Home » Campioni d'Italia »Rubriche » We Wood: è giunta l’ora di rivoluzionare la moda:

We Wood: è giunta l’ora di rivoluzionare la moda

gennaio 14, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche

Essere ecofashion addicted oggi significa sfilare per la principale via del centro con le scarpe in ecopelle, il borsello realizzato con i copertoni dei camion e la cintura con quelli delle bici. E al polso? Un orologio completamente in legno: oggi si può. L’idea è di WeWood, nata nel verde della Toscana dalla mente dell’imprenditore Alessandro Rosano, classe 1968 .

“I nostri orologi in legno vogliono coniugare design e gusto Italiano con l’impegno concreto nella salvaguardia del Pianeta” – spiega Roberto Nanni, responsabile marketing per il marchio WeWood – cercando di eliminare o ridurre drasticamente eventuali danni ambientali e recuperando le risorse utilizzate per creare ogni orologio”. Quindi anche il lusso può essere amico dell’ambiente. “Per creare i nostri orologi – continua Nanni – vengono utilizzati solo materiali sostenibili e riciclati”, sono realizzati in 100% legno naturale, senza materiali tossici, con la parte metallica della chiusura Nickel free, “e sono pensati con grande responsabilità e rispetto verso l’ambiente, senza però rinunciare all’eleganza, al prestigio delle linee e alla qualità del prodotto”.

Totalmente biodegradabili e ipoallergenici, gli orologi vengono proposti in modelli diversi e la loro colorazione è conferita dalla tipologia di legno utilizzato (sono sette i legni di pregio utilizzati, “prevalentemente di recupero, provenienti da altre attività di lavorazione del legname”), un materiale che rende l’accessorio estremamente leggero (50 grammi circa) oltre che stiloso e particolare nella sua semplicità. Eccetto la parte metallica e la batteria al litio, l’unica altra sostanza non lignea è una cera commestibile utilizzata in Giappone per proteggere le bacchette che si usano per mangiare, che qui viene applicata sui cinturini.

Inutile dire che non si tratta di sola estetica: “WeWood, oltre a curare il design nel minimo dettaglio, è particolarmente attento alla qualità. La progettazione è tutta italiana; il movimento degli orologi è fornito dalla giapponese Miyota che garantisce prestigio e affidabilità; e tutta la fase di assemblaggio viene svolta da personale specializzato. Ogni singolo pezzo è testato in fase di controllo prima di essere messo sul mercato. Nel 2014 abbiamo adottato le migliori procedure disponibili per offrire prodotti che rispondono ai più alti standard qualitativi nel settore degli orologi di legno”.

Ma questo progetto non si ferma qui e va ancora oltre. Già, perché oltre a scegliere e utilizzare materiali sostenibili ed ecologici, WeWood vuole anche ripristinare parte della materia prima che consuma. “Una delle principali caratteristiche dei nostri orologi – continua Nanni – è quella di aiutare concretamente l’ambiente grazie alla campagna “Pianta un albero”, un’iniziativa che prevede che venga piantato un albero per ogni orologio venduto. Il nostro obiettivo: rigenerare madre natura, un orologio alla volta”. L’American Forests (fondata nel 1875, è la più antica organizzazione nazionale di conservazione forestale senza fini di lucro degli USA) e Trees for the Future (dal 1989 assiste comunità, scuole e gruppi di volontari nella realizzazione di progetti ecosostenibili) sono le due associazioni internazionali con cui WeWood collabora per la realizzazione del progetto e grazie alle quali dal 2010 a oggi sono stati piantati oltre 300.000 alberi in tutto il mondo: “vogliamo arrivare ad 1 milione di alberi piantati entro il 2020” rilanciano dall’azienda.

Un buon motivo per accettare l’unico difetto: l’orologio non è impermeabile e non ha vita eterna: ma quando si deteriora, ad un prezzo assolutamente accessibile (da 89 a 139 euro), si può rinnovare il proprio stile e regalare un nuovo albero al Pianeta.

Alfonsa Sabatino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

dicembre 8, 2016

Nella nuova “Legge di Bilancio” il riconoscimento del valore della finanza etica

Banca Etica, la prima e tutt’ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, ha espresso apprezzamento per l’articolo dedicato alla finanza etica all’interno della Legge di Bilancio, appena approvata ​dal Senato in via definitiva​. “È importante che vi sia il riconoscimento legislativo del valore sociale e ambientale, oltre che economico e finanziario, della finanza [...]

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende