Home » Green Economy »Impressioni di viaggio »Rubriche » Verso i “Green Days 2017″: il Trentino Alto Adige ripensa la mobilità per i passi dolomitici:

Verso i “Green Days 2017″: il Trentino Alto Adige ripensa la mobilità per i passi dolomitici

La conferenza stampa di sabato 10 settembre al Passo Sella, in occasione del tour Alperia ECOdolomites 2016, segna un momento storico nella strategia di sviluppo turistico dell’area dolomitica: le Province autonome di Trento e Bolzano e i Comuni di accesso ai principali passi alpini delle Valli Gardena, Fassa e Badia, hanno trovato, con il supporto della Fondazione Dolomiti UNESCO, una formula partecipata e condivisa per sperimentare la mobilità montana del futuro. Tra vent’anni (forse prima) riguardando le immagini d’archivio del traffico automobilistico e motociclistico – che oggi sfregia i paesaggi Patrimonio dell’Umanità con rumore e inquinamento dell’aria – proveremo la stessa impressione di quando rivediamo le vecchie pubblicità delle linee aeree, in cui tutti fumavano a bordo… E la domanda spontanea sarà: “come abbiamo potuto permetterlo?“.

La presa di coscienza definitiva è arrivata con i dati di uno studio sui flussi di traffico commissionato, nel 2014, all’EURAC di Bolzano. Non previsioni e simulazioni, ma rilevazioni sul campo, con telecamere e stazioni di monitoraggio. Il risultato è allarmante: circa 1 milione di mezzi a motore (“metà del traffico del Brennero”, fa notare la direttrice della Fondazione Marcella Morandini) attraversa ogni anno i Passi Sella, Gardena, Pordoi e Campolongo, concentrati, per il 70%, durante il semestre “estivo”. Un’invasione che, come ricorda il sindaco di Canazei, Silvano Parmesani, pone anche seri problemi di sicurezza, oltre che ambientali.

E’dunque necessario ripartire dalle raccomandazioni della IUCN (International Union for Conservation of Nature), che richiede, per i Beni UNESCO, che il turismo venga gestito con “criteri di qualità e sostenibilità“. Per evitare quello che Michil Costa – storico albergatore di Corvara, presente alla conferenza stampa – chiama “il turismo pornoalpino“ (pubblicheremo l’intervista integrale a Costa nella rubrica VIP – Very Important Planet di Greenews.info venerdì 16 settembre).

“Il percorso descritto oggi – dice l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Trento, Mauro Gilmozzi – vuole essere un punto di partenza, un’assunzione di comune responsabilità da parte dei territori rispetto ad un processo di fruizione e salvaguardia di beni ambientali, paesaggistici, storici e culturali  di quest’area dolomitica“. Un coordinamento che ha richiesto la condivisione di un principio di base: meno automobili e più persone, così da poter migliorare anche il giudizio dei turisti provenienti da Germania e Austria (il gruppo più numeroso dopo gli Italiani), che oggi, secondo lo studio, valutano la qualità dell’offerta locale come “mediocre”, proprio a causa dell’eccesso di traffico e dei problemi di parcheggio (punto sottolineato anche dal sindaco di Selva Val Gardena, Roland Demetz). Un boomerang inaccettabile per una regione con le risorse del Trentino Alto Adige.

Per questo parte ora la sfida dei “Green Days 2017″, in cui le amministrazioni e gli enti coinvolti, sono determinati a testare, in giornate ricorrenti del prossimo periodo estivo, forme di mobilità sostenibile che portino a potenziare il trasporto pubblico, regolamentare i flussi e stimolare la mobilità a ridotto impatto acustico e ambientale, da quella pedonale-escursionistica a quella ciclistica, fino a quella elettrica.

Ecco perché i tre giorni del tour ECOdolomites – organizzato dalla Let’s Move di Daniel Campisi - sono stati, sia per i partecipanti che per gli spettatori a bordo strada, un esempio concreto importantissimo di cosa possa significare la transizione alla mobilità elettrica in aree di particolare pregio naturalistico e paesaggistico. Bisogna provare, infatti, per capirlo fino in fondo: vedere (e sentire) una colonna di mezzi che si snoda lungo i tornanti di montagna senza emissioni nocive e in pieno silenzio – se non i campanacci delle mucche al pascolo –  è un’esperienza “liberatrice” che auguro e suggerisco a chiunque!

In questi eventi ti rendi conto, inoltre, che la dimensione “pionieristica” di qualche anno fa sta, progressivamente, lasciando spazio a quella – fondamentale – della quotidianità. Non solo più mezzi avveniristici (a volte un po’strampalati e inaccessibili ai più) per spiriti curiosi e avventurosi, ma auto, moto e cicli che cominciano ad avere le caratteristiche per entrare nella nostra vita – privata e professionale – di ogni giorno. Ci sono le Zero Motorcycles costruite in California da una start up che in 10 anni è passata da negozietto di periferia ad azienda internazionale (con 150 dipendenti e vari concessionari nel mondo), i tricicli della tedesca Twike, le “berline” Nissan Leaf, BMWi3 e Renault Zoe. Anche le novità, come il cingolato Mattro, vengono proposte, durante il tour altoatesino, non come stravaganze per il divertimento di qualche milionario ma, come ci spiega il distributore locale, nella loro applicazione (ben più utile) all’attività agricola e turistica nelle vallate alpine.

I due nei rimangono ancora la diffusione dell’infrastruttura di ricarica e i prezzi. A spingere la prima sta contribuendo, tra gli altri, la milanese evway di Franco Barbieri (ex manager Fiat folgorato dalla visione di una mobilità elettrica europea interconnessa e accessibile a tutti), partner di ECOdolomites. Al problema dei prezzi dovranno invece pensare non solo i costruttori, ma soprattutto i politici nazionali e gli amministratori locali, con forme di incentivazione necessarie in questa fase iniziale. Deve essere infatti chiaro che non si tratta di favorire una lobby piuttosto che un’altra, ma di orientare i consumi verso quei prodotti e servizi che, oggettivamente, generano meno “esternalità” e portano, al contrario, benefici alla collettività facendo risparmiare lo Stato e gli enti locali sulle spese sanitarie, le bonifiche e molte altre voci di costo che potrebbero essere dirottate verso investimenti più lungimiranti.

Andrea Gandiglio

Visita la galleria fotografica di Alperia ECOdolomites 2016 sulla pagina Facebook di Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende