Home » Campioni d'Italia »Green Economy »Rubriche » Zehus: la bici ibrida che si ricarica pedalando:

Zehus: la bici ibrida che si ricarica pedalando

Ci sono la bici muscolare e quella elettrica. Lo spazio in mezzo a questi due opposti era rimasto vuoto fino a pochi anni fa, quando Giovanni Alli, 30 anni, ingegnere, durante il suo dottorato al Politecnico di Milano si è messo in testa di provare a dar vita a una bici ibrida. Zehus, il sistema che permette di ottenere una bici elettrica che si ricarica pedalando, in grado di far risparmiare il 40% della fatica senza bisogno di essere collegata alla rete elettrica per fare il pieno di energia, sta infatti cambiando il futuro della due ruote.

Flessibile e Made in Italy, è il frutto di un lungo lavoro – e numerosi brevetti – intorno ad alcune innovazioni chiave: “In primo luogo la bici con sistema Zehus è capace di essere un mezzo ibrido, risparmiando energia, senza bisogno di ricarica. Il sistema è inoltre all in one: motore, portabatteria e interfaccia con l’utente sono integrati in un solo componente, collocato nella ruota posteriore, con un peso di soli 3 chili. Inoltre, per integragire con la bici si usa lo smartphone, attraverso il quale si possono anche attivare servizi aggiuntivi come il blocco della ruota o la diagnosi di eventuali guasti in tempo reale”, spiega Giovanni Alli, che nel 2013 ha fondato la società spin off del Politecnico milanese Zehus, dove oggi lavorano 15 persone. “L’idea è nata facendo un parallelismo con quello che era già accaduto nel campo delle auto, dove si erano affermato ibride come la Toyota Prius, in cui il motore a combustione supporta quello elettrico, e ibride seriali, in cui il motore a combustione ricarica solo le batterie. Il motore a combustione interna è simile al motore-uomo: entrambi hanno differenze di resa durante un percorso, ed entrambi possono affiancarsi a un motore elettrico”.

Ma come funziona di preciso Zehus? “Così come depositiamo i nostri risparmi sul conto in banca, l’energia viene immagazzinata nella batteria. Quando il sistema capisce che il ciclista ha una buona efficienza, ricarica la batteria. Quando invece l’utente pedala con una bassa efficienza, il sistema lo aiuta e spinge. In sostanza, in pianura una piccola parte dello sforzo del ciclista viene destinata alla ricarica della batteria, mentre in salita è la batteria a fornire al ciclista una spinta in più”, continua Alli. Oltre al sistema all-in-one collocato nella ruota di dietro, anche il software ha un ruolo molto importante: “Deve tenere conto sia dell’efficienza, sia del feeling: abbiamo messo a punto un sistema che permette di stimare diversi parametri, tra cui la pendenza e lo sforzo che si sta facendo. Altre caratteristiche le stiamo ancora sviluppando, ma il software sarà sempre aggiornabile”.

Innovazioni coperte da diverse brevetti e premiate con importanti riconoscimenti, come il primo premio della fiera China Cycle di Shangai, dove Zehus è stato nominato prodotto più innovativo del salone. “Nel 2011 abbiamo depositato il primo brevetto, riguardante l’integrazione di sistema, gli algoritmi e l’ottimizzazione energetica”. Zehus è tutto prodotto in Italia: “Abbiamo creato una filiera di aziende tra Brescia, Varese, Genova, Vicenza e Torino. Per noi il controllo della qualità e l’affidabilità sono molto importanti: per questo anche in futuro puntiamo a mantenere la produzione nel nostro Paese”.

Per il lancio sul mercato, il team di Zehus ha deciso di rivolgersi direttamente alle aziende: “Vendiamo il nostro sistema all-in-one ai produttori di bici, che lo montano sui loro modelli. Offriamo a tutti una prova, che di solito va a buon fine e porta alle prime forniture. Al momento lavoriamo con piccoli e medi clienti, ma alcuni grandi gruppi sono interessati a noi e questo ci apre buone prospettive di crescita per il futuro”. A dicembre 2014, a sei mesi dal lancio, la società aveva già venduto mille pezzi. “Nel 2015 contiamo di arrivare a 5.000 pezzi. Oggi contiamo 56 clienti in tutto il mondo: oltre all’Italia, in Germania, Svizzera, Belgio, Olanda, Spagna, Francia, Australia, Stati Uniti, Hong Kong, Singapore, Giappone”.

E insieme al sistema all in one, il team di Zehus ne sta studiando altri: “Stiamo realizzando altri brevetti sull’integrazione uomo-macchina nei mezzi a moto impulsivo, come il monopattino e la sedia a rotelle. Inoltre, stiamo anche lavorando per ottenere una bici ibrida seriale, in cui la persona genera energia pedalando e il motore elettrico la spinge. In questa modalità, si scollegano i pedali dalla ruota dietro, non c’è più catena perché non serve un sistema di trasmissione. Si perde un po’ la resa, ma si aumenta di molto la flessibilità. Un altro sistema che stiamo realizzando permetterà di simulare le grandi salite, anche se ci si trova al parco: molti hanno già provato a farlo scontrandosi con la mancanza di hardware. Noi lo stiamo disegnando”.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Botanica: musica e scienza per raccontare la vita delle piante

febbraio 27, 2017

Botanica: musica e scienza per raccontare la vita delle piante

Aboca, Stefano Mancuso e i DeProducers tornano insieme con lo spettacolo Botanica per continuare ad unire musica e scienza e raccontare le meraviglie del mondo vegetale. Un progetto innovativo e coinvolgente che vede la consulenza scientifica di uno dei più importanti ricercatori botanici internazionali, il Prof. Mancuso, tra le massime autorità mondiali nel campo della neurobiologia [...]

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

febbraio 27, 2017

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

EVE – Electric Vehicle Energy è un progetto che nasce dalla collaborazione tra tre grandi realtà toscane, come Enegan, trader di luce e gas che opera a livello nazionale, il Polo Tecnologico di Navacchio (Pisa) – realtà composta da 60 imprese hi-tech – e Dielectrik, che lavora alla progettazione e alla produzione di prototipi di generi [...]

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

febbraio 24, 2017

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

In Italia oltre la metà del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, circa 500.000 alloggi, è classificato ad elevato consumo energetico (classi E, F e G): per questo motivo le famiglie che vi abitano spendono oltre il 10% del loro reddito per elettricità e gas, a causa della bassa efficienza e di uno dei costi energetici [...]

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

febbraio 23, 2017

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

Just eat, azienda leader nel mercato dei servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio, ha dato il via ieri, nella sede istituzionale di Palazzo Marino a Milano, alla prima consegna di Ristorante Solidale, il progetto di food delivery solidale patrocinato dal Comune di Milano e sviluppato in collaborazione con Caritas Ambrosiana, l’organismo pastorale della Diocesi di [...]

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

febbraio 23, 2017

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

Tecnologie e progetti innovativi a forte impatto sociale o ambientale. Queste le soluzioni social venture per un’economia sostenibile, presentate in occasione della nona edizione italiana della Global Social Venture Competition (GSVC), premio internazionale ideato dall’Università di Berkeley (Usa) per favorire e sviluppare le idee imprenditoriali destinate a questo settore. L’evento, ospitato presso il Centro Convegni [...]

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

febbraio 23, 2017

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

Bicincittà, il più esteso network di bike sharing italiano (con oltre 110 comuni serviti) aderisce anche quest’anno alla campagna M’Illumino di Meno di Caterpillar-RAI Radio 2, in programma per venerdì 24 febbraio. BicinCittà, per questa edizione, ha  pensato  ad  un’originale  iniziativa  collaterale per sostenere in maniera più efficace la campagna: l’abbonamento sospeso. Così come a Napoli è [...]

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende