Home » Comunicati Stampa » I Convegni del Biologico di Sana:

I Convegni del Biologico di Sana

settembre 8, 2010 Comunicati Stampa

Biologico, Courtesy of matteopenzo, Flickr.comDal 9 al 12 settembre proseguirà a Sana il processo per avviare l’area di libero scambio del Mediterraneo, le cui basi sono state gettate dalla Dichiarazione di Barcellona del 1995.

L’area è una delle prime zone economiche del mondo (il suo Pil è di 4 miliardi di euro) e può mettere a disposizione delle imprese italiane un mercato di 1 miliardo di consumatori. Per il sistema Italia si tratta di una prospettiva strategica che vale 0,6% punti di Pil, con cospicue opportunità anche per il settore biologico. Il convegno Orizzonte mediterraneo. Opportunità e nodi da sciogliere in vista dell’area di libero scambio(venerdì 10 settembre ore 10-13,30 Sala Concerto, Centro Servizi, Blocco D) affronterà dunque tre temi essenziali per rilanciare la cooperazione fra le due sponde del Mediterraneo, nel quadro delle attività promozionali dell’Intesa Operativa MiSE, ICE, Federbio, Bologna Fiere Spa:

- come rilanciare il processo della decisone politica bilaterale per facilitare gli scambi nell’area del Mediterraneo

- il nodo dell’equivalenza delle certificazioni, con l’urgenza di creare forme di cooperazione fra gli organismi di controllo e le autorità competenti delle due sponde

- l’importanza di modelli di collaborazione nell’ambito delle filiere, delle piattaforme logistiche e del sistema fieristico, che trovino adeguati supporti nella progettualità pubblica, nazionale e comunitaria, per l’importanza che tali investimenti possono rivestire per l’intera area.

Quattro casi esemplari, fra i molti che il settore biologico offre, una sorta di catalogo di buone pratiche da cui trarre stimoli per continuare a far crescere il settore. Questo l’intento del convegno Le carte vincenti del bio (venerdì 10 ore 10,30-13 e sabato 11 ore 14,30-18, Sala Notturno, Centro Servizi, Blocco D) che vedrà protagoniste dalla prima giornata aziende di diversa dimensione: la piccola impresa agricola famigliare che ha trovato, nell’aggiornamento della tradizionale vendita diretta, la chiave per lo sviluppo, la grande azienda agraria che grazie alla conversione biologica ha trovato spazio nel mercato globale, forme di integrazione orizzontale e verticale tra imprese, aziende di trasformazione in grado di curare come nessuno la propria nicchia. Il giorno dopo verranno presentate le opportunità di finanziamento e di sostegno pubblico all’agro-alimentare biologico. Il tema della ristorazione bio fuori casa verrà approfondito nel convegno Il bio esce di casa. E con tutte le carte in regola (domenica 12 settembre, ore 10,30-13, Sala Concerto, Centro Servizi, Blocco D). Sarà un’occasione importante per coinvolgere gli operatori e le organizzazioni professionali e illustrare le nuove opportunità offerte dall’opzione biologica al settore della ristorazione. Agli aspetti normativi, si affiancheranno interventi sugli aspetti organizzativi, sulle complessità gestionali e sull’importanza degli aspetti nutrizionali dell’opzione biologica. Un ulteriore contributo verrà dalla testimonianza di operatori di bar, ristoranti e locali che già sperimentano menù biologici.

COMUNICATO STAMPA
I CONVEGNI DEL BIOLOGICO
A Sana si profila l’orizzonte mediterraneo come opportunità di crescita. Il biologico
italiano mette sul tavolo alcune carte vincenti e approfondisce il dibattito sulla
ristorazione fuori casa.
Prosegue il processo per avviare l’area di libero scambio del Mediterraneo, le cui basi sono
state gettate dalla Dichiarazione di Barcellona del 1995.
L’area è una delle prime zone economiche del mondo (il suo Pil è di 4 miliardi di euro) e
può mettere a disposizione delle imprese italiane un mercato di 1 miliardo di consumatori.
Per il sistema Italia si tratta di una prospettiva strategica che vale 0,6% punti di Pil, con
cospicue opportunità anche per il settore biologico.
Il convegno “Orizzonte mediterraneo. Opportunità e nodi da sciogliere in vista dell’area
di libero scambio” (venerdì 10 settembre ore 10-13,30 Sala Concerto, Centro Servizi,
Blocco D) affronta dunque tre temi essenziali per rilanciare la cooperazione fra le due
sponde del Mediterraneo, nel quadro delle attività promozionali dell’Intesa Operativa MiSE,
ICE, Federbio, Bologna Fiere Spa:
- come rilanciare il processo della decisone politica bilaterale per facilitare gli scambi
nell’area del Mediterraneo
- il nodo dell’equivalenza delle certificazioni, con l’urgenza di creare forme di
cooperazione fra gli organismi di controllo e le autorità competenti delle due sponde
- l’importanza di modelli di collaborazione nell’ambito delle filiere, delle piattaforme
logistiche e del sistema fieristico, che trovino adeguati supporti nella progettualità
pubblica, nazionale e comunitaria, per l’importanza che tali investimenti possono rivestire per
l’intera area.
Quattro casi esemplari, fra i molti che il settore biologico offre, una sorta di catalogo di
buone pratiche da cui trarre stimoli per continuare a far crescere il settore. Questo l’intento
del convegno Le carte vincenti del bio (venerdì 10 ore 10,30-13 e sabato 11 ore 14,30-18,
Sala Notturno, Centro Servizi, Blocco D) che vedrà protagoniste dalla prima giornata aziende
di diversa dimensione: la piccola impresa agricola famigliare che ha trovato,
nell’aggiornamento della tradizionale vendita diretta, la chiave per lo sviluppo, la grande
azienda agraria che grazie alla conversione biologica ha trovato spazio nel mercato globale,
forme di integrazione orizzontale e verticale tra imprese, aziende di trasformazione in
grado di curare come nessuno la propria nicchia.
Il giorno dopo verranno presentate le opportunità di finanziamento e di sostegno
pubblico all’agro-alimentare biologico.
Il tema della ristorazione bio fuori casa verrà approfondito nel convegno Il bio esce di casa.
E con tutte le carte in regola (domenica 12 settembre, ore 10,30-13, Sala Concerto, Centro
Servizi, Blocco D).
Sarà un’occasione importante per coinvolgere gli operatori e le organizzazioni
professionali e illustrare le nuove opportunità offerte dall’opzione biologica al settore
della ristorazione. Agli aspetti normativi, si affiancheranno interventi sugli aspetti
organizzativi, sulle complessità gestionali e sull’importanza degli aspetti nutrizionali
dell’opzione biologica. Un ulteriore contributo verrà dalla testimonianza di operatori di bar,
ristoranti e locali che già sperimentano menù biologici.
Aggiornamenti e programmi completi su www.sana.it
Ufficio stampa: GB Studio (Gabriella Bonvini – Stefania Consigli) 02.70600135
E-mail: press.sana@gmail.coProsegue a Sana il processo per avviare l’area di libero scambio del Mediterraneo, le cui basi sonostate gettate dalla Dichiarazione di Barcellona del 1995. L’area è una delle prime zone economiche del mondo (il suo Pil è di 4 miliardi di euro) e può mettere a disposizione delle imprese italiane un mercato di 1 miliardo di consumatori.Per il sistema Italia si tratta di una prospettiva strategica che vale 0,6% punti di Pil, con cospicue opportunità anche per il settore biologico. Il convegno Orizzonte mediterraneo. Opportunità e nodi da sciogliere in vista dell’area di libero scambio(venerdì 10 settembre ore 10-13,30 Sala Concerto, Centro Servizi, Blocco D) affronta dunque tre temi essenziali per rilanciare la cooperazione fra le due sponde del Mediterraneo, nel quadro delle attività promozionali dell’Intesa Operativa MiSE, ICE, Federbio, Bologna Fiere Spa:
Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende