Home » Rubriche » PuroSole, il caffè biologico tostato con i raggi del sole:

PuroSole, il caffè biologico tostato con i raggi del sole

novembre 11, 2020 Rubriche

Una torrefazione a cielo aperto che produce caffè biologico senza emissioni di CO2, solo con il calore e la luce del sole. E’ PuroSole, il “caffè solare”, unico al mondo, che viene tostato esclusivamente con i raggi del sole, grazie a un impianto innovativo brevettato in Italia.

L’idea è della startup Digitarch Farm, nata da tre amici romani, ora soci, esperti di software e robotica che per alcuni anni hanno sperimentato e affinato la tecnologia degli eliostati, quegli specchi che ruotano inseguendo il sole, solitamente impiegati per produrre energia elettrica. “Il tutto è iniziato da un progetto di ricerca per realizzare un eliostato economico ad uso domestico – racconta uno dei fondatori, Antonio Durbè – fino a quando al nostro amico e attuale socio Luca del Bufalo è venuta l’idea di utilizzare questa tecnologia per cuocere i chicchi di caffè verde”. Una bella sfida, in un paese che conta il maggior numero di torrefattori al mondo.

Dall’idea ai fatti sono passate centinaia di prove, ma oggi questa tecnologia innovativa e unica al mondo è stata brevettata proprio grazie a questo primo progetto di “caffè solare”. La luce del sole viene concentrata nel punto di tostatura grazie a un eliostato costruito con 100 specchi, penetra nel caffè crudo (ancora verde) che in pochi minuti cambia colore e sprigiona il suo aroma. Si tratta della tostatura più naturale e sana che esista. In questo modo, rispetto alle torrefazioni tradizionali, si evitano 400 kg di Co2 per ogni 1.000 kg di caffè prodotto. Dai chicchi, provenienti da piantagioni selezionate in Vietnam (con tanto di certificazioni sulla produzione e sulle condizioni di lavoro) nasce una miscela di caffè pregiato, denominata Nero22, dal gusto unico, perché la torrefazione solare, rispetto a quella a gas, produce una migliore uniformità di cottura del chicco, esaltandone le caratteristiche organolettiche. “Alla fine abbiamo ottenuto risultati migliori rispetto alle nostre aspettative – confessa Durbé – Assaggiatori, industriali ed esperti della tostatura hanno confermato la qualità di questo caffè”.

Il primo impianto è stato installato nella casa di campagna del socio Luca, che è diventato il primo produttore ufficiale. Ma sono già in programma altre due installazioni: una in Puglia, in un campo agricolo sequestrato alla mafia e oggi gestito da giovani, e l’altro nel Lazio. Sì perché l’idea della startup è anche quella di diffondere questo tipo di tecnologia e torrefazione innovativa in tutto il territorio nazionale, attraverso una sorta di franchising. In altre parole, promuovere la nascita di molteplici piccoli produttori di caffè solare unendoli in un comune progetto di collaborazione. E’ sufficiente uno spazio di circa 200 mq all’aperto, dove viene installato, in comodato d’uso gratuito, l’impianto, fornito il caffè crudo e condivise le ricette per la tostatura, così da produrre la miscela che potrà essere commercializzata in maniera indipendente o attraverso la piattaforma di PuroSole. “Il progetto è partito da poco ma abbiamo avuto già una decina di contatti interessati”, rivela Durbé.  Certo, si tratta di creare un business di piccole dimensioni, da affiancare ad altre attività di agricoltura o di impresa. L’impianto base cattura circa 15 kW di sole, permettendo di tostare da 5 a 10 kg di caffè ogni 15 minuti. “Sono cifre ridicole in confronto alle macchine industriali – spiega – si tratta di una produzione artigianale adatta a piccoli imprenditori o agricoltori biologici che vogliano allargare o diversificare la propria attività”.

Ad oggi questo caffè si può acquistare in grani, cialde o capsule compatibili. Il prezzo non è economico, ammettono i produttori: “E’ un caffè un po’ prezioso, perché nelle giornate nuvolose o in alcune ore del giorno non si può produrre – sottolinea Durbé – Bisogna quindi considerare che deriva da un processo di produzione artigianale ed estremamente naturale”. Insomma un prodotto di nicchia, adatto a un cliente che ama il caffè ma è anche attento e sensibile agli aspetti ecologici.

Riguardo al prodotto, anticipano da PuroSole, i prossimi passi saranno quelli di rendere disponibile anche il caffè macinato, così come di introdurre le capsule e le confezioni biodegradabili, per chiudere il cerchio ecologico in piena coerenza.

Ma non solo. I tre amici romani stanno già allargando gli orizzonti al di fuori del caffè, perché questa tecnologia innovativa degli eliostati può essere impiegata anche in altri ambiti. Per esempio, per scaldare l’acqua a o addirittura purificarla, facendola bollire, così da affrontare il problema della potabilità e mancanza di energia elettrica in aree del mondo “difficili”, come l’Africa. “Stiamo anche perseguendo l’idea di impiegare gli eliostati per l’essiccazione della frutta, soprattutto nei paesi del Sud America dove spesso accade che elevate quantità di frutta non riescano ad arrivare in tempo ai forni e marciscano, con un elevato spreco di cibo”. Altre idee innovative, insomma, che stanno germogliando…sotto i raggi del sole, per smentire l’antico detto biblico nihil sub sole novum.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende