Home » Rubriche »Very Important Planet » Il “Teatro Natura” di Sista Bramini: recitazione nei boschi e tra le rovine dell’antichità:

Il “Teatro Natura” di Sista Bramini: recitazione nei boschi e tra le rovine dell’antichità

Sista Bramini è una regista, nata Roma nel 1958, ma anche attrice e formatrice. Laurea in Lettere e Filosofia all’Università La Sapienza di Roma con una tesi sul “teatro delle sorgenti” di J. Grotowski. Nel 1992 fonda la compagnia O Thiasos Teatro Natura dove si realizza l’incontro tra luogo/spazio naturale ed espressione artistica. Una “messa in scena” ecologica senza luci ed amplificazione che porta ad individuare delle tecniche specifiche di recitazione in ambiente naturale. Un metodo che è il risultato di una ricerca sul campo ultra ventennale. Sista è stata una pioniera del “teatro natura” che oggi conta numerosi discepoli. L’abbiamo intervistata per la rubrica “V.I.P. – Very Important Planet” a poche settimane dal suo nuovo impegno nella campagna laziale…

D) Sista, dal 21 al 24 giugno l’agriturismo Borgo Paola vicino al  Lago di Bracciano - a metà strada tra Viterbo e Roma - ospiterà il laboratorio residenziale Officina Naturae. Di cosa si tratta?

R) Lo facciamo fa tempo. Nello stage si inserisce il teatro nel contesto naturale. Noi da vent’anni non utilizziamo luci né amplificazione. Una recitazione “sostenibile” e dentro l’ambiente. Nello stage propongo il racconto dei miti antichi rivisitati con sensibilità contemporanea, ovvero con un linguaggio diretto, non accademico, non aulico. Uso strutture semplici nonostante la loro ambiguità. E non racconto questi miti nelle sale teatrali, preferisco i boschi. Un fenomeno che ora va di moda, ma all’inizio eravamo soli a sperimentare questa narrazione in mezzo agli alberi.

D) Una particolarità dello stage è l’invito a partecipare anche alle guide turistiche e agli “operatori della natura”, per esempio chi lavora nei parchi naturali. Giusto?

R) Sì, intendiamo i parchi come cultura alternativa a quella metropolitana. Ho lavorato nel Parco d’Abruzzo e ho pensato ad un circuito teatrale destinato a degli itinerari nei parchi. Abbiamo in programma la prima rassegna sostenibile nel Parco del Gran Paradiso: dal 21 al 30 luglio. Ma non ci fermiamo qui, con le Flegreidi si è scritto un programma dedicato ai siti archeologici, nelle rovine antiche presenti vicino a Napoli; poi siti come l’antro della Sibilla, il Tempio di Mercurio, il Tempio di Serapide a Pozzuoli. Lo  stage è utile  per chi lavora nei siti, anche per coinvolgere emotivamente i visitatori. Parliamo di archeo-telling, non a caso.

D) La vostra esperienza nella recitazione in contesti naturali vi ha portato a diventare tecnicamente esperti, fino a fissare un metodo?

R) Possiamo definirlo una sorta di metodo: come fare teatro nei luoghi naturali. Nella pratica, significa insegnare agli attori come devono camminare in luoghi diversi, saper cogliere il vento, recitare tutto in acustica, saper ascoltare la natura. Un progetto che abbiamo sviluppato con delle tecniche specifiche, abbiamo attinto al campo polifonico, ai canti di tradizione rurale che sono in rapporto con il paesaggio…

D) Sicuramente serve anche a sensibilizzare lo spettatore sull’importanza di un rapporto rispettoso con la natura… Qual è, secondo te, il pericolo ambientale più grave che sta correndo oggi il nostro Pianeta?

R) Lo sanno più gli scienziati. Io ho una lettura culturale. Posso dire che se non hai esperienza emozionale con la natura, quel legame si perderà. E visto che si protegge sempre quello a cui si è legati, penso che la distanza culturale dal Pianeta sia il problema più grave.

D) Tu cosa fai ogni giorno per essere coerente con il messaggio delle tue esperienze artistiche?

R) Ho un terrazzo con le piante e lo curo con sistemi ed elementi naturali, poi faccio la differenziata, cerco di mangiare le cose da dove vengono e cerco, appunto, di stare in contatto con la natura…

Gian Basilio Nieddu

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende