Home » Rubriche »Very Important Planet » Vasco Brondi: “alla fine la Terra si salverà”:

Vasco Brondi: “alla fine la Terra si salverà”

ottobre 13, 2017 Rubriche, Very Important Planet

Veronese di nascita, ma ferrarese ed emiliano nell’animo, Vasco Brondi è un cantautore insolito. Il suo progetto  Le luci della centrale elettrica non è solo note, ma il contaminarsi di diversi linguaggi artistici: il cinema, il fumetto, il videoclip, l’illustrazione, la pittura, la danza e la scrittura. Mentre Per combattere l’acne”, una delle sue canzoni più popolari, entrò nella colonna sonora del film di Federico RizzoFuga dal call center”, del 2009. Poi le parole, quelle del libro “Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero” per Baldini&Castoldi. E ancora il fumetto: “Come le strisce che lasciano gli aerei” con Andrea Bruno. Vasco è culturalmente onnivoro, difficilmente catalogabile e riesce a entusiasmare anche vecchie volpi della musica italiana come Jovanotti e Francesco De Gregori, con cui  ha condiviso il palco.. La sua ultima creatura musicale è “Terra” del 2017. Tutta da ascoltare.

D) Vasco, che peso hanno le tematiche ambientali nei tuoi testi?

R) Nelle canzoni ci deve essere tutto: amore e guerra, cielo e terra, megalopoli e villaggi in mezzo alla natura. L’ultimo disco si chiama “Terra” e ho pensato a questo titolo quando ero alle Azzorre, in giro per queste isole sperdute e quasi disabitate, tra gli ultimi posti al mondo dove si può bere dai torrenti e con inquinamento intorno allo 0%. L’ultimo posto del Pianeta in cui si sono insediati gli esseri umani – e in effetti sembrava proprio di essere su un altro pianeta…

D) Qual è il problema ambientale che ritieni più urgente?

R) L’emergenza più pericolosa è l’inconsapevolezza umana, che è addirittura oltre l’ignoranza, perché ormai sappiamo tutti com’è la questione: è un’inconsapevolezza che ha qualcosa di autodistruttivo.

D) Pessimismo totale sul genere umano, dunque?

R) Credo che alcuni di noi comincino ad essere consapevoli dei propri gesti, a vedere che quello che facciamo è connesso a tutto il resto, che ha delle conseguenze che possono essere anche molto positive. Con un po’ di attenzione…

D) Sembra che molti però non vogliano cambiare “stile di vita”…

R) Mi colpisce sempre chi dice che sarà difficile per noi “rinunciare a qualcosa del nostro stile di vita” per renderlo più sostenibile…Quando in pochi decenni – proprio a causa del nostro stile di vita - abbiamo già dovuto rinunciare a cose fondamentali come respirare aria che non sia velenosa o poter bere acqua che non sia necessariamente filtrata e depurata! Per non parlare del cibo, trattato in ogni modo e impoverito. Ma credo che una buona parte della popolazione ormai se ne sia resa conto e che senta molto chiaramente la voce del nostro Pianeta (che comunque sa benissimo come difendersi).

D) Intendi dire che comunque si comporti l’uomo alla fine la Terra si salverà?

R) Non esattamente. Qualcuno ha scritto però che la Terra non è in pericolo, nel senso che troverà il modo di rigenerarsi. Sono gli esseri umani che potrebbero avere un bel po’ di difficoltà continuando così!

Gian Basilio Nieddu

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende