Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » Ingeteam: R&D e raddoppio dell’organico:

Ingeteam: R&D e raddoppio dell’organico

luglio 14, 2011 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Tre nuove divisioni in Emilia-Romagna, la creazione di un laboratorio di R&D e un piano di recruiting che porterà quasi al raddoppio dell’organico. È la strategia di crescita di Ingeteam Italia, azienda con sede a Castel Bolognese e ramo italiano della multinazionale spagnola operatrice nell’ industria delle energie rinnovabili.

Il piano di crescita è stato annunciato ieri mattina nel corso di una conferenza stampa durante la quale l’azienda ha presentato  i successi dell’ultimo bilancio: un fatturato di 82 milioni, ricavi per 17 milioni di euro e 530 Megawatt installati nel 2010.

Presente in Italia solo dal 2008, Ingeteam ha inizialmente concentrato la propria attività sulla commercializzazione di inverter fotovoltaici, mercato in cui detiene oggi una quota di oltre il 10%. Un risultato reso possibile dalla qualità dei prodotti, divenuti lo “standard di settore” e scelti per la realizzazione di alcune tra le più grandi centrali fotovoltaiche d’Italia, prima tra tutte quella inaugurata a fine 2010 in provincia di Rovigo: il più grande impianto d’Europa e il quarto nel mondo, che con 70 MW installati e 88,5 GWh/anno prodotti, è in grado di fornire energia a oltre 20.000 famiglie.

Dopo aver lanciato a inizio 2011 un progetto dedicato alla mobilità sostenibile (colonnine di ricarica rapida per autoveicoli elettrici, dal design innovativo studiato per non impattare sul paesaggio urbano), la Ingeteam Italia mira ora a crescere ulteriormente. Nel secondo semestre 2011 l’azienda introdurrà in Italia tre nuovi rami di business: trazione ferroviaria, impianti a biomasse e impianti a solare termodinamico. A dicembre 2011 sono inoltre previsti l’ampliamento della sede italiana e l’inaugurazione di un laboratorio di R&D, che porterà “a sistema” il dialogo intrapreso con l ‘Università di Bologna e lavorerà sull’elettronica di potenza – in particolare applicata al settore eolico e fotovoltaico, alla realizzazione di reti di distribuzione elettrica intelligente “Smart Grid” e agli impianti di generazione elettrica isolata “Stand alone” – a stretto contatto con la divisione ricerca della casa madre in Spagna.

La ricerca è infatti parte fondamentale nella strategia della holding, che sull’innovazione ha puntato la propria idea di business: il 37% delle risorse umane della divisione “Energy” (circa 400 persone nell’intero gruppo) sono impiegate nel reparto R&D e l’azienda reinveste ogni anno in ricerca e sviluppo circa il 6% del fatturato (la media italiana è inferiore al 2% equella europea oscilla tra il 3 e il 5% – fonte dati Commissione UE/ Rapporto sullo sviluppo e la competitività).

Per lo sviluppo delle nuove divisioni è previsto quasi il raddoppio dell’organico (più di 20 profili) entro i primi mesi del 2012: si cercano ricercatori e manager della greeneconomy, che vogliano entrare a far parte di un’azienda dinamica e in crescita, che si distingue per un’età media di 31 anni e una presenza femminile del 50%.

“L’Emilia-Romagna è da sempre una fucina di eccellenze nel settore delle produzioni hitech e possiede una filiera della Green Economy tra le più grandi d’Italia”, spiega Stefano Domenicali, Direttore generale e Vicepresidente di Ingeteam Italia. “Questo territorio sembra avere una propensione naturale ad accogliere aziende innovative. Oggi l’Italia vive un momento decisivo per il nostro settore: il no al nucleare sancito dal referendum apre nuove opportunità e impone alle istituzioni e al mercato di ragionare su una rinnovata politica energetica per il nostro Paese, che dia un ruolo chiave alle rinnovabili. Il nostro comparto – continua il manager, appena nominato nel direttivo di Assosolare – in pochi anni ha saputo superare la dimensione di nicchia e ora si candida a fare da traino della ripresa, perché crea occupazione, combatte gli sprechi e risponde ai nuovi parametri della crescita sostenibile. Per l’Italia questo significa rilanciare i propri punti di forza e iniziare a guardare con fiducia verso un futuro in cui il sistema Rinnovabili, Efficienza energetica, Smart grid possa dispiegarsi in tutta la sua potenza, così come sta avvenendo in altri paesi europei”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende