Home » Idee »Progetti » Peccioli, la città intelligente affidata ai robots spazzini:

Peccioli, la città intelligente affidata ai robots spazzini

giugno 9, 2010 Idee, Progetti

DustBot, Courtesy of dustbot.orgCosì era stato annunciato nel corso di una partecipatissima assemblea pubblica nel mese di aprile, e così è stato: da ieri, infatti,  il borgo di Peccioli, paese toscano in Provincia di Pisa, a metà strada tra Volterra e Pontedera, è ufficialmente diventato “Robotown”, “il paese dei robots”, guadagnandosi nuovamente i favori della cronaca.

Di recente, infatti, Peccioli è stato oggetto delle attenzioni della stampa grazie all’innovativo progetto di dissociazione molecolare dei rifiuti condotto, con buoni risultati, presso la discarica situata nella frazione di Legoli. Belvedere spa (la società che gestisce la discarica e conduce la sperimentazione sulla dissociazione) ha inoltre recentamente  presentato a Verona, nell’ambito dell’ultima edizione di  SolarExpo, il  progetto “Un ettaro di cielo”, il primo impianto fotovoltaico popolare, la cui costruzione è stata finanziata dai cittadini di Peccioli, che hanno sottoscritto un prestito obbligazionario emesso per l’occasione.

Un paese piccolo ma indubbiamente molto attivo, merito di un’ amministrazione comunale particolarmente attenta all’innovazione e alle nuove frontiere dell’economia ambientale. Peccioli torna infatti alla ribalta con un’altro singolare progetto-pilota in cui tecnologia e ambiente andranno a braccetto trasformando il paese in un laboratorio sperimentale a cielo aperto.

Una ricerca scientifica dunque “condivisa e partecipata” in cui la cittadinanza, interagendo con i robot tutti i giorni, avrà un ruolo attivo e determinante, fino ad oggi inimmaginabile. La raccolta differenziata a Peccioli, sarà “intelligente”, e sarà affidata ai robots, in particolare al robot “DustCart”, sviluppato nell’ambito del progetto internazionale di ricerca denominato “DustBot”, finanziato con fondi europei e coordinato dalla Scuola Superiore di Studi e Perfezionamento Sant’ Anna di Pisa, nella persona del professor Paolo Dario.

Venti famiglie residenti nelle principali vie del centro storico, ma anche alcune attività commerciali che hanno aderito, potranno contattare la società Belvedere S.p.A., dalle 8,00 del mattino fino alle 20,00 della sera, con orario continuato, dal lunedì al sabato, e potranno prenotare  la visita a domicilio diDustCart”, il “robot spazzino” che  li raggiungerà presso le loro abitazioni per ritirare i sacchetti con i rifiuti domestici (che nella prima fase sperimentale, della durata di due mesi, saranno carta, cartone, vetro e plastica).

Grazie alla tecnologia touchscreen di “DustCart” il cittadino-utente dovrà solo digitare un pulsante sulla “pancia” del robot  dalle fattezze umane il quale, con voce gracchiante ed umanoide, lo ringrazierà portando il sacchetto della spazzatura al luogo di scarico. “DustCart” è studiato per funzionare anche con il maltempo e la sua tecnologia è continuamente implementata in tal senso. Per muoversi non ha bisogno di telecomandi, ma è del tutto autonomo grazie alla cosiddetta piattaforma di “Ambient Intelligence“, che gli consente di valutare il percorso da fare ed evitare eventuali ostacoli cambiando direzione, secondo la continua acquisizione dei dati attraverso i sensori di cui dispone e le mappe dell’area, precedentemente immesse nella memoria. Ma anche grazie all’ausilio di telecamere esterne poste, ad intervalli regolari, lungo le vie del centro storico.

La sperimentazione di “DustCart” è il primo tassello del più ampio  progetto “Robotown“, primo esperimento al mondo di robotica applicata alla vita di tutti i giorni, in un contesto reale, in cui i robots interagiranno a Peccioli con i cittadini del paese. Accanto a “DustCart”, infatti, si prevede presto l’utilizzo del suo “cugino” “DustClean” – anch’esso sviluppato nell’ambito del progetto “DustBot” (che coinvolge 9 partner di 5 paesi europei, Spagna, Svesta, Regno Unito, Svizzera e Italia)  - progettato per la pulizia di strade e piazze.

“Siamo un habitat naturale”, ha dichiarato ieri Silvano Crecchi, sindaco di Peccioli, nel corso della conferenza stampa di presentazione, “non solo fisicamente, per la conformazione del centro storico, ma perché c’è un sistema di estrema vicinanza tra Comune e tecnologia. Sono anni che lavoriamo in questo senso e la tecnologia ha influenzato anche le nostre scelte urbanistiche.”

Dopo la fase di studio e ricerca (iniziata nel 2006), il progetto internazionale “DustBot”, che ha portato alla creazione dei robot “DustClean” e “DustCart”, è entrato in una fase semi -industriale. Paolo Dario, coordinatore di “Robotown” e del progetto “DustBot”, ha paragonato la sperimentazione di Peccioli a quella dei prototipi automobilistici che, proprio come “DustCart”, sono provati e”messi su strada” prima di essere commercializzati. “Oltre a monitorare i risultati della sperimentazione in contesti reali, ci proponiamo di industrializzare il processo di creazione di “DustCart” e, in futuro, pensare anche alla commercializzazione, magari ad opera di imprese della zona. Per questo a luglio voleremo a Shangai, all’ Expo universale 2010, forti della sperimentazione concreta fatta a Peccioli.”

Andrea Marchetti

.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

ottobre 29, 2021

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

L’ambiente e il clima sono ormai diventati temi “mainstream”. Anche se pochissimi fanno, tutti ne parlano! Soprattutto le aziende, che hanno intercettato da tempo la crescente attenzione di consumatori sempre più critici e sensibili all’ecosostenibilità di prodotti e servizi.  Vi viene in mente un’azienda che oggi non si dica in qualche modo “green” o “ecofriendly”? [...]

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende