Home » Campioni d'Italia »Rubriche » WooDone: dall’Alto Adige gli occhiali in legno FSC a “Km. 0″:

WooDone: dall’Alto Adige gli occhiali in legno FSC a “Km. 0″

marzo 5, 2014 Campioni d'Italia, Rubriche

Green economy significa spesso imprenditori coraggiosi e forse un po’ pazzi, decisi a puntare tutto su un’idea che molti scarterebbero sul nascere. A volte effettivamente l’idea è sbagliata, ma in molti casi il successo arriva, perché si intercettano segmenti di consumatori inascoltati, si riempiono nicchie di mercato, si offrono prodotti innovativi. Chi mai penserebbe di costruire oggi occhiali in legno, per di più a chilometro zero e certificato? Due imprenditori altoatesini ci hanno provato, e il tempo ha dato loro ragione.

Fino al 2009, Thomas Oberegger e Klaus Tavella lavoravano nel settore delle costruzioni e dell’immobiliare. “Con la crisi, anche in Alto Adige le cose non andavano più molto bene, e così abbiamo cercato altre strade. Volevamo fare qualcosa insieme utilizzando un materiale del nostro territorio”, racconta il secondo. Così, dopo aver valutato le diverse possibilità, si accende una lampadina: costruire occhiali in legno, utilizzando una risorsa abbondante  in Sudtirolo. Ad un’idea già sperimentata molti anni prima – “negli anni Quaranta erano stati lanciati degli occhiali in legno, ma dopo qualche tempo erano scomparsi dal mercato” – i due giovani imprenditori hanno però aggiunto un alto livello di innovazione e una buone dose di sostenibilità.  Hanno impiegato due anni a fare la spola tra diversi prototipi e tentativi, fiduciosi che il risultato sarebbe arrivato. “In ricerca e sviluppo abbiamo investito 1 milione di euro”, continua Tavella.

WooDone nasce nel 2011 e all’inizio del 2012 l’azienda presenta a Opti Monaco il primo modello di occhiali prodotti interamente con legno altoatesino certificato FSC. Il lancio ha successo. Da allora i due imprenditori continuano a lavorare per perfezionare le montature e nell’agosto dello stesso anno mettono a punto il campione definitivo. Un mese dopo, in occasione del salone mondiale dell’ottica Silmo, a Parigi, l’azienda altoatesina debutta con una collezione completa di otto modelli in tre diverse tipologie di legno: ciliegio, acacia, noce. L’interesse del mercato è grande: in dodici mesi gli occhiali del Sudtirolo arrivano in 1.000 negozi in tutto il mondo, e la produzione raggiunge i 10.000 pezzi all’anno. A dicembre 2012 viene inaugurata a Varna, vicino a Bressanone, la nuova sede dell’azienda, con gli uffici e lo showroom.

Ma come si ottiene una montatura in legno che sia leggera e al tempo stesso facile da gestire e indossare? Per gli occhiali WooDone, si segue una particolare lavorazione messa a punto in mesi di test e sperimentazioni. Ogni esemplare è ricavato da un pezzo di legno, composto da otto strati di truciolato ottenuto da materiale di recupero di alberi di acacia, ciliegio e noce. Strati incollati l’uno sull’altro che formano una lastra su cui vengono incisi il frontale e le aste con una tecnologia appositamente sviluppata per non interrompere la venatura naturale del legno lungo tutta la montatura. Alla fine il prodotto viene laccato con una vernice trasparente atossica certificata CE. La montatura che si ottiene è leggera (13 grammi) e di facile manutenzione, e può supportare lenti  correttive o solari.

In tutto il processo di lavorazione conta una sessantina di fasi, in gran parte eseguite a mano dagli artigiani della zona. “La produzione avviene in parte nel nostro stabilimento e in parte in laboratori con cui collaboriamo. Oggi lavorano per noi circa 80 persone”, continua Tavella. Dopo l’esordio in Germania, i risultati non si sono fatti attendere: l’azienda ha raggiunto nel 2013 un fatturato di 3 milioni di euro e ampliato la rete di vendita. “Gli occhiali Woodone oggi sono venduti in 32 Paesi del mondo, sia in Europa – Italia, Germania, Austria, Svizzera, Svezia, Olanda – sia in altri continenti: Cina, Canada, Corea, Paesi Arabi”.

L’anno scorso a Parigi Oberegger e Tavella hanno presentato sei nuovi modelli e una nuova versione di montatura, Bling: uno speciale rivestimento esterno in Galenit, una polvere minerale che conferisce la spettacolare lucentezza del quarzo e che, alla luce del sole, si illumina di mille riflessi. E si lavora già in vista di Silmo 2014: “Porteremo nuovi modelli e una montatura ottenuta con una diversa lavorazione”. Quando si dice vedere le opportunità nella crisi…

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende