sul tetto  delle scuole medie, con un investimento di circa 200.000 euro, che permetterà di coprire l’intero fabbisogno di acqua calda sanitaria delle strutture scolastiche e contribuirà ad alimentare la rete di teleriscaldamento. Inoltre, “nell’ambito del progetto“Villages Durables”, nel quadro del Piano Integrato Transfrontaliero Espace Mont­Blanc a valere sul programma europeo ALCOTRA, il Comune di Morgex sta ultimando la creazione del primo catasto solare di un comune montano di piccole dimensioni”. L’obiettivo è rendere disponibili i valori di potenziale energetico delle coperture degli edifici esistenti sul territorio comunale per valutare l’economicità dell’installazione di un impianto fotovolatico o solare termico e invogliare i cittadini a dotarsi di pannelli solari.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende