Home » Comunicati Stampa » Forte crescita delle Renewables di Greenvision Ambiente:

Forte crescita delle Renewables di Greenvision Ambiente

novembre 13, 2009 Comunicati Stampa

Courtesy of www.greenvisionambiente.itApprovato dal Consiglio di Amministrazione il resoconto intermedio della gestione al 30 settembre 2009. Forte sviluppo della divisione Renewables (fotovoltaico e waste to Energy) che compensa la perdita dei ricavi delle attività dismesse dal Gruppo nel 2008, portando il fatturato a Euro 167 milioni con una crescita organica del 33,3%.

S. Polo D’Enza (RE), 13 novembre 2009 –  Il Consiglio di Amministrazione di Greenvision ambiente SpA, società attiva nella realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, nell’eco-edilizia e nei servizi ambientali, ha approvato oggi il resoconto intermedio della gestione al 30 settembre 2009.

I Ricavi totali consolidati del Gruppo al 30 settembre 2009 hanno registrato, a parità di perimetro di consolidamento, una crescita organica del 33,3% portandosi a Euro 167,0 milioni, sostanzialmente stabili rispetto a Euro 169,9 milioni del corrispondente periodo precedente. I ricavi delle attività del fotovoltaico e del waste to Energy dei primi nove mesi del 2009 hanno, così, sostituito i ricavi delle due attività di IVA e Conchiglia, deconsolidate a partire dal 1° gennaio 2009, che nei primi nove mesi del 2008 avevano generato Euro 47,7 milioni di fatturato al lordo delle intercompany.

Continua la crescita della divisione Renewables che ha generato a fine Settembre 2009 Euro 113,3 milioni di ricavi consolidati pari al 68% del valore totale del Gruppo.
La crescita è stata sostenuta dal forte incremento del settore fotovoltaico dove il Gruppo opera attraverso la società controllata Greenvision ambiente Photo Solar, costituita nel 2008 e dedicata alla progettazione, realizzazione e gestione di parchi solari e impianti fotovoltaici. La società partecipata ha ultimato i 5 parchi solari da 1 Mwp ciascuno, costruiti a Brindisi per Enìa Solaris e l’impianto costruito all’interno dell’autodromo di Vallelunga di potenza pari a 0,8 Mwp. La società, che ha registrato nei primi mesi del 2009 un valore della produzione di Euro 23 milioni, ha recentemente firmato una lettera d’intenti con il Gruppo Marseglia, tra i principali produttori nazionali di energia da fonti rinnovabili, per la realizzazione di un parco fotovoltaico di 13 MWp in Calabria.
Nell’area Waste to Energy , dove il Gruppo opera attraverso la controllata Ladurner, si segnala il completamento del nuovo impianto di CDR a Bari per la municipalizzata AMIU e degli impianti di biogas da fonti agricole rinnovabili a Casaleone e a San Benedetto Po, ciascuno di potenza 1,5 Mwp. Sono in fase di realizzazione altri 4 impianti di biogas da fonti agricole rinnovabili e due impianti in concessione già autorizzati per biogas da discarica. Sono in fase avanzata, inoltre, i lavori per l’ampliamento dell’impianto di CDR di Fusina che porterà ad un aumento del 50% dell’attuale produzione di CDR ottenuta dai rifiuti solidi urbani raccolti nei comuni limitrofi.

La divisione Eco-building & Land Care, che comprende le attività di produzione e commercializzazione di isolanti in fibra naturale, la produzione di geosintetici e gli impianti di irrigazione e drenaggio per il settore agricolo, ha generato il 18% del fatturato consolidato del Gruppo nei primi nove mesi del 2009. Nel prossimo esercizio la divisione sarà notevolmente ridimensionata a seguito della annunciata cessione del 25% della partecipazione in Kefi e della partecipazione in Euchora, operazione che, insieme alla cessione del 25% di Enervision e Bioenergy, rientra nella strategia di focalizzazione del Gruppo nel settore dell’energia da fonti rinnovabili. L’operazione,  che si perfezionerà nei prossimi giorni, ridurrà la quota detenuta nelle società al 19,90% anche per effetto di un aumento di capitale da parte del nuovo azionista di maggioranza.
Il Gruppo prevede di compensare nel corso del prossimo anno la perdita di ricavi determinata dalla cessione delle predette attività attraverso la crescita dei settori fotovoltaico e waste to energy.

Nella divisione servizi ambientali, che rappresenta il 14% del fatturato di Gruppo, il settore del trattamento e depurazione delle acque ha più che raddoppiato il fatturato grazie principalmente al contributo della commessa per il trattamento di circa 12.000 tonnellate di fanghi di risulta da impianti di depurazione della provincia di Trento, compensando il settore bonifiche che risente, invece, del rallentamento del mercato delle costruzioni. Continua la crescita delle attività di monitoraggio e analisi ambientale svolte nei laboratori della controllata Studio Alfa.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

maggio 30, 2017

Spinetti (AIGAE) sulla Riforma dei Parchi: “un vero attentato alla figura delle guide”

“In Italia invece di valorizzare le figure che tutelano il territorio, si pensa ad affossarle. Alla Camera si sta consumando un vero attentato alla sopravvivenza dei Parchi, delle Aree Naturali, del Turismo Ambientale. I toni trionfalistici di alcuni deputati del PD non li comprendiamo dal momento in cui non ci sarà nulla da festeggiare qualora [...]

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende