Home » bioeconomia » Ultimi articoli:

BeNordic: a Milano le buone pratiche di bioeconomia dal Nord Europa

maggio 25, 2015 Eventi, Idee, Internazionali, Politiche
Nutrire il Pianeta in modo "sostenibile" è la sfida lanciata dal tema Expo 2015 a cui i paesi nordici hanno cercato di rispondere in una conferenza (fuori dall'Expo) sulla bioeconomia, durante  BeNordic, una manifestazione che promuove il "Nordic lifestyle" e che prevede 4 giorni di eventi ed incontri al Bou-Tek di via Gonzaga 7 a Milano. Il mondo si strapopola e nel 2050 si conteranno oltre 9 miliardi di Homo Sapiens Sapiens sparsi per tutto il pianeta, con una prevista diminuzione di terra coltivabile pro capite del 25%. Un utilizzo più efficace delle risorse naturali è la grande sfida che il ventunesimo secolo si trova dunque ad affrontare. Per ...

Bioeconomia: risorse rinnovabili e legami con il territorio per l’industria del futuro

aprile 2, 2015 Idee, Recensioni
“O l’economia diventa una bioeconomia o non avrà alcun futuro”. Così scrive Gunter Pauli, economista e presidente di Novamont, nella prefazione di "Bioeconomia" (Edizioni Ambiente, pp. 176, 18 euro), un saggio scritto a sei mani da Beppe Croce, Stefano Ciafani e Luca Lazzeri. L’attuale sistema di produzione e consumo è dipendente in modo eccessivo da materie prime di origine fossile e dalle loro trasformazioni chimiche. Tuttavia, negli ultimi anni, stiamo assistendo ad un progressivo, rivoluzionario, passaggio dalla petrolchimica a processi che utilizzano come materie prime prodotti di origine vegetale. Il termine “bioeconomia”, coniato da Nicholas Georgescu-Roegen, indica proprio questa via alternativa tra distruzione irreversibile delle risorse e concetto di decrescita: una ...

Frumat: carta e similpelle dallo scarto delle mele

aprile 1, 2015 Campioni d'Italia, Rubriche
Mele, mele e ancora mele. Con 18.000 ettari di frutteti, l’Alto Adige è la più vasta area chiusa europea destinata a questa coltivazione, con esportazioni che arrivano fino in Egitto, Svezia e Arabia Saudita. Una buona parte finisce sulle tavole di mezzo mondo, un’altra viene usata per la produzione di succhi in loco, con scarti alimentari che fino ad oggi erano spesso inviati agli impianti a biogas. È proprio in questo spazio della filiera che sette anni fa a Bolzano è nata Frumat, con l’idea di cambiare la destinazione di bucce e torsoli risultanti dalla spremitura del frutto, facendoli diventare la materia prima per carta e pelli vegetali. ...

Sikalindi: dal fico d’India fibre legnose per l’arredamento

gennaio 29, 2014 Campioni d'Italia, Rubriche
Nella migliore versione della bioeconomia, tutti i materiali naturali rinnovabili, e in particolare quelli in eccesso, dovrebbero diventare il punto di partenza dei cicli di produzione. In Puglia, Sikalindi ci è riuscita con il fico d’India: da un mobilificio a conduzione familiare in provincia di Lecce è infatti nata un’azienda che realizza arredi utilizzando le fibre legnose di questi vegetali, molto diffusi nel Sud Italia. Trasformando così un problema – si tratta di piante infestanti che richiedono opere di sfoltimento – in una soluzione: tavoli, librerie, comodini, cornici, complementi d’arredo. “La materia prima è praticamente gratis: abbiamo accordi di potatura con chi ce l’ha nei terreni”, ...

Partirà a marzo l’Osservatorio per l’economia post-petrolifera dell’UE

febbraio 25, 2013 Bollettino Europa, Rubriche
C’è la bioeconomia nel futuro delle politiche dell’Unione Europea. Si tratta di un’economia che si fonda su risorse provenienti della terra e dal mare, nonché dai rifiuti, che fungono da risorsa energetica per la produzione industriale. La bioeconomia comprende anche l’uso di processi di produzione fondati su bioprodotti. I rifiuti organici, ad esempio, rappresentano un potenziale notevole in alternativa ai concimi chimici o per la conversione in bio-energia. A questo proposito, la Commissione Europea ha istituito un Osservatorio per l'economia post-petrolifera, per monitorare i progressi e valutare l'impatto dello sviluppo della bioeconomia dell'UE. La piattaforma fa parte della strategia per indirizzare ...

Bioeconomia: una risposta da 45 miliardi di euro alla crisi europea

febbraio 28, 2012 Internazionali, Politiche
Le previsioni non lasciano spazio a dubbi: di qui al 2050, la popolazione mondiale sfiorerà i 9 miliardi di abitanti, con ripercussioni pesanti sulle risorse naturali, l’ambiente e i cambiamenti climatici. E se questo aumento vertiginoso non riguarderà direttamente i paesi dell’Ue, le conseguenze, complice la globalizzazione, ci toccheranno da vicino. Per questo, l’Europa non potendo stare a guardare, ha deciso di rafforzare la scelta della sostenibilità come strada obbligata e fruttuosa. Quella che fino ad oggi era apparsa spesso come "un'opzione" di sviluppo, oggi risulta infatti una componente irrinunciabile per una crescita a misura d'uomo e di pianeta. Partendo da queste considerazioni, la Commissione Europea ha presentato, ieri ...

UE: è tempo di bioeconomia, 2 mila miliardi di fatturato

Una bio-economia basata su sapere e conoscenza. E' questo l'auspicio della Commissione Europea, trasmesso nel corso della cofnerenza internazionale Knowledge Based Bio-Economy Towards 2020, tenutasi martedì scorso a Bruxelles.  Il modello di crescita che l'UE propone si focalizza dunque sempre più sulla gestione, la produzione e l'uso sostenibile delle risorse biologiche rinnovabili, attraverso l'aiuto delle scienze, la biotecnologia e l' integrazione con altre tecnologie.  La conferenza è servita ad avviare un confronto e una verifica dell'efficacia della strategia avviata nel 2005, con l'intento di formulare un piano d'azione aggiornato verso il 2020. La cosiddetta bio-economia è oggi un comparto in forte ascesa, con un "fatturato" complessivo ...

La strada verso la bioeconomia

aprile 21, 2010 Eventi, Rassegna Stampa
Secondo il rapporto 'The Bioeconomy to 2030: designing a policy agenda', presentato dall’ Ocse (l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico), sarà la bioeconomia a condurci verso una nuova "rivoluzione industriale" che, partendo dalla ricerca nel campo delle materie prime rinnovabili, permetterà di innovare settori maturi come quelli delle materie prime, della produzione di energia e di intermedi garantendo una sostenibilità ambientale, economica e sociale, nel lungo termine, del sistema economico mondiale. La previsione dei ricercatori è che nel 2030 si arriverà a usare biotecnologie per il 35% nelle produzioni chimiche, per l’80%  nel settore farmaceutico e per il 50% nell'agricoltura. ...
Pagina 1 di 11




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende