Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » La green revolution di Monte Vibiano:

La green revolution di Monte Vibiano

febbraio 1, 2010 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Courtesy of 360green.itL’ente certificatore svedese Dnv – uno dei piu’ prestigiosi enti di verifica al mondo – consegnera’ il 5 febbraio all’azienda Monte Vibiano il certificato #00001-2009, con il quale si dichiara che le emissioni di gas serra del produttore perugino di olio e vini di qualità sono al di sotto dello zero -prima impresa in Italia, nel settore agricolo, ad aver raggiunto questo ambizioso obiettivo.

Lorenzo Fasola Bologna, trentanovenne gestore dell’azienda agricola, vince cosi’ la sfida che aveva lanciato l’11 ottobre 2008 dando il via alla ”Rivoluzione Verde a 360 gradi’‘, un’iniziativa ecologica con la quale aveva cambiato radicalmente la propria azienda con l’obiettivo di essere il primo in Italia – e uno dei primi al mondo – a raggiungere le zero emissioni entro la fine del 2009.

Con la ‘360 Green Revolution‘, spiega Fasola Bologna, Monte Vibiano non aveva lasciato nulla di intentato: pannelli solari di ultima generazione installati sui tetti degli edifici (forniti da Green Utility, azienda leader nella produzione di energie rinnovabili), trattori a biodiesel, veicoli elettrici, fertilizzanti organici, centinaia di ettari di boschi, razionalizzazione dei trasporti aziendali, razionalizzazione dei consumi ecologici negli uffici (dimezzando il numero di server da 4 a 2, spegnendo i più energivori e meno performanti) e persino una stazione di ricarica elettrica, un vero gioiello del fotovoltaico che serve per ricaricare i veicoli elettrici senza mai emettere gas nocivi.

Dnv ha seguito Monte Vibiano nel suo viaggio verso l’eco-sostenibilita, garantendo che avvenisse secondo lo standard internazionale ISO 14064 , una normativa tecnica che fa da supporto alle aziende che intendano abbattere i propri gas ad effetto serra. ”Raggiungere un tale traguardo – ha commentato Lorenzo Fasola Bologna – ha richiesto un notevole impegno, ma non abbiamo mai preso in considerazione alternative o scorciatoie. Per rispettare la meravigliosa natura della zona e’ necessario uno sforzo considerevole, ma i prodotti migliori nascono dalla terra e dall’ambiente trattati con le cure migliori”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

novembre 23, 2017

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

Energia e rifiuti: è questo il fulcro delle contestazioni secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora in maniera puntuale la situazione delle opposizioni contro opere di “pubblica utilità” e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto. Presentata il 21 novembre a Roma, la nuova edizione dell’Osservatorio [...]

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

novembre 23, 2017

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2.000 miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito ieri il primo EcoForum per [...]

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

novembre 23, 2017

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

L’organismo di certificazione italiano CCPB, in merito al nuovo Regolamento Europeo sul Biologico – a cui ieri la Commissione Agricoltura del Parlamento UE ha dato approvazione definitiva – ha comunicato di condividere la posizione critica di EOCC (The European Organic Certifiers Council), associazione che raggruppa i principali organismi di certificazione europei. Secondo EOCC i punti critici [...]

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende