Home » Comunicati Stampa » Un abito “green” per i Gelati Nestlé:

Un abito “green” per i Gelati Nestlé

luglio 27, 2010 Comunicati Stampa

Courtesy of NestlèLe confezioni multipack dei gelati Nestlé quest’anno sono ancora più sostenibili: le innovazioni introdotte, infatti, hanno consentito di evitare l’emissione di 123 tonnellate di CO2, quantità che viene assorbita in un anno da una superficie di bosco pari a 38 ettari, ovvero equivalente a 53 campi di calcio.

In particolare, il peso delle confezioni multipack del Mottarello e del Maxibon è stato ridotto del 7% rispetto al 2009 con un risparmio di circa 20 tonnellate di cartoncino, mentre la nuova confezione multipack della Coppa del Nonno consente di evitare ogni anno l’emissione di 70 tonnellate di CO2, grazie alla riduzione delle sue dimensioni e alla conseguente ottimizzazione degli spazi durante il trasporto.

“Siamo particolarmente orgogliosi dei risultati raggiunti nello sviluppo del packaging per i nostri gelati – afferma Roberto Zugni, Innovation, Renovation e Manufacturing manager Nestlé Italiana – e il nostro impegno continua incessantemente anche nelle altre categorie di prodotto: nel 2009, infatti, siamo riusciti complessivamente ad evitare l’utilizzo di 171 tonnellate di materiali per l’imballaggio”.

In Nestlé ogni giorno un team di persone è dedicato allo studio di formati e materiali che consentano di ridurre l’impatto ambientale degli imballaggi utilizzati, senza per questo compromettere le funzioni essenziali per le quali un pack nasce: proteggere, salvaguardare e garantire la qualità dei prodotti e consegnarli integri al consumatore.

“L’impegno nell’ambito del packaging ben si inserisce tra le attività promosse dal Gruppo per la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile, in linea con la filosofia di Creazione di Valore Condiviso che guida le nostre persone in Italia e nel mondo afferma Manuela Kron, Direttore Corporate Affairs Gruppo Nestlé in ItaliaCreare valore condiviso significa per noi creare valore a lungo termine non solo per l’azienda, ma anche per le comunità nelle quali operiamo”.

L’impegno di Nestlé Italiana riguarda non solo l’alleggerimento del peso, la riduzione del volume degli imballaggi e l’ottimizzazione della logistica, ma anche la selezione dei materiali impiegati, così da scegliere quelli con ridotto impatto ambientale, riciclati o facilmente e correttamente riciclabili con i sistemi di raccolta differenziata in uso nel nostro Paese. L’azienda, inoltre, lavora costantemente al miglioramento delle etichette dei propri prodotti per fornire ai consumatori indicazioni chiare su come smaltire i pack e partecipa a diverse iniziative volte a sensibilizzare le persone ai temi legati al corretto riciclo e al recupero di energia dagli imballaggi.

Nestlé adotta, in Italia come nel resto del mondo, il metodo del “Ciclo di vita del Prodotto“, un sistema di analisi che coinvolge l’intero processo di vita dei prodotti in modo da usare, in tutti gli stadi del ciclo, le risorse naturali in modo efficace, favorire l’uso di risorse rinnovabili gestite in modo sostenibile e puntare ad arrivare a “zero scarti“.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende