Home » Comunicati Stampa » APC, nuove unità PDU per il risparmio energetico dei data Center:

APC, nuove unità PDU per il risparmio energetico dei data Center

luglio 22, 2010 Comunicati Stampa

Courtesy of APCAPC by Schneider Electric, azienda che opera nel settore dei servizi integrati di alimentazione e condizionamento, ha annunciato la nuova serie di unità per la distribuzione dell’alimentazione (PDU) installabili a rack. Le nuove PDU con Amperometro e con commutatore, installabili a rack, aiuteranno i responsabili IT e i facility manager a gestire in modo più efficace e produttivo la capacità energetica e la funzionalità per i dispositivi critici di rete, server e data center. Le nuove PDU di APC risolvono le esigenze di alimentazione a livello di rack incorporando nuove funzioni intelligenti come misurazione dell’alimentazione reale e monitoraggio ambientale, il tutto in un ingombro salva spazio zero-U – il più sottile del settore nella sua categoria.

“Un numero sempre maggiore di responsabili di data center sta iniziando a considerare l’energia come una risorsa produttiva, e necessita di strumenti che li aiuti a massimizzare le risorse in modo semplice. Le unità PDU di APC installabili a rack sono uno di quegli strumenti che offrono un supporto per la gestione dell’energia all’interno del data center grazie al monitoraggio in tempo reale, consentendo di risparmiare spazio”, ha affermato Dave Guidette, senior vice president, Enterprise Systems, Services & Software di APC.

La nuova piattaforma APC di unità PDU installabili a rack include 19 nuovi modelli nelle famiglie di prodotto Metered e Switched. La serie AP8800 Metered Rack PDU offre funzioni avanzate di monitoraggio da remoto, in tempo reale, dei carichi collegati con avvisi definiti dall’utente per segnalare  eventuali sovraccarichi di circuito prima che si verifichino guasti IT critici; questo permette ai responsabili IT di monitorare e risolvere proattivamente i problemi.  La serie AP8900 Switched Rack PDU fornisce funzioni avanzate di monitoraggio del carico unitamente al controllo della commutazione on/off da remoto di prese singole per il power cycling, il sequenziamento ritardato dell’alimentazione e la gestione dell’utilizzo delle prese. Tutte le nuove unità  includono misurazione attiva dell’alimentazione e allarmi da remoto con misurazioni in termini di volt, ampere, potenza reale (kW) e energia (kWh).

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

maggio 30, 2017

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

“In Italia invece di valorizzare le figure che tutelano il territorio, si pensa ad affossarle. Alla Camera si sta consumando un vero attentato alla sopravvivenza dei Parchi, delle Aree Naturali, del Turismo Ambientale. I toni trionfalistici di alcuni deputati del PD non li comprendiamo dal momento in cui non ci sarà nulla da festeggiare qualora [...]

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende