Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » Ingeteam: R&D e raddoppio dell’organico:

Ingeteam: R&D e raddoppio dell’organico

luglio 14, 2011 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Tre nuove divisioni in Emilia-Romagna, la creazione di un laboratorio di R&D e un piano di recruiting che porterà quasi al raddoppio dell’organico. È la strategia di crescita di Ingeteam Italia, azienda con sede a Castel Bolognese e ramo italiano della multinazionale spagnola operatrice nell’ industria delle energie rinnovabili.

Il piano di crescita è stato annunciato ieri mattina nel corso di una conferenza stampa durante la quale l’azienda ha presentato  i successi dell’ultimo bilancio: un fatturato di 82 milioni, ricavi per 17 milioni di euro e 530 Megawatt installati nel 2010.

Presente in Italia solo dal 2008, Ingeteam ha inizialmente concentrato la propria attività sulla commercializzazione di inverter fotovoltaici, mercato in cui detiene oggi una quota di oltre il 10%. Un risultato reso possibile dalla qualità dei prodotti, divenuti lo “standard di settore” e scelti per la realizzazione di alcune tra le più grandi centrali fotovoltaiche d’Italia, prima tra tutte quella inaugurata a fine 2010 in provincia di Rovigo: il più grande impianto d’Europa e il quarto nel mondo, che con 70 MW installati e 88,5 GWh/anno prodotti, è in grado di fornire energia a oltre 20.000 famiglie.

Dopo aver lanciato a inizio 2011 un progetto dedicato alla mobilità sostenibile (colonnine di ricarica rapida per autoveicoli elettrici, dal design innovativo studiato per non impattare sul paesaggio urbano), la Ingeteam Italia mira ora a crescere ulteriormente. Nel secondo semestre 2011 l’azienda introdurrà in Italia tre nuovi rami di business: trazione ferroviaria, impianti a biomasse e impianti a solare termodinamico. A dicembre 2011 sono inoltre previsti l’ampliamento della sede italiana e l’inaugurazione di un laboratorio di R&D, che porterà “a sistema” il dialogo intrapreso con l ‘Università di Bologna e lavorerà sull’elettronica di potenza – in particolare applicata al settore eolico e fotovoltaico, alla realizzazione di reti di distribuzione elettrica intelligente “Smart Grid” e agli impianti di generazione elettrica isolata “Stand alone” – a stretto contatto con la divisione ricerca della casa madre in Spagna.

La ricerca è infatti parte fondamentale nella strategia della holding, che sull’innovazione ha puntato la propria idea di business: il 37% delle risorse umane della divisione “Energy” (circa 400 persone nell’intero gruppo) sono impiegate nel reparto R&D e l’azienda reinveste ogni anno in ricerca e sviluppo circa il 6% del fatturato (la media italiana è inferiore al 2% equella europea oscilla tra il 3 e il 5% – fonte dati Commissione UE/ Rapporto sullo sviluppo e la competitività).

Per lo sviluppo delle nuove divisioni è previsto quasi il raddoppio dell’organico (più di 20 profili) entro i primi mesi del 2012: si cercano ricercatori e manager della greeneconomy, che vogliano entrare a far parte di un’azienda dinamica e in crescita, che si distingue per un’età media di 31 anni e una presenza femminile del 50%.

“L’Emilia-Romagna è da sempre una fucina di eccellenze nel settore delle produzioni hitech e possiede una filiera della Green Economy tra le più grandi d’Italia”, spiega Stefano Domenicali, Direttore generale e Vicepresidente di Ingeteam Italia. “Questo territorio sembra avere una propensione naturale ad accogliere aziende innovative. Oggi l’Italia vive un momento decisivo per il nostro settore: il no al nucleare sancito dal referendum apre nuove opportunità e impone alle istituzioni e al mercato di ragionare su una rinnovata politica energetica per il nostro Paese, che dia un ruolo chiave alle rinnovabili. Il nostro comparto – continua il manager, appena nominato nel direttivo di Assosolare – in pochi anni ha saputo superare la dimensione di nicchia e ora si candida a fare da traino della ripresa, perché crea occupazione, combatte gli sprechi e risponde ai nuovi parametri della crescita sostenibile. Per l’Italia questo significa rilanciare i propri punti di forza e iniziare a guardare con fiducia verso un futuro in cui il sistema Rinnovabili, Efficienza energetica, Smart grid possa dispiegarsi in tutta la sua potenza, così come sta avvenendo in altri paesi europei”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende