Home » Eventi » Cosmoprof 2015, dai prodotti naturali e biologici le migliori cure per la persona:

Cosmoprof 2015, dai prodotti naturali e biologici le migliori cure per la persona

marzo 23, 2015 Eventi

La vanità è naturale, come la bellezza. Ed entrambe sono di scena al Cosmoprof di Bologna (dal 19 al 23 marzo 2015), salone internazionale della cosmesi. Questa 48° edizione, organizzata da BolognaFiere in collaborazione con Cosmetica Italia, registra tutte cifre di crescita. Quasi 2.500 espositori, con il settore profumeria e cosmesi in testa (+10,90% rispetto al 2014), i marchi “green” con un +10% di espositori, le presenze dell’industria dell’imballaggio che crescono del 5,80%, i settori capelli e arredi del 5,78% e il comparto nail con un +3,70%.

Materie prime naturali, spesso di origine biologica, e packaging sostenibili sono i temi portanti del padiglione 21. Qui l’attitudine ecologica si sposa spesso con quella etica, per cui i prodotti certificano spesso di non essere testati su animali. Crescono i preparati e trattamenti che recuperano tradizioni e rimedi di latitudini lontane, o che guardano ai consumatori di Paesi arabi ed orientali, come prodotti a base di olio di argan, dalle numerose proprietà benefiche, o dimostrazioni live di massaggi e presentazioni dell’hammam. Tutte soluzioni declinate ormai anche per l’universo maschile.

Seconda edizione quest’anno per il concorso “The wall eco-beauty” sui prodotti più innovativi per la tutela dell’ambiente. Diversi i profili premiati dalla giuria, dalla formulazione del prodotto al packaging alle tecnologie impiegate. Gala Cosmetici vince nella categoria ‪”skincare”‬ grazie a BB Green, un cosmetico ‪‎biologico ‬certificato Natrue che non impiega sostanze chimiche e sintetiche, ma solo profumi naturali.

Tra i prodotti novità di quest’anno, una crema idratante per capelli, Helichrysium di Angel en Provence, con ingredienti all’89% biologici certificati e una formula priva di Sodium lauryl sulfate, Laureth sulfate, olio minerale, olio di paraffina o vaselina, glicole propilenico. L’etichetta vanta inoltre che non sono stati fatti test sugli animali. Sempre nel comparto hair, Farouk Systems, azienda di prodotti professionali, rinnova la linea Biosilk puntando su estratti naturali come seta, olio di maracuja, proteine del riso, rooibos, quinoa e bambù, per donare alle chiome effetti volumizzanti, lucidanti, idratanti e di protezione. E’ a base di black seed oil, un olio idratante ricco di acidi grassi essenziali e antiossidanti, la cura di bellezza per capelli presentata da Kardashian Beauty. In uso fin dagli Egizi, pare che l’olio fosse apprezzato perfino dalla regina Cleopatra.

Be.One Italy presenta un sistema di colorazione dei capelli con estratti biologici della frutta e proteine del frumento e della soia, miscelate in acqua termale. Senza ammoniaca, ppd, resorcina e siliconi, rispetta il cuoio capelluto e la fibra capillare. A base di aloe vera, invece, i coloranti per capelli di Montalto Natura.

E se i prodotti per capelli parlano di erbe, proteine e vitamine, recuperano le virtù di madre terra anche creme per il corpo e per il viso, come la linea Oro Olea di Miss Sandy, espositore greco, con 17 unguenti, idratanti e balsami a base di olio di oliva, per i benefici in termine di difese dell’epidermide. Olio di oliva, papaya fermentata e aloe vera sono invece la ricetta iper-lenitiva e antiossidante del balsamo per labbra dell’inglese Dr. Pawpaw. Vitamine C ed E, arnica e cetriolo cancellano rughe e imperfezioni nel correttore Perfect touch dell’americana Sorme cosmetics, con effetti nutritivi e rigeneranti.

La casa francese Beautanicae (nella lingua d’Oltralpe è un gioco di parole, con “bello” e “botanica”) dedica alle donne in gravidanza e alle neo- mamme un prodotto bio per viso e corpo, composto da piante ed erbe medicinali. La crema normalizzante Regulating Cream con ossido di zinco è ideale per la pelle leggermente impura e che tende ad ingrassarsi delle donne in gravidanza e aiuta a regolarizzare la produzione di sebo. Olii naturali, omega e piante curative per un balsamo corpo anti-smagliature. Dalla tradizione saponiera francese, i Body Butters di La Cigale, privi di conservanti e coloranti, sono saponi prodotti al 100% con oli naturali, adatti a tutti i tipi di pelle e completamente biodegradabili.

E’ peruviano invece Amaranth Concentré, presentato come “perfetta fusione tra scienza e natura”. Un siero e una crema per la pelle, con funzioni rivitalizzanti e antiossidanti, a base di “olio di semi di amaranto, grano millenario delle Ande, Omega 3, 6, 7, 9 e tocotrienoli“. Senza parabeni, formaldeide, coloranti artificiali, glutine, derivati del petrolio (peg, ppg ecc.) ftalati. E’ infine a base di olio di mandorla e olio essenziale, in diverse varianti di profanazione, l’olio per massaggi Sunsera Aromatherapy della britannica Gold 22.

Nell’area Cosmopack factory, dedicata a riprodurre dal vivo il processo industriale dei cosmetici, quest’anno i riflettori erano puntati sul mascara, dopo aver mostrato nelle passate edizioni come nasca un rossetto, o come si sia sviluppata la cipria. Questo “alleato dello sguardo” è oggi uno dei prodotti più apprezzati di un pugno di aziende italiane leader nel mondo. Dagli “antenati” del mascara (panetti di polvere di carbone e vasellina, da spalmare con spazzoline inumidite) alle formulazioni attuali, ne è corsa di strada. Riprodotte sotto gli occhi dei visitatori della fiera tutte le fasi di lavorazione di uno speciale “curling mascara” privo di parabeni, oftalmologicamente testato, confezionato in un flacone in polipropilene. Il mascara curvante Cosmopack “sarà prodotto con emissioni ridotte di CO2 – rende noto l’ufficio stampa della manifestazione – e con un processo produttivo che otterrà la certificazione GMP 22716“, relativa alle pratiche di buona fabbricazione dei cosmetici, come da standard UNI EN ISO 22716.

Cristina Gentile

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende