Home » Comunicati Stampa » Federmobilità : più sostegno e attenzione per il trasporto ferroviario delle merci in Italia. Occorre una rete dedicata.:

Federmobilità : più sostegno e attenzione per il trasporto ferroviario delle merci in Italia. Occorre una rete dedicata.

novembre 5, 2009 Comunicati Stampa

Courtesy of www.mercitreno.itMercinTreno, la manifestazione che si terrà  a Roma il 19-20 novembre prossimo,  sia un’occasione di confronto per il settore e di sensibilizzazione per l’opinione pubblica.

Più sostegno e attenzione per il trasporto ferroviario delle merci in Italia. Occorre una rete di corridoi dedicata esclusivamente al trasporto merci in un sistema intermodale integrato.  E’ quanto chiede Federmobilità , l’associazione che raggruppa i maggiori assessorati ai Trasporti (Regioni, Province e Comuni), annunciando questa mattina la nascita della prima edizione di MercinTreno, l’unico Forum italiano per lo sviluppo del trasporto ferroviario delle merci, che si terrà  a Roma il 19 e 20 novembre prossimo, nella prestigiosa sede del Cnel a Villa Borghese.

“Non dico niente di nuovo affermando che l’emergenza ambientale, impone una forte riflessione sulle politiche fin qui adottate in tema di trasporto ferroviario delle merci” ha dichiarato Alfredo Peri, presidente di Federmobilità  e assessore ai Trasporti dell’Emilia-Romagna. “Non sembra che i cosiddetti pacchetti ferroviari dell’Ue  siano stati a
oggi correttamente attuati: la stessa Commissione europea ha recentemente inviato un parere motivato a 21 Paesi membri, fra cui l’Italia. La liberalizzazione non ha sviluppato un vero mercato dei servizi ferroviari né aumentato il volume delle merci trasportate. Sulla base di queste considerazioni” continua Peri, “Federmobilità, prima ancora che il tragico evento di Viareggio accendesse i riflettori sul tema, ha pensato di dedicare allo stato dell’ arte dell’offerta ferroviaria per il trasporto delle merci e alle sue concrete prospettive di sviluppo, due giorni di analisi e approfondimento con l’obbiettivo di fornire, non solo agli addetti ai lavori, un’occasione di confronto sul quadro economico-giuridico e sulle politiche di contesto necessarie per il riequilibrio modale e per il miglioramento delle performance dell’infrastruttura ferroviaria.

Ritengo che creare occasioni di incontro, di discussione, di scambio di idee e di condivisione di linee strategiche da proporre al Governo e al Parlamento sia, in questo momento, essenziale” ha commentato Giuseppe Acocella, vicepresidente del Cnel che patrocina e ospita la manifestazione. “Per questo, il Cnel ha positivamente accolto e appoggiato l’iniziativa di Federmobilità , intendendo anche veicolare per questa via gli approfondimenti  e  le proposte che sta elaborando in questi mesi all’interno di una Commissione che ha il suo focus sulle reti infrastrutturali e sull’impostazione di una metodologia di costruzione del consenso nella realizzazione di grandi opere pubbliche.

In Italia il trasporto ferroviario delle merci sta perdendo quota. Nel 2007 il traffico combinato era agli stessi livelli del 2002 (per gli ultimi due anni non si hanno dati ufficiali, ma il trend è in calo). La quantità di merce spostata sulle rotaie a fatica sfiora il 10 per cento, mentre quella trasportata sui camion arriva a superare il 62% (fonte: Conto nazionale dei Trasporti 2009). Le politiche a favore della modalità ferroviaria sono state in questi anni discontinue, mentre la maggior parte delle aziende private, molte delle quali acquistate da big europei, concentrano la loro attività nelle regioni settentrionali, sulle direttrici nord-sud”.

“A fronte di una media europea di 17,7% di tonnellate-km (fonte: Eurostat yearbook 2009) movimentata con il ferro, l’Italia si attesta al 9,9%, mentre la Germania al 21.4%, la Francia al 15.7% e l’Inghilterra all’11.8%. Un risultato lontano dalla media europea che non si può ignorare” ha dichiarato Annita Serio, direttore di Federmobilità.  “Vero è che il quadro normativo comunitario ha reso possibile lo sviluppo di un mercato interno, favorendo la creazione di nuove imprese, ma evidentemente si tratta ancora di un mercato non competitivo con la gomma, poco attrattivo per gli investimenti privati, ingessato da un contesto di servizi e infrastrutture insufficienti a rappresentare un volano concreto per sviluppo e miglioramento dei servizi offerti. Con i convegni in programma ci proponiamo di  analizzare insieme ai soggetti che svolgono un ruolo centrale in questo settore gli aspetti più significativi della problematica”.

MercinTreno si svolgerà in due giornate, aperte da un convegno internazionale sulla liberalizzazione del trasporto ferroviario delle merci, al quale parteciperanno rappresentanti del Parlamento europeo, del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell’Antitrust, di alcune regioni e altre istituzioni e associazioni del settore. La manifestazione si articolerà  poi con altri 5 incontri-seminari.

Il primo, programmato per il pomeriggio del 19 novembre, farà il punto sulle infrastrutture ferroviarie (Una
rete europea di binari per le merci: sicurezza e non solo), mentre il secondo si concentrerà sulla gestione dei servizi (Gestione della rete: attuazione del Dlgs 188/2003 e opportunità).

Nella giornata del 20 novembre sono previsti tre incontri. Il primo sulla pianificazione istituzionale per lo sviluppo di un sistema integrato per il trasporto ferroviario delle merci (Il trasporto merci nella pianificazione dei vari livelli istituzionali: strumenti e risorse), il secondo sulle strategie per avvicinare le merci alla ferrovia (Multimodalità: le opportunità e gli strumenti per avvicinare la strada al ferro), il terzo sulle società ferroviarie regionali (Un ruolo delle società ferroviarie regionali per il trasporto delle merci in Europa?).

Il Forum non si limiterà a convegni e seminari. Vuole anche essere un momento di incontro per esporre prodotti, idee e progetti. Per facilitare questo tipo di comunicazione “one-to-one”, sarà aperto uno Spazio Bacheca a disposizione degli ospiti dove gli espositori potranno mostrare le proprie iniziative. Gli ambienti predisposti per l’esposizione saranno adiacenti all’area convegni/seminari per facilitare l’accesso a tutti coloro che interverranno durante la manifestazione.

Infine, il Forum sarà anche virtuale. E’ attivo il profilo MercinTreno su Facebook, una piazza virtuale dove commentare notizie e novità dal mondo del trasporto ferroviario delle merci. Mentre i comunicati stampa e le comunicazioni dal Forum saranno diffuse anche su Twitter.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

dicembre 13, 2019

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

Con 261 voti a favore, 178 contrari e 5 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva, il 10 dicembre, il disegno di legge di conversione (A.C. 2267) del D.L. 111/2019 (cosiddetto “Decreto Clima“) nel testo già approvato, con modifiche, dal Senato (A.S. 1547). Il provvedimento, composto originariamente di 9 articoli, a seguito delle modifiche [...]

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

dicembre 10, 2019

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

Mercoledì 4 dicembre, al Museo Nazionale della Montagna ”Duca degli Abruzzi” di Torino, ha preso il via il progetto Urban Forest, un’iniziativa che costituisce il nucleo centrale della mostra “Tree Time”, a cura di Daniela Berta e Andrea Lerda. Il bosco che circonda il Museo è infatti un vero e proprio bosco urbano nel centro della [...]

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

dicembre 10, 2019

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

La multinazionale svedese Essity – leader mondiale nei settori dell’igiene e della salute con brand come TENA, Nuvenia e Tempo – ha annuncia ieri un nuovo progetto di economia circolare che vede coinvolto lo stabilimento produttivo di Porcari (LU), in Toscana. Grazie ad un processo di riutilizzo degli scarti di cartiera, originariamente destinati alla discarica, [...]

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

dicembre 9, 2019

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

Ford Motor Company e McDonald’s USA hanno annunciato che presto daranno avvio ad un processo di trasformazione degli scarti dei chicchi di caffè, in componenti per le automobili, come l’alloggiamento dei fari. Ogni anno, durante la lavorazione di milioni di chicchi di caffè, l’involucro si stacca naturalmente durante il processo di tostatura. Oggi è tecnologicamente [...]

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

dicembre 5, 2019

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

Un racconto per immagini su un mondo surriscaldato dalle emissioni nocive,  invaso dalla plastica e dalla sporcizia, dove l’habitat naturale di animali e piante viene bruciato ed annientato.  Una storia che prende il nome di “De Ruina Terrae. L’impatto dell’uomo sulla natura” e che sarà possibile ripercorrere dal 5 (inaugurazione alle ore 19,00) al 7 [...]

Green Jobs: in libreria la nuova guida di Tessa Gelisio e Marco Gisotti

dicembre 5, 2019

Green Jobs: in libreria la nuova guida di Tessa Gelisio e Marco Gisotti

Quali sono le 100 professioni più richieste, oggi, in Italia? La risposta è nella nuovissima guida “100 green jobs per trovare lavoro”, firmata da Tessa Gelisio e Marco Gisotti – già autori nel 2008 della “Guida ai Green Jobs” – per Edizioni Ambiente (384 pagg. 18 euro), disponibile nelle librerie fisiche e digitali dal 21 novembre 2019: un vademecum per [...]

Ricerca AXA: cambiamento climatico prima preoccupazione per tre italiani su quattro

novembre 26, 2019

Ricerca AXA: cambiamento climatico prima preoccupazione per tre italiani su quattro

Il cambiamento climatico irrompe al primo posto in cima alla lista dei temi prioritari per gli italiani. È “il problema” per tre italiani su quattro, che pensano che abbia un impatto diretto sulla propria salute e che si tratti di una sfida collettiva con impatti sulla loro vita, a livello personale. Sono alcune delle principali evidenze [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende