Home » Eventi » Earth Day 2010: concerti e iniziative in difesa dell’ambiente:

Earth Day 2010: concerti e iniziative in difesa dell’ambiente

aprile 21, 2010 Eventi

earthday, Courtesy of WordPress.comÈ partito il conto alla rovescia per i festeggiamenti dell’Earth Day 2010. Da Pechino a San Paolo, passando per Calcutta, Roma e New York, 175 paesi sono pronti a salutare per la 40esima volta la Giornata della Terra con centinaia di “azioni verdi” che si snoderanno nella giornata di domani.

La manifestazione, celebrata a livello internazionale dal 22 aprile 1970, si pone come scopo quello di sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Nato come movimento universitario, nel tempo l’Earth Day è divenuto un avvenimento educativo ed informativo. Per i gruppi ecologisti è l’occasione per fare il punto sulle problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili.

Un calendario, quello coordinato dall’Earth Day Network , che mira dunque a sensibilizzare i cittadini coinvolgendoli in una serie di azioni ecosostenibili: qualcuno pianterà un albero, altri si impegneranno a risparmiare sui consumi o a pagare le bollette on line e avanti così. Il risultato è che il contatore nel sito della manifestazione registra già 31 milioni di promesse sottoscritte, e si prevede che questa cifra aumenti ancora nelle prossime 24 ore.

A proposito di promesse, è di ieri l’annuncio dell’Università di Phoenix, negli USA, di una partnership con l’Earth Day Network per “offrire un futuro più verde ai giovani americani”. Sono state individuate 10 scuole in tutto il Paese in cui saranno installati pannelli solari, che permetteranno di risparmiare  il 33 per cento di energia e 32 per cento di acqua, consentendo  l’assunzione di due insegnanti in più a tempo pieno. Un buon esempio che meriterebbe di essere preso in considerazione anche in Italia.

Domani sarà invece la musica ad accompagnare la manifestazione in ogni parte del mondo. A partire dal National Mall di Washington, il viale monumentale che nel 1963 vide Marthin Luther King pronunciare il famoso discorso “I have a dream”. Questa volta le parole saranno a favore della conservazione dell’ambiente e della sostenibilità delle politiche di sviluppo: a pronunciarle personaggi divenuti ultimamente simbolo della difesa delle risorse naturali come il regista James Cameron, trionfatore al botteghino con “Avatar” e il leader dei diritti civili Jesse Jackson, mentre sul palco si alterneranno musicisti come Sting, John Legend, The Roots, Jimmy Cliff, Passion Pit e Joss Stone.

Ma veniamo a casa nostra: dalle 19 alle 24 Roma si prepara ad accogliere sul palco, allestito per l’occasione a Circo Massimo, artisti come Pino Daniele e i Morcheeba. Per combattere le emissioni di CO2 prodotte dal concerto verranno ripiantati nuovi alberi nell’area verde del Parco dell’Aguzzano e tutelate foreste in Madagascar. L’Ama (l’azienda di raccolta dei rifiuti capitolina) allestirà intorno un villaggio dove i ragazzi potranno imparare a dividere i rifiuti e ricevere magliette in cambio di bicchieri e bottiglie utilizzate durante l’evento. Chiuderà i battenti il dj Claudio Coccoluto e una sessione di video art.

Musica sì, ma non solo: anche la stampa periodica si adegua e partecipa attivamente alla Giornata della Terra. Lo fa ad esempio il settimanale Topolino che da oggi è disponibile nelle edicole con un numero a impatto zero, grazie all’adesione al progetto di LifeGate. Si è calcolato infatti che la produzione di ogni copia del magazine Disney, dal lavoro in redazione, alla stampa, al trasporto genera emissioni pari a circa 52 mila kg di anidride carbonica. Green nella forma dunque, ma anche nei contenuti: a partire dalla copertina, che vede Eta Beta e Topolino sul palco del “Congresso Straordinario sull’Ambiente”, fino alla storia a fumetti in tre atti dal titolo “Topolino e il mondo di Tutor”, viaggio che avrà come protagonisti Mickey Mouse e il suo amico venuto dal futuro.

Viene invece dall’Australia, l’iniziativa del comune di Manly, vicino a Sidney, dove in alcuni caffé convenzionati gli abitanti che si porteranno la propria tazza da casa avranno un sconto. Il motivo? Ostacolare l’utilizzo di bicchieri usa e getta, 750 mila stimati in un anno nella sola cittadina, mentre in tutta l’Australia toccano quota mezzo miliardo, cioé 951 al minuto.

Valentina Massenti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

aprile 19, 2017

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

Il Ministero dell’Economia e dell’Energia della Germania ha scelto l’italiana Acea Pinerolese con il suo Polo ecologico di trattamento del rifiuto organico da raccolta differenziata come modello di best practice tra i progetti di energie rinnovabili di tutto l’Arco Alpino. Il rapporto analizza tutte le realtà dei Paesi che si affacciano sull’arco alpino che hanno [...]

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

aprile 19, 2017

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

Saranno le “destinazioni”, ossia gli esercizi commerciali che offrono prodotti e servizi (palestre, cinema, teatri, negozi ecc.) a pagare con sempre maggiore frequenza il costo dell’auto in car sharing? Ne è convinta Share’ngo, il primo operatore italiano di car sharing elettrico, che dopo le prime esperienze con Carrefour Express e Carrefour Market a Milano, renderà [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende