Home » Eventi »Recensioni » Contaminati da Artissima 2010:

Contaminati da Artissima 2010

novembre 8, 2010 Eventi, Recensioni

Artissima 2010, Courtesy of Giulia NovajraPasseggiando tra i corridoi di Artissima, la Fiera Internazionale di Arte Contemporanea tenutasi all’Oval di Torino dal 5 al 7 di novembre, salta all’occhio che il tema dell’ambiente, pur non essendo il fulcro della fiera, si è ormai indiscutibilmente insinuato nel modus operandi degli artisti attraverso il riciclo e il riuso dei materiali.

Giunta alla sua 17esima edizione, Artissima pone come filo conduttore del proprio calendario una commistione di linguaggi e registri che vede coinvolte discipline creative come l’architettura, il design, la letteratura, il cinema e la danza, con una dichiarata ispirazione alla Poesia in forma di rosa pasolinana, dove le opere liriche prendevano in prestito forme e stilemi del copione cinematografico.

Allo stesso modo, in ogni angolo, oggetti destinati, nel migliore dei casi, alla raccolta differenziata riprendono vita sottoforma di sculture, tele e installazioni, in una metamorfosi concettuale che ha bisogno di lunghi sottotitoli.

Massima espressione dell’ambizioso obiettivo proposto dal neo-direttore della fiera, Francesco Manacorda, è la Casa delle Contaminazioni: un progetto del collettivo berlinese Raumlabor-Berlin che vede la realizzazione di un prototipo a grandezza naturale di un centro culturale in cui diverse discipline possano parlarsi ed intersecarsi. Il termine “contaminazione”, prima di divenire espressione di interdisciplinarità, rimanda tuttavia a scenari ben più tristi in cui gli scarti industriali alterano gli ecosistemi e lo sfruttamento incondizionato delle risorse e l’uso di tecnologie irrispettose dell’ambiente condizionano il futuro del nostro pianeta. Casa delle contaminazioni

Coerentemente con quest’accezione, la Casa delle Contaminazioni si presenta come un castello del futuro, una roccaforte di rifiuti compatti generati da una civiltà pressoché estinta. Qui, plastica, carta tessuto e legno generano corridoi, stanze, tende arredati con vecchi frigoriferi lavatrici porte e tapparelle pronte per la discarica e l’edificio lascia allo spettatore la possibilità di fruire liberamente delle diverse prospettive spaziali e tematiche offerte dal percorso.

Per il Raumlabor, dunque, l’interdisciplinarità e la contaminazione costituiscono le chiavi per una nuova forma di progettazione urbana, in cui l’interazione tra esperti di diversi campi rappresenta l’unica possibilità per un’analisi critica del nostro modello sociale. Un’utopia in scala 1:1 che sicuramentestimola la riflessione.

Giulia Novajra

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ecomondo 2019 apre nel segno del “Green New Deal”

novembre 5, 2019

Ecomondo 2019 apre nel segno del “Green New Deal”

Perché si realizzi davvero un Green New Deal serve cambiare marcia, in tutto il mondo. Sarà questo il messaggio diffuso alla Fiera di Rimini, dove Italian Exhibition Group, dal 5 all’8 novembre, organizza Ecomondo 2019 la grande piattaforma fieristica dedicata alla circular economy, affiancata da Key Energy il salone delle energie rinnovabili, dal biennale Sal.Ve. salone [...]

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende