Home » Idee » Elogio dell’eterno terzo. Un editoriale per l’informazione indipendente:

Elogio dell’eterno terzo. Un editoriale per l’informazione indipendente

settembre 17, 2010 Idee

L'Invito alla presentazione de L'Indro, Courtesy of Margherita PeracchinoEssere sempre terzi. Per un agonista potrebbe non essere la prospettiva migliore. Ma quando si parla di informazione, in un paese come l’Italia, dove vige, in tutto e sempre, la logica del derby, della contrapposizione duale tra chi arriverà primo e chi secondo (alle elezioni, nel campionato, nella vita), è cosa buona. La terzietà è quella che dà il giusto distacco, la distanza prospettica per guardare e valutare le cose in maniera più imparziale. I primi due sul podio sono accecati dalla rivalità diretta, il terzo, dal suo gradino più basso, li può studiare e, al tempo stesso, dialogare con il pubblico, al quale è più vicino. Il terzo è forse meno campione, ma più umano e capisce meglio “gli umani”. 

Per questo credo che ieri, alla Triennale di Milano, si sia celebrato un evento importante per l’editoria indipendente, nella sordina della modestia e nell’indifferenza dei (due) grandi poli televisivi. Ieri è stato presentato, a pochi spiriti lungimiranti, un progetto (ambizioso e visionario) che si chiama L’Indro, un media terzo di cui l’Italia (terza, non quella dei derby) sente da tempo la necessità. ”L’Italia che tira avanti, produce, pensa, ama, inventa, innova, si muove e, spesso, primeggia nel mondo, e però non ha soggettività comunicazionale“, come recita l’editoriale di apertura. Un’Italia stimata in 16 milioni di “insoddisfatti” dei media tradizionali, il 33% della popolazione.     

L’Indro – oggi ancora un cantiere in costruzione – vuole ridare dignità a questo Lettore, che sarà anche azionista ed editore della testata: un quotidiano multicanale o cross platform (web, tv, mobile, iPad e ogni altra piattaforma tecnologicamente possibile) estremamente innovativo, nato paradossalmente da un’idea di Maria Margherita Peracchino, giornalista “tradizionalista” (quando questo significhi qualità, confronto e verifica delle fonti, di contro al proliferare di blog monologanti e media istituzionalizzati) e di Carlo Fuscagni, un tempo numero uno di Rai 1, fondatore di Rai 3 (la terza rete) nel 1979, pioniere di Canale 5 nel 1980, oggi intenzionato a ripartire dalla terza via con il coraggio e l’umiltà di un neofita, all’età di 77 anni, quando molti dei suoi coetanei non riescono psicologicamente a scollarsi le poltrone del potere dal vetusto deretano.

Oggi i media non raccontano il Paese reale, e la cosa è talmente vera che tutti i dati ci dimostrano che almeno 15 milioni di italiani non accedono all’offerta informativa. Non sappiamo nemmeno più cosa c’è lì fuori. Abbiamo perso il contatto con la realtà”, dice Fuscagni. L’Indro si propone di raccontare agli Italiani cosa succede veramente nel mondo, ma anche l’eccellenza italiana al mondo. “L’Indro – scrive la Peracchino nell’editoriale - guarda anche all’audience Italy-oriented oltre confine: i quasi 350 milioni tra italiani all’estero, italo-esteri, italofili, i consumatori del Made in Italy nel mondo. L’Italia, conviene ricordarlo, è il 7° Paese esportatore al mondo e 5° nel ranking mondiale delle destinazioni turistiche. Eppure, non esiste oggi un media che sia espressione di questo commonwealth“. 

Un “bene nazionale” fatto anche dalle aziende che in questo progetto coraggioso hanno creduto da subito e ne sono divenute partner. Come la Neos di Brescia, che dopo aver sviluppato (attrvaerso ricerca e tecnologia tutta italiana) la piattaforma MobC3 – per risolvere i problemi di incompatibilità dei vari sistemi operativi mobile - ed aver portato sugli smartphone Il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera, Libero e molti altri, oggi ha deciso di sostenere, anche finanziariamente, questo progetto indipendente e ”fuori dal coro”. O come TK Soluzioni, di Legnano, e DGK, di Sant’Angelo Lodigiano, che hanno fornito le soluzioni web, Miller Srl, di Milano, per la tecnologia Streamit – che consente di portare in rete la tv ad alta definizione - o, ancora, la società di “videoevoluzione” milanese Prodotto, che firmerà la produzione per la web tv. Una “filiera corta” di talenti innovativi, tutti italiani, alla quale anche Greenews.info ha accettato di contribuire con la fornitura di contenuti sulla green economy e il green thinking, affiancandosi ad altre note realtà editoriali come Giudizio Universale, che curerà il blog. 

Al lettore il compito e la libertà di valutare la qualità del progetto e dell’informazione, anche attraverso una figura – assolutamente inedita nel panorama italiano - come il Garante dei Lettori, eletto dai Lettori stessi contestualmente alla sottoscrizione dell’abbonamento e da essi retribuito (attraverso la destinazione di una percentuale del costo di abbonamento) per tutelare i propri interessi, in Redazione e negli organi di governo della società editrice.  

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende