Home » Eventi »Idee » Esci a fare la spesa? Porta la Sporta!:

Esci a fare la spesa? Porta la Sporta!

aprile 16, 2010 Eventi, Idee

Courtesy of autodifesalimentare“Perché usare per pochi minuti un oggetto che può durare anche cento anni?”

Questa la domanda alla base della campagna promossa dall’Associazione Comuni Virtuosi, insieme a Wwf, Fai, Adiconsum e Italia Nostra, Porta la Sporta: una campagna, leggiamo sul sito internet, “totalmente propositiva che vuole dimostrare come sia facile modificare stili di vita errati semplicemente diventandone completamente coscienti e attuando semplici accorgimenti per poterli prevenire.”

Di che si tratta ce lo spiega Silvia Ricci, responsabile della comunicazione e sostenitrice, in prima persona, dell’iniziativa: “l’Associazione dei Comuni Virtuosi ha voluto prendere in considerazione l’annoso problema dell’uso, o meglio dell’abuso, della busta di plastica che è l’oggetto che più abbonda nelle nostre case (provate a contarle…), che riveste e trasporta ogni nostro acquisto, ha voluto attirare l’attenzione sul fatto che un comune sacchetto usato per pochi minuti può creare inquinamento per decine di anni. Spesso ci viene dato gratuitamente ma il costo è nascosto in un pesante pedaggio che tutti paghiamo; in un inutile spreco di risorse energetiche non rinnovabili (deriva dal petrolio) ma soprattutto in termini di danno ambientale”.

Ciò che questa campagna, che culminerà nella settimana nazionale Porta la Sporta dal 17 al 24 aprile, vuole ottenere non è la demonizzazione di un oggetto, il sacchetto della spesa per l’appunto, quanto una diversa presa di coscienza da parte dei consumatori della possibilità di utilizzare borse e altri contenitori alternativi, handmade o riciclati, per trasportare ciò che acquistano. Per questo motivo Porta la Sporta si è ispirata e si affianca a molteplici iniziative internazionali che associazioni di diversa composizione, su base volontaria, stanno attivando in ogni parte del mondo – ad esempio il movimento Plastic Bags Free Town in Inghilterra o l’americano Reusable bags, sito internet che insegna come confezionare borse per la spesa e da cui è stata mutuata l’idea del conta-sacchetti utilizzati nel mondo (che campeggia e si aggiorna costantemente nell’homepage del sito).

“Un centinaio sono i comuni ad aver aderito, molti gli enti, le aziende e i supermercati che si sono impegnati nella promozione delle sporte ecologiche, ma la vera sorpresa sono stati i singoli cittadini, che sposando in prima persona la causa hanno contribuito alla diffusione dell’iniziativa nel proprio quartiere, nei propri negozi di fiducia e tra gli amici e i parenti. L’Associazione crede molto nella forza di persuasione che può venire dal comportamento virtuoso dell’individuo, solo cominciando ad agire e spiegando agli altri quali sono i benefici effetti di questo comportamento sull’ambiente circostante e sulla vita di tutti i giorni si ottengono i risultati migliori e più duraturi. Con le proibizioni o i bandi si ottiene poco. Ciò che vogliamo è realizzare un vero e proprio progetto di educazione ambientale, non imporre un’ideologia”, precisa Silvia Ricci.

Consapevoli che i “cambiamenti reali partono “dal basso”, da ognuno di noi” gli ideatori del dettagliatissimo sito internet della campagna invitano tutti, nella sezione appositamente dedicata, a entrare in azione: organizzando eventi di quartiere, stampando volantini, informando esercenti, cittadini, scuole e raccogliendo adesioni.

E non finisce qui, per chi ha voglia di cimentarsi con la macchina da cucire o con ago e filo, al grido di “portare la borsa è sempre IN mentre portare il sacchetto è inesorabilmente OUT”, basta seguire le istruzioni dei tutorial che troviamo in rete e che insegnano come creare una sporta personalizzata riciclando vecchie stoffe o rimodernando borse cadute nel dimenticatoio. Per essere eco e fashion sempre, anche al mercato.

Elena Marcon

Greenews.info, media partner dell’iniziativa Porta la Sporta, dedicherà, questa settimana, numerosi articoli al tema della plastica e del suo riutilizzo, per sensibilizzare i propri lettori e contribuire a creare una maggiore consapevolezza del problema.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende