Home » Comunicati Stampa » Indagine Senaf: dati positivi sull’andamento del settore termoidraulico:

Indagine Senaf: dati positivi sull’andamento del settore termoidraulico

febbraio 15, 2012 Comunicati Stampa

Efficienza energetica: impianti a biomasse scelti quasi da 1 italiano su 5. Questo uno dei primi dati raccolti da un’indagine condotta online da Senaf su un campione di oltre 1000 aziende del settore termoidraulico e diffusi a ridosso dell’appuntamento de La Termo dedicato all’energia da biomasse, che si terrà il 17 Maggio dalle 9 alle 17 alla Camera di Commercio di Bergamo.

L’iniziativa, organizzata da Senaf, prevede complessivamente un ciclo di 6 convegni verticali in cui saranno approfonditi i temi più importanti per la filiera impiantistica. Ciascun tema troverà poi corrispondenza in un focus di Termoidraulica Clima, la mostra professionale della climatizzazione, riscaldamento, idronica e rinnovabili, che si terrà a Padova dall’11 al 13 aprile 2013. Presenti all’appuntamento bergamasco i rappresentanti delle più importanti associazioni di settore tra cui Aiel –Associazione Italiana Energie Agroforestali-, CTI –Comitato Termotecnico Italiano-, AGIRE -Agenzia per la gestione intelligente delle risorse energetiche-, ANFUS –Associazione Nazionale Fumisti e Spazzacamini-, ENEA –Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile-, FIPER –Federazione Italiana Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili- e altri professionisti. Obiettivo dell’incontro è dare vita a un momento di scambio e formazione altamente specializzato e dinamico incentrato su sistemi e componenti per impianti termici a pellet, cippato e altre biomasse legnose, fornitura biomasse, con particolare riferimento alla  gestione del combustibile e alla normativa per una corretta progettazione e installazione degli impianti a biomassa da 30 a 300 kw.

Tornando alla ricerca, da un punto di vista delle dimensioni si evince come il campione sia formato, nella maggioranza dei casi, da realtà di piccole dimensioni (il 73% impiega al massimo 9 dipendenti e 15,4% fino a 49), che nel 2011 hanno visto il proprio fatturato consolidarsi o crescere fino al 30% rispetto al 2010 (56%), anche se una quota importante degli intervistati (44%) ha registrato performance di segno opposto.

Un comparto, dunque, che sicuramente si è dovuto confrontare con il particolare momento dell’economia, ma che complessivamente dimostra un atteggiamento positivo per il futuro. Confermano quest’ipotesi i dati relativi alle previsioni per il prossimo semestre con il 61,65% delle aziende che stima di migliorare o comunque di conservare i risultati realizzati nello stesso periodo del 2011, e un più modesto 38,32% che invece si attesta su posizioni di segno opposto. Tali aspettative si ripercuotono anche sul fronte occupazionale: una quota altissima di aziende (79%), crede infatti di poter mantenere o addirittura aumentare il numero degli addetti, e solo il 21% reputa che sarà necessario ricorrere a tagli del personale.

In questo contesto, gli interventi relativi a impianti a energie rinnovabili o ad alta efficienza energetica rappresentano sicuramente un aspetto determinante per il fatturato delle imprese intervistate. Lo confermano i dati raccolti da Senaf: per il 59% del campione infatti queste particolari tecnologie sono responsabili fino al 20% degli introiti, una percentuale minore, ma sicuramente significativa (33,4%), indica un impatto fino al 70%, e per quasi l’8% del campione gli interventi nell’ambito delle eco energie determinano oltre il 71% dei guadagni.

Sul fronte delle diverse tecnologie installate, dalla ricerca emerge come le caldaie a condensazione siano state gli articoli più richiesti (59,9%), seguite dagli impianti solari-termici (57,8%), dalle pompe di calore, (41,5%), dai sistemi di refrigerazione e condizionamento a risparmio energetico (18,7%), termoregolazione e contabilizzazione (18,6%), dagli impianti a biomasse (17,2%), dai dispositivi che sfruttano la geotermia (8,9%) e dai sistemi VMC. Una classifica che mette in evidenza come, per alcune tecnologie il potenziale di crescita sia ancora estremamente elevato. E’ questo il caso degli impianti a biomasse, una tecnologia altamente performante, ma forse meno conosciuta rispetto ad altre, non solo dal singolo utente finale, ma anche dai cosiddetti decisori professionali pubblici e privati. Ecco perché proprio a questa particolare tecnologia verrà dedicata un’intera giornata nell’ambito de La Termo. Tra gli aspetti affrontati ci saranno anche quelli normativi, che secondo i dati della ricerca sarebbero da completare e chiarire (79,4% del campione), e quelli relativi alla sicurezza antincendio, con particolare riferimento al peso, nella fase di progettazione e installazione di un impianto a biomasse, rivestito dallo stoccaggio e trasferimento del combustibile legnoso.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende