Home » Comunicati Stampa » La sostenibilità di Simply Sma protagonista a “Dal Dire al Fare”:

La sostenibilità di Simply Sma protagonista a “Dal Dire al Fare”

settembre 28, 2010 Comunicati Stampa

Simply marketLa nota catena della grande distribuzione partecipa in Bocconi all’evento “Dal Dire al Fare” presentando la propria case history di azienda del retail attenta alle tematiche socio-ambientali.

Simply Sma è impegnata già da diversi anni nella promozione di una cultura sostenibile, attraverso l’informazione e la formazione di collaboratori responsabili, la sensibilizzazione della clientela alle tematiche della solidarietà e dell’ambiente e la promozione di progetti di solidarietà concreti che siano utili alla comunità in cui operano i punti vendita.

Per presentare la propria case history di azienda del retail attenta alle tematiche sociali e ambientali, martedì 28 e mercoledì 29 settembre Simply Sma partecipa all’evento presso l’Università Bocconi “Dal Dire al Fare: il Salone della Responsabilità Sociale d’Impresa”, la più importante manifestazione organizzata in Italia su questo tema riconosciuta da CSR Europe come l’unico MarketPlace italiano.

In occasione dell’evento, mercoledì 29 settembre alle 12 Simply Sma interviene alla tavola rotonda “Nuovi traguardi nel retail: come coniugare sostenibilità e commercio” (Aula Seminari 4), moderata da Angelo Russo, Docente di Economia e Gestione delle Imprese dell’Università Bocconi.

Alla tavola rotonda intervengono, oltre a Carlo Delmenico, Direttore RSI e Relazioni Esterne Simply Sma, i rappresentanti di alcune associazioni partner: Giuliana Malaguti, Responsabile Programma Siticibo della Fondazione Banco Alimentare; Cristina Brandi, Responsabile Partnership e Grandi Donazioni della Fondazione Telethon, Andrea Poggio, Vice Direttore Generale di Legambiente.

All’interno del percorso espositivo sarà inoltre presente un pannello che descrive la RSI di Simply Sma. L’azienda avrà anche a disposizione un Temporary Stand per gli incontri con gli stakeholder mercoledì 29 dalle 9 alle 11 e un’area permanente di degustazione dei prodotti a marchio Sma presso la Sala Stampa.

“Essere responsabile socialmente per Simply Sma significa rendere compatibili tre driver strategici: sociale, ambientale ed economico. Questo si traduce in progetti concreti, che consentono all’azienda di ricoprire un ruolo socialmente attivo.” – spiega Carlo Delmenico, Direttore RSI e Relazioni Esterne Simply Sma – “L’obiettivo dei prossimi anni è di sviluppare nuove attività che coinvolgano anche gli altri attori della filiera, per promuovere uno stile di vita più sostenibile e creare una cultura del settore che diventi motore di cambiamento nei comportamenti della società.”

L’impegno verso l’ambiente si è concretizzato a dicembre del 2008 con l’apertura del primo Simply green a Botticino, un progetto ad elevata sostenibilità dove confluiscono molteplici aspetti di eco-attenzione: dai consumi energetici ridotti al ricorso a forme di energia rinnovabile, dal riciclo dei materiali e dei rifiuti all’offerta di prodotti ecologicamente attenti, dall’impegno concreto nel sociale ai progetti di valorizzazione del territorio. In questi ultimi anni sono stati aperti altri i punti vendita eco-attenti a Milano, a Roma, in Sicilia, nelle Marche e in Sardegna. Inoltre, alcune soluzioni tecniche innovative per il risparmio energetico e il riciclo di materiali stanno progressivamente diventando patrimonio genetico dell’intera rete di vendita, che giorno dopo giorno aumenta la propria dimensione sostenibile.

Una vocazione sostenibile, quella di Simply Sma, che porta risultati concreti: 6 milioni di kg di CO2 non emessi nell’atmosfera, 2 milioni di bottiglie di plastica riutilizzate, 2,3 milioni di Kwh/anno risparmiati e  7,7 milioni di euro devoluti a Telethon dal 2002. Inoltre, i clienti acquistano prodotti sfusi nel pieno rispetto dell’ambiente (1,2 tonnellate al mese), le associazioni caritative beneficiano del recupero delle eccedenze alimentari (78 tonnellate nel 2009), i giovani approfondiscono le tematiche sostenibili dei sette punti vendita eco-attenti (313 studenti formati).

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende