Home » Nazionali »Off the Green »Politiche »Rubriche » Referendum trivelle: il quorum non c’è, ma hanno votato 16 milioni di Italiani:

Referendum trivelle: il quorum non c’è, ma hanno votato 16 milioni di Italiani

Matteo Renzi ha perso un’altra buona occasione per tacere. Non pago della magra figura internazionale di venerdì, per essersi assunto il merito del tunnel svizzero del San Gottardo, il premier si è “annesso”, ieri sera, anche il mancato raggiungimento del quorum nel referendum sulle trivelle. E’già triste, di per sé, che un presidente del consiglio brindi al fallimento di una consultazione popolare, ma è ancora più squallido a fronte di un quesito (il primo nella storia della Repubblica) richiesto da 10 Regioni e votato da quasi 16 milioni di Italiani, che sono comunque andati a votare in una domenica d’aprile qualsiasi, nonostante il mancato accorpamento con le elezioni amministrative e la propaganda governativa a favore dell’astensionismo. Di questi votanti, l’85% (più di 13 milioni), ha votato sì, per l’abrogazione di una norma scellerata di estensione “all’infinito” delle concessioni petrolifere, che resta comunque oggetto di un esposto alla Corte dei Conti avanzato dai Verdi.

Come ha ben spiegato Marco Boato, infatti, quasi la metà delle 88 piattaforme interessate dal referendum, risulta già inattiva, ovvero sta in mezzo al mare ad arrugginire, mentre gran parte delle altre estrae così poco da rimanere sotto la franchigia che esenta i petrolieri dal pagamento delle royalties! Altro che “levare il calice” con “quelle oltre diecimila persone che hanno conservato il posto di lavoro“, come ha dichiarato Renzi. Gli unici che oggi brinderanno sono i titolari delle concessioni, che grazie a quell’articoletto del decreto “Sblocca Italia” risparmieranno circa 25 milioni di euro per ogni piattaforma non bonificata, per un totale di circa 800 milioni di euro, che andranno in conto all’ambiente marino o, nel caso se ne faccia carico lo Stato-Pantalone, ai contribuenti italiani. Di nuovo chi inquina non paga, in barba al principio che il Governo vanta di aver introdotto con la legge sugli “ecoreati“.

Ma al presidente del consiglio, seriamente malato di egotismo, interessa solamente il proprio pallottoliere delle “vittorie”, non importa quale sia la posta in gioco per il Paese e per la salute degli Italiani. Un vezzo che ci è costato 320 milioni di euro, per il mancato accorpamento del referendum alle elezioni amministrative di giugno (che avrebbero ovviamente garantito il quorum e la vittoria del ). Giusto per chiarire, i 10.000 ingegneri e operai (numeri farlocchi) che Renzi dice di aver difeso grazie al boicottaggio del referendum sulle trivelle, e che oggi “torneranno alle loro piattaforme sapendo di aver conservato il posto di lavoro“, sarebbero serenamente tornati al lavoro anche se avesse vinto il sì. Una vittoria di Pirro che, come abbiamo già scritto alla vigilia del referendum, traghetta definitivamente il premier “sul lato sbagliato della Storia”, proprio a pochi giorni dalla ratifica dell’accordo di Parigi.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende