Home » Campioni d'Italia »Rubriche » Ciò Che Vale: da Pistaaa! all’Accademia del Dialogo. I primi tre anni di un’associazione vulcanica:

Ciò Che Vale: da Pistaaa! all’Accademia del Dialogo. I primi tre anni di un’associazione vulcanica

marzo 27, 2019 Campioni d'Italia, Rubriche

Tre anni fa un primo nucleo di giovani volontari rispondeva alla chiamata del vulcanico Alberto Guggino, promotore di una nuova iniziativa aggregativa per riscoprire valori fondanti come l’ambiente, la salute, la socialità. Nasceva così l’Associazione Ciò Che Vale, che sabato 23 aprile ha inaugurato la sua nuova sede a Chieri, nel torinese.

Tre anni senza fermarsi, con un focus particolare sul progetto di mobilità sostenibile Pistaaa! (una ciclovia tra Torino e il Monferrato formata dalla messa in rete di sentieri e strade bianche già esistenti), affiancato da tante altre iniziative in campi diversi, dalla bioedilizia all’agricoltura.

Alberto, che è anche ambasciatore del “Terzo Paradiso“, il progetto artistico-ambientale del maestro Michelangelo Pistoletto, ha indirizzato l’associazione verso la riscoperta dei grani antichi, ma anche alla valorizzazione della canapa – con uno slogan chiaro e preciso: canapa da pregiudizio a risorsa – un messaggio che punta a utilizzare questo bene naturale come cibo, nell’edilizia, nel tessile. Ora in agenda c’è anche il frutteto naturale didattico. Iniziative per migliorare la qualità della vita dei singoli e delle comunità, con tanta cultura (anche materiale).

Ma non è finita: l’associazione, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede, ha presentato il progetto dell’Accademia del Dialogo, coordinata dal socio Pietro Liotta: “Stiamo organizzando 25 incontri divisi in 4 sezioni: Andiamo incontro al futuro; Regola d’arte; Abitare sostenibile; Rripartiamo dal cibo. Momenti di condivisione che si basano sulle testimonianze delle persone che vivono queste esperienze – spiega Liotta - Un dialogare che si basa su piccoli laboratori di pensiero e di iniziativa. Il cuore dell’accademia del dialogo è mettere in relazione i contrapposti… Dove c’è la diversità c’è possibilità di varietà”.

Via quindi anche alla conciliazione di tradizione e innovazione. Da un lato si va alla riscoperta di grani antichi, dall’altro si ragiona sull’utilizzo virtuoso di Internet. “Affronteremo temi come i big data o l’internet delle cose”, spiega Pietro. “Il primo incontro è fissato per l’11 aprile (alle 20,30) con lingegner Angelo Tartaglia (docente del Politecnico di Torino) che parlerà del fenomeno delle comunità energetiche e della dipendenza dai combustibili fossili”.

I progetti dell’associazione puntano ad una aggregazione sociale basata su stili di vita sostenibili, come ci spiega ancora Pietro: “Puntiamo sull’autoproduzione alimentare, la riduzione degli sprechi, fare innovazione con la tutela ambientale. Promuoviamo progetti di permacoltura, basati sul biologico. Sono realtà che esistevano sul territorio, ma a cui è fondamentale dare voce”. “La promozione di ogni iniziativa – prosegue Liotta – deve  favorire la tutela dell’ambiente e dell’ecosistema, con particolare attenzione alla valorizzazione dei territori e delle piccole comunità, all’ecoturismo, alla realizzazione di modelli sistemici in campo economico”. Un focus innovativo molto interessante è quello della promozione di filiere di cibo nutraceutico con un’agricoltura che rispetti la microbiologia del suolo e che segua i dettami della permacultura.

Oltre alle belle parole, in questa associazione si coltivano le buone pratiche e gli esempi di coerenza, a partire da quello del fondatore, Guggino, che anni fa ha deciso di lasciare un ruolo di alta responsabilità nella multinazionale in cui lavorava alla ricerca attiva di un’economia che rispetti le persone – siano queste lavoratori o consumatori – e che rispetti l’ambiente e la biodiversità, preservandoli per le generazioni future.

Se proprio si deve individuare un “faro culturale”, una fonte di ispirazione intellettuale, dietro l’operato dell’associazione chierese, il riferimento cade su Gunter Pauli, il teorico della blue economy. Ma per portare a termine i progetti non bastano le buone idee, c’è necessità di un lavoro culturale quotidiano basato sul confronto: ”Il dialogo – sottolinea Liotta – è lo strumento per inserire dentro ad un unico contenitore le menti, le conoscenze e le curiosità di persone diverse, attente nell’ascolto e capaci di cogliere la sintesi di proposte inizialmente distanti e contrapposte. Idealmente, la nostra Accademia del Dialogo rappresenta il Terzo Paradiso di Pistoletto, dove le differenze si incontrano generando nuove conoscenze e consapevolezze”.

Gian Basilio Nieddu

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende