Home » Eventi »Idee » Esci a fare la spesa? Porta la Sporta!:

Esci a fare la spesa? Porta la Sporta!

aprile 16, 2010 Eventi, Idee

Courtesy of autodifesalimentare“Perché usare per pochi minuti un oggetto che può durare anche cento anni?”

Questa la domanda alla base della campagna promossa dall’Associazione Comuni Virtuosi, insieme a Wwf, Fai, Adiconsum e Italia Nostra, Porta la Sporta: una campagna, leggiamo sul sito internet, “totalmente propositiva che vuole dimostrare come sia facile modificare stili di vita errati semplicemente diventandone completamente coscienti e attuando semplici accorgimenti per poterli prevenire.”

Di che si tratta ce lo spiega Silvia Ricci, responsabile della comunicazione e sostenitrice, in prima persona, dell’iniziativa: “l’Associazione dei Comuni Virtuosi ha voluto prendere in considerazione l’annoso problema dell’uso, o meglio dell’abuso, della busta di plastica che è l’oggetto che più abbonda nelle nostre case (provate a contarle…), che riveste e trasporta ogni nostro acquisto, ha voluto attirare l’attenzione sul fatto che un comune sacchetto usato per pochi minuti può creare inquinamento per decine di anni. Spesso ci viene dato gratuitamente ma il costo è nascosto in un pesante pedaggio che tutti paghiamo; in un inutile spreco di risorse energetiche non rinnovabili (deriva dal petrolio) ma soprattutto in termini di danno ambientale”.

Ciò che questa campagna, che culminerà nella settimana nazionale Porta la Sporta dal 17 al 24 aprile, vuole ottenere non è la demonizzazione di un oggetto, il sacchetto della spesa per l’appunto, quanto una diversa presa di coscienza da parte dei consumatori della possibilità di utilizzare borse e altri contenitori alternativi, handmade o riciclati, per trasportare ciò che acquistano. Per questo motivo Porta la Sporta si è ispirata e si affianca a molteplici iniziative internazionali che associazioni di diversa composizione, su base volontaria, stanno attivando in ogni parte del mondo – ad esempio il movimento Plastic Bags Free Town in Inghilterra o l’americano Reusable bags, sito internet che insegna come confezionare borse per la spesa e da cui è stata mutuata l’idea del conta-sacchetti utilizzati nel mondo (che campeggia e si aggiorna costantemente nell’homepage del sito).

“Un centinaio sono i comuni ad aver aderito, molti gli enti, le aziende e i supermercati che si sono impegnati nella promozione delle sporte ecologiche, ma la vera sorpresa sono stati i singoli cittadini, che sposando in prima persona la causa hanno contribuito alla diffusione dell’iniziativa nel proprio quartiere, nei propri negozi di fiducia e tra gli amici e i parenti. L’Associazione crede molto nella forza di persuasione che può venire dal comportamento virtuoso dell’individuo, solo cominciando ad agire e spiegando agli altri quali sono i benefici effetti di questo comportamento sull’ambiente circostante e sulla vita di tutti i giorni si ottengono i risultati migliori e più duraturi. Con le proibizioni o i bandi si ottiene poco. Ciò che vogliamo è realizzare un vero e proprio progetto di educazione ambientale, non imporre un’ideologia”, precisa Silvia Ricci.

Consapevoli che i “cambiamenti reali partono “dal basso”, da ognuno di noi” gli ideatori del dettagliatissimo sito internet della campagna invitano tutti, nella sezione appositamente dedicata, a entrare in azione: organizzando eventi di quartiere, stampando volantini, informando esercenti, cittadini, scuole e raccogliendo adesioni.

E non finisce qui, per chi ha voglia di cimentarsi con la macchina da cucire o con ago e filo, al grido di “portare la borsa è sempre IN mentre portare il sacchetto è inesorabilmente OUT”, basta seguire le istruzioni dei tutorial che troviamo in rete e che insegnano come creare una sporta personalizzata riciclando vecchie stoffe o rimodernando borse cadute nel dimenticatoio. Per essere eco e fashion sempre, anche al mercato.

Elena Marcon

Greenews.info, media partner dell’iniziativa Porta la Sporta, dedicherà, questa settimana, numerosi articoli al tema della plastica e del suo riutilizzo, per sensibilizzare i propri lettori e contribuire a creare una maggiore consapevolezza del problema.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende