Home » Eventi »Idee »Progetti » Joussour: 12 documentari per raccontare l’ambiente del Mediterraneo:

Joussour: 12 documentari per raccontare l’ambiente del Mediterraneo

settembre 25, 2012 Eventi, Idee, Progetti

Joussour vuol dire “ponti”. Quelli che la RAI, da 16 anni, getta da una costa all’altra del Mediterraneo attraverso la Copeam (Conferenza Permanente dell’Audiovisivo Mediterraneo) e con una serie di iniziative fondate sulla cooperazione internazionale e lo scambio di conoscenze e professionalità.

Joussour è appunto il nome di uno di questi progetti, legato a un tema chiave per l’area mediterranea: l’ambiente e la sua salvaguardia. Se ne è parlato nei giorni scorsi a Torino, nell’ambito del 64° Prix Italia. Il prestigioso concorso internazionale per programmi radio-televisivi, di recente apertosi anche al web, è stato l’occasione per rilanciare le attività della Copeam e questa ambiziosa – benché ancora poco pubblicizzata – coproduzione transfrontaliera su tematiche ambientali.

«Si tratta della realizzazione e distribuzione di una serie di 12 brevi documentari per la televisione e il web, che racconteranno alcune sfide ambientali delle regioni marittime mediterranee», spiega Paola Parri, responsabile del progetto. Joussour, che conta su un budget di quasi 500mila euro per due anni di lavoro, è cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il programma ENPI CBC Med, che si propone di incoraggiare la formazione e lo scambio di know-how tra giovani professionisti: «In pratica lo scopo è di creare una rete di conoscenze che si rafforzi nel tempo e produca sinergie – continua. Siamo quindi riusciti ad aggiudicarci il bando con l’idea di un prodotto realizzato da autori giovani per un pubblico giovane, che verrà trasmesso da tutte le televisioni pubbliche dei paesi coinvolti».

Capofila del progetto, oltre alla RAI, sono l’ASBU – Unione di Radiotelevisione degli Stati Arabi e la PBS, la televisione pubblica di Malta. «Visto l’isolamento dovuto alla nostra posizione geografica, per noi questa occasione di cooperazione è particolarmente preziosa – ha dichiarato il presidente della PBS Joseph Mizzi – Nonostante sul bacino del Mediterraneo si affaccino tre continenti, le affinità tra i popoli che vivono sulle sue coste sono maggiori delle differenze. Il Mediterraneo va considerato come una regione e le divisioni, che pure ci sono, possono essere superate lavorando a progetti comuni».

Alla realizzazione dei docu-mag di Joussour partecipano dunque otto paesi, con le rispettive televisioni nazionali: oltre a Italia e Malta, sono coinvolti Tunisia, Francia, Spagna, Giordania, Egitto e Cipro. «Ogni televisione – precisa Parri – produrrà uno o due episodi, avendo però diritto, una volta completato il lavoro, a trasmettere l’intera serie. Abbiamo affidato il progetto a tre produttori esecutivi: Markus Nikel per la RAI, Godfrey Smith per PBS e Lyes Belaribi per l’ASBU. Le televisioni stesse hanno poi scelto i registi, che affronteranno temi come la biodiversità, l’educazione ambientale, l’agricoltura biologica, le risorse idriche, il riciclo, il turismo sostenibile, le energie rinnovabili e lo sviluppo della green economy».

Il primo documentario è stato già girato quest’estate nell’Argentario, in Toscana: racconta dell’ingegnosa trovata di un pescatore del luogo che, per impedire la pesca con le reti a strascico e salvaguardare le risorse ittiche della zona, ha immerso dei blocchi di cemento su fondali nei pressi di Talamone. Alcuni artisti hanno poi aggiunto un tocco creativo all’iniziativa, modellando sculture in marmo per una sorta di museo sottomarino: arte “dissuasiva” e insieme attrazione turistica sostenibile.

Giorgia Marino

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende