Home » Comunicati Stampa » Mobilità urbana sostenibile a Motecheco 2011:

Mobilità urbana sostenibile a Motecheco 2011

maggio 12, 2011 Comunicati Stampa

Con il proprio progetto di sviluppo e diffusione su larga scala di veicoli elettrici a zero emissioni, Renault partecipa alla quarta edizione di MoTechEco, il salone della mobilità sostenibile, promosso da Roma Capitale, che si svolge dall’11 al 13 maggio presso l’Aranciera di San Sisto sede dell’Assessorato all’Ambiente di Roma Capitale. Un’occasione di confronto e dibattito sui cambiamenti in atto nella mobilità dal punto di vista tecnologico, infrastrutturale e politico in un’ottica di maggior rispetto per l’ambiente.

Al centro dell’attenzione dei convegni di MoTechEco, in particolar modo, la mobilità elettrica, ritenuta la soluzione più ecologica in virtù delle sue zero emissioni. Una soluzione, quella della mobilità elettrica, che vede Renault protagonista dello scenario automobilistico, con una gamma completa di veicoli totalmente elettrici in arrivo sul mercato a partire dalla fine del 2011 (la furgonetta commerciale Kangoo Z.E., la berlina familiare Fluence Z.E., il veicolo urbano Twizy e la berlina compatta Zoe), in grado di incontrare le diverse esigenze della mobilità urbana, sia privata che professionale, dando un contributo concreto alla sostenibilità dei trasporti individuali.

Quello su cui Renault si sta impegnando è un nuovo paradigma di mobilità urbana sostenibile: rendere l’auto elettrica una soluzione disponibile, conveniente ed allettante per il più ampio numero possibile di automobilisti. Un concetto di auto elettrica, destinata a una larga diffusione sul mercato. In questa prospettiva, Renault proporrà i veicoli elettrici a prezzi accessibili e introdurrà innovative formule di noleggio della batteria.

A MoTechEco 2011, Renault propone per gli ospiti dell’evento e per il pubblico un esclusivo test-drive di Kangoo Z.E., la furgonetta commerciale in arrivo sul mercato in autunno, equipaggiata con una motorizzazione elettrica da 44 kW, che eroga una coppia di 226 Nm e dotata di una batteria agli ioni di litio di ultima generazione per un’autonomia media di 160 km. Derivato dal Renault Kangoo Express, già disponibile in versione termica, di cui presenta i riconosciuti standard di confort, abitabilità e sicurezza, Renault Kangoo Z.E. è il veicolo commerciale elettrico funzionale ed accessibile, simbolo di un trasporto merci in ambito urbano eco-compatibile.

“Il trasporto merci e più in generale ogni forma di mobilità – dichiara Andrea Baracco, Direttore Comunicazione e Public Affairs di Renault Italia – è oggi all’attenzione di tutte le maggiori città europee che stanno maturando piani di crescita sempre più consapevoli ed attenti alle dimensioni ambientali, piani nei quali l’auto elettrica riveste un ruolo importante. L’interesse che Roma Capitale sta manifestando per lo sviluppo della mobilità elettrica è un segnale molto importante per Renault che sta collaborando in tutto il mondo con governi, amministrazioni locali, società energetiche ed operatori della mobilità per mettere in atto piani locali per la diffusione dell’auto elettrica. Un passo per fare di Roma la Capitale delle zero emissioni”.

Con più di 90 partnership sottoscritte nel mondo per promuovere la mobilità elettrica, Renault si inserisce nel panorama automobilistico con un approccio “sistemico”. Anche in Italia, Renault è impegnata nella collaborazione con le principali amministrazioni comunali e compagnie elettriche, nella prospettiva di realizzare progetti congiunti per la mobilità a zero emissioni, promuovere i veicoli elettrici e sviluppare le idonee infrastrutture. In tale ambito, rientrano gli accordi da Renault con i due principali operatori energetici in Italia, Enel e A2A, e il progetto pilota in corso nelle città di Milano e Brescia. Protagonista del progetto pilota denominato E-MOVING, una flotta di 60 veicoli Renault Z.E. (Kangoo Z.E. e Fluence Z.E.), sperimentata in questi mesi da società pubbliche (ad es. il Comune di Milano e il Comune di Brescia), aziende private (ad es. grandi multinazionali leader dei rispettivi settori, come Henkel, TNT, Sodexo,,,,), e persone fisiche, in vista della loro prossima commercializzazione e diffusione su più ampia scala.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende