Home » Idee »Rubriche »Very Important Planet » Acqua del rubinetto e raccolta differenziata. La ricetta di Valeria Solarino:

Acqua del rubinetto e raccolta differenziata. La ricetta di Valeria Solarino

La Signorina Effe, Viola di Mare, La Febbre, Che ne sarà di noi, Manuale d’amore, sono solo alcuni dei titoli che hanno reso celebre Valeria Solarino, giovane attrice torinese (ora romana d’adozione) dalla carriera folgorante, iniziata sul palco della Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Torino. Anche lei ha accettatto di mettere a nudo la sua sensibilità ambientale per la nostra rubrica V.I.P.

Courtesy of Valeria SolarinoD) Valeria e l’ambiente: quali sono i tuoi gesti quotidiani per contribuire a rendere “ecologicamente” migliore il mondo in cui vivi?

R) Innanzitutto, faccio la raccolta differenziata: plastica,vetro,carta. Ho scoperto che un negozio di prodotti ecologici vende detersivi sfusi: porti il tuo fustino e loro te lo riempiono, evitando ogni volta sprechi di contenitori di plastica. Infine controllo sempre la provenienza dei prodotti che acquisto e cerco di preferire quelli il più vicino possibile alla mia città per evitare sprechi di trasporto. Dimenticavo di dire, che io e il mio compagno (il regista Giovanni Veronesi, N.d.R.) abbiamo appena acquistato una casa e nella ristrutturazione vogliamo seguire tutti gli accorgimenti possibili per il risparmio di energia, compreso un sistema di riscaldamento e di produzione di energia elettrica eco-compatibile.

D) Da Torino, città natale, ti sei trasferita a Roma da alcuni anni. Sei informata e conosci le iniziative ecologiche della tua nuova città?

R) Roma sponsorizza da sempre l’acqua del rubinetto, notoriamente molto buona. Bevendo questa si risparmia e si evitano sprechi di vetro o plastica per le bottiglie, ma credo che occorrerebbe una maggiore sensibilizzazione, le persone non sono ancora pienamente convinte di questa buona pratica….

D) Nella tua realtà lavorativa (set cinematografici) ritieni che vi siano sprechi e poca attenzione all’ambiente? Se si, cosa si potrebbe fare per migliorare e rendere più green il cinema?

R) No, non vedo molti sprechi, ma devo dire che molto dipende dalle singole persone che fanno parte del set. Per illuminare un set, però, soprattutto in ambienti chiusi o di notte occorrono molte luci e molto potenti, a volte mi chiedo se non si potrebbero inventare macchine da presa o forse pellicole, più sensibili alla luce, per limitare il consumo eccessivo di elettricità.

D) Qual è secondo te l’azione più semplice e immediata che tutti potrebbero compiere e che porterebbe immediatamente effetti benefici per la salute del nostro pianeta?

R) Pensare che tutti noi con le nostre azioni quotidiane influiamo sull’ambiente: basterebbe fare la raccolta differenziata, limitare al massimo l’utilizzo dell’automobile, preferire il treno all’aereo. A livello comunale si dovrebbero intensificare le reti dei mezzi pubblici e in particolare della metropolitana. A livello nazionale penso agli aerei, a quanti voli ogni giorno partono con pochi passeggeri e purtroppo i litri di carburante impiegati sono gli stessi, con il conseguente inquinamento. Un piccolo sforzo da parte di tutti, singoli, aziende, enti pubblici potrebbe essere davvero fondamentale per migliorare il mondo in cui viviamo.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

ottobre 29, 2021

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

L’ambiente e il clima sono ormai diventati temi “mainstream”. Anche se pochissimi fanno, tutti ne parlano! Soprattutto le aziende, che hanno intercettato da tempo la crescente attenzione di consumatori sempre più critici e sensibili all’ecosostenibilità di prodotti e servizi.  Vi viene in mente un’azienda che oggi non si dica in qualche modo “green” o “ecofriendly”? [...]

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende