Home » Comunicati Stampa » Paratissima 5.2: share the road and go green!:

Paratissima 5.2: share the road and go green!

novembre 4, 2009 Comunicati Stampa

Green ActionParatissima è un avvenimento all’avanguardia anche per quel che riguarda la difesa e la tutela dell’ambiente. Mai nessun evento d’arte prima si era preoccupato di gestire l’intera organizzazione e allestimento seguendo criteri “verdi”, e rivolgendo particolare attenzione alle risorse naturali. Paratissima 5.2 l’ha fatto, in collaborazione con B+, BeLCA studio e GiustiEventi, operando direttamente con azioni di sostenibilità ambientale, e lavorando insieme agli artisti, per far sì che prima, durante e dopo l’evento, il Para pensiero diventasse sempre più “green”.

Per una volta, chi predica bene, razzola bene!
Non abbiamo solo detto agli artisti di “fare”, ma innanzitutto abbiamo fatto. Paratissima 5.2 quest’anno è parte attiva nella salvaguardia dell’ambiente. Grazie ad una fortunata collaborazione avviata con GamEdit, la prima litografia a basso impatto ambientale, 20.000 mappe, 200 locandine e 7.000  volantini sono stati stampati con procedimento Eco-Offset. Questo è un procedimento di stampa che utilizza impianti alimentati da energia rinnovabile in cui si privilegiano carte riciclate e/o certificate, in cui si scelgono inchiostri e solventi meno inquinanti. Viene inoltre introdotta una politica di riduzione degli sprechi e degli scarti. Gli imballi tradizionali sono sostituiti con quelli riciclati e la consegna è effettuata con mezzi ecologici. Troverete il marchio Eco-Offset su tutti i Para materiali stampati.

Para Green vuol dire anche azione diretta, e precisamente un’azione di “compensazione forestale” per “rimediare” al dispendio di risorse naturali, per quanto contenute, messe in opera dall’evento di Paratissima 2009.  Questa azione è costituita dalla  piantumazione di specie arboree, arbustive ed officinali da realizzarsi  in località Corte – Badu ‘e Orane (NU) presso l’azienda agricola “Massajos”. L’intervento prevede la messa a dimora di specie adattate all’ecosistema locale quali corbezzolo, quercia da sughero, leccio, mirto, olivastro, rosmarino ed altre officinali aromatiche. Questo tipo di intervento non solo è mirato alla compensazione parziale dell’inquinamento prodotto dall’attività di organizzazione e realizzazione dell’evento, ma si inserisce in un quadro di sensibilità ecologica e sociale più ampio, scegliendo per questo di sostenere gli sforzi di un’azienda biologica ad indirizzo orticolo che propone l’attività di fattoria didattica e commercializza il proprio prodotto verso la popolazione locale tramite filiera corta.

Il nostro “green thinking” abbiamo voluto rivolgerlo, inoltre, cominciando proprio dai protagonisti assoluti, gli artisti. Sono state pubblicate sul sito www.paratissima.it alcune “green actions”: consigli/raccomandazioni agli artisti per gestire al meglio la propria partecipazione all’evento in maniera sostenbile. Eccole brevemente:

-    mobilità: è stata richiesta per quanto possibile la condivisione di mezzi per raggiungere le sedi espositive, o la scelta preferenziale di mezzi pubblici e “naturali” come la bicicletta.
-    gestione dei rifiuti: è stata promossa la collaborazione tra artista e esercizio/location espositiva per la gestione corretta della raccolta differenziata. Inoltre, è stato caldamente consigliato il consumo di acqua del rubinetto o delle fontane, al posto di quella imbottigliata: sana, pulita, gratuita, senza generare rifiuti di plastica!
-    energia elettrica: per garantire un utilizzo più efficiente dell’energia elettrica anche l’allestimento delle opere è stato passato al vaglio, prediligendo faretti a led o lampadine fluorescenti, ed evitando che la luce non venisse dispersa nell’ambiente, ma diretta attentamente sull’obiettivo desiderato.

Infine, a dimostrazione di quanto l’eco-compatitbilità possa entrare a far parte di tutti gli aspetti della vita quotidiana, è stato organizzata una performance artistica per la celebrazione del ventennale della caduta del muro di Berlino, in collaborazione con GiustiEventi.
RE-USE, RE-CYCLE, REWALL, questo il titolo della performance, è  la realizzazione e abbattimento di un MAUER artistico. Ogni artista di Paratissima 5.2 contribuirà alla performance, portando una scatola di cartone riciclato personalizzata “ad arte”, concorrendo così ad un riciclo artistico dell’imballaggio. Con queste scatole verrà realizzato un muro lungo circa 30 metri, e alto 2 in piazza Madama Cristina, cuore di San Salvario. Al termine della manifestazione, sarà un rappresentante delle istituzioni cittadine  a staccare la prima “scatolartistica”, iniziando così l’abbattimento del muro, ad imitazione di quanto accadde a Berlino nel 1989. Dal quel momento, ogni abitante del quartiere, ogni partecipante alla mostra, ogni persona che desidera avere un pezzo di Paratissima 5.2, avrà la possibilità di portarsi a casa un “elemento” della parete. Durante la serata il muro verrà completamente abbattuto, a dimostrazione della possibilità di eliminare le barriere che ci separano dalla più attiva partecipazione alla salvaguardia dell’ambiente.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende