Home » Very Important Planet » In difesa del territorio. Intervista a Iaia Forte:

In difesa del territorio. Intervista a Iaia Forte

giugno 25, 2010 Very Important Planet

Iaia Forte, Courtesy of screenweek.itDa piccola voleva fare l’archeologa, invece, superati i quarant’anni, Iaia Forte è diventata una delle più importanti attrici italiane: «Credo che il teatro possa contribuire molto per far crescere l’attenzione sulle questioni ambientali, nelle persone e nelle società. Il teatro è un luogo di scambio umano e civile, è uno spazio di profonda sensibilità e di difesa delle dignità della cultura e del territorio: lavorando in questa dimensione aiuta a capire l’importanza dell’equilibrio tra modernità e tradizione, sviluppo e sostenibilità».

D) Che rapporto ha lei con l’ambiente?

R) Pur abitando in città, ho un grande rispetto per la natura. Il mio legame forte, avendo vissuto per vent’anni a Napoli, è quello con il mare: soffro fisicamente quando vedo le spiagge invase dall’immondizia o i sacchetti e le plastiche che galleggiano nell’acqua.

D) Compie quotidianamente dei gesti di attenzione verso l’ambiente?

R) Sì, faccio abitualmente la raccolta differenziata, anche se in città come Roma o Napoli le strutture non funzionano granché bene: ogni tanto capita di dover fare parecchia strada prima di trovare il cassonetto della carta o la campana del vetro. Sarebbe importante rendere il servizio più efficiente, in particolare a Napoli, dove in questi anni abbiamo visto quanti sono stati i problemi dovuti all’immondizia.

D) Utilizza l’auto o la bicicletta nei suoi spostamenti?

R) In genere il motorino: a Roma ho una casa in cima a una salita, la bici è troppo scomoda, lo ammetto. Però, appena saranno commercializzate, vorrei comprarmi un’auto elettrica.

D) La sua è una casa a basso impatto ambientale?

R) Diciamo che faccio attenzione ad alcuni aspetti che riguardano l’eco-sostenibilità domestica. In particolare, ho comprato solo mobili usati nei mercatini: trovo che, a differenza di quelli nuovi tipo Ikea, abbiano un’anima e inoltre così si alimenta un’idea di riuso, riciclo e riutilizzo che combatte la produzione di rifiuti.

D) Nel mondo del teatro c’è sensibilità rispetto ai temi ambientali?

R) Non sempre. Però mi è capitato di lavorare con registi e scenografi che per gli allestimenti non utilizzano oggetti creati ad hoc ma, anche in questo caso, materiali di recupero.

D) In generale, pensa che l’Italia sia un paese dove è presente una forte coscienza ecologica?

R) Non dappertutto. In particolare, da quanto ho visto – e mi dispiace dirlo - c’è una maggiore sensibilità nelle regioni del nord, come il Trentino. In Campania, Sicilia o Calabria, che pure sono ricche di luoghi stupendi, manca l’attitudine a farsi carico e a sentirsi responsabili del proprio territorio.

D) Quale è secondo lei il più grave problema ambientale?

R) Sicuramente l’inquinamento, dell’aria, dell’acqua, ma anche quello acustico. Trovo anche molto grave la devastazione del territorio attraverso l’edilizia: in Italia l‘abusivismo ha danneggiato paesaggi stupendi. Da piccola sognavo di diventare archeologa e grazie a questa passione ho scoperto quanto gli edifici antichi fossero costruiti seguendo un equilibrio tra natura e architettura. Oggi, purtroppo, tutto questo si è perso.

D) Quale progetto vorrebbe vedere realizzato nella sua città?

R) Mi piacerebbe che il centro storico di Roma, così come avviene in tutte le grandi capitali europee, fosse chiuso al traffico. Trovo delirante che i Fori Imperiali, il Palatino, il Colosseo, il Teatro Marcello siano assediati dalle macchine: la nuova giunta comunale ha addirittura proposto di trasformare il Circo Massimo in campetti da beach volley!

Marco Bobbio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Verso il Testo Unico sull’Agricoltura Biologica. La soddisfazione di Federbio

marzo 20, 2017

Verso il Testo Unico sull’Agricoltura Biologica. La soddisfazione di Federbio

La Commissione Agricoltura della Camera ha approvato, il 16 marzo, il testo unico sull’agricoltura biologica, da anni atteso dall’intero comparto. Il testo, che sarà trasmesso alle commissioni competenti in sede consultiva per l’espressione del parere di competenza, ha l’obiettivo di mettere ordine e dare valore a un settore in costante crescita e sempre più in [...]

Salva la Goccia! L’iniziativa di Green Cross per la Giornata Mondiale dell’Acqua

marzo 20, 2017

Salva la Goccia! L’iniziativa di Green Cross per la Giornata Mondiale dell’Acqua

“Salva la goccia” 2017 inaugura un nuovo sport: le Olimpiadi della Sostenibilità. Per la Giornata Mondiale dell’Acqua, che si celebra il 22 marzo, la quinta edizione della campagna per il risparmio idrico realizzata da Green Cross Italia chiede a bambini e studenti, insegnanti e cittadini di aderire alla gara anti-spreco. Obiettivo: ridurre i litri che [...]

Remedia chiude la raccolta 2016 di rifiuti elettronici a +68%

marzo 17, 2017

Remedia chiude la raccolta 2016 di rifiuti elettronici a +68%

Remedia, il principale sistema collettivo italiano per la gestione ecosostenibile di tutte le tipologie di RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), pile e accumulatori e impianti fotovoltaici, ha comunicato di aver chiuso i dati 2016 con un grande risultato: una raccolta di oltre 67.000 tonnellate di rifiuti elettronici, con un incremento di più del [...]

Torino firma la “Dichiarazione di Siviglia” sull’economia circolare

marzo 17, 2017

Torino firma la “Dichiarazione di Siviglia” sull’economia circolare

Oltre sessanta amministrazioni locali europee hanno aderito alla Dichiarazione di Siviglia, il documento, presentato mercoledì 15 marzo nella città spagnola, che ha l’obiettivo di promuovere politiche di economia circolare all’interno delle città. La firma è stata apposta durante la conferenza “Jornada de Economía Circular. El compromiso de las ciudades”, promossa dalla Federazione dei Comuni e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende