Home » Eventi » La svolta dei cosmetici bio al Cosmoprof 2010:

La svolta dei cosmetici bio al Cosmoprof 2010

aprile 19, 2010 Eventi

Cosmoprof Bologna 2010, Courtesy of Cosmoworld.comIl padiglione 25 di Cosmoprof 2010, la fiera del settore cosmetico di Bologna che chiude oggi, ha una particolarità significativa: qui si svolge Green-volution, l’iniziativa ideata per capire in cosa consista l’approccio “bio” alla cosmesi e come questo sia percepito dall’industria e dai consumatori.

In quest’area si trovano gli stand degli operatori della cosmesi naturale e biologica, le aziende produttrici, le associazioni, gli enti certificatori e la stampa di settore. Al centro, uno spazio sinuoso delimita l’area conferenze: 50 pouf bianchi, una panchina di legno su una striscia di prato in erba sintetica accolgono partecipanti e relatori. Qui, da venerdì 16 aprile, si è tenuta una serie di incontri intitolata “I consumatori sono pronti per un approccio green?”, con approfondimenti sulla certificazione dei prodotti, sulle specificità di alcune aziende leader e sugli sviluppi nel campo del packaging.

Quanto alle certificazioni, fino a poco tempo fa non esisteva un criterio unico. Ma dal settembre 2009 è entrato in vigore Cosmos (standard europeo dei cosmetici organici), approvato dai maggiori enti certificatori europei. Cosmos rappresenta 1.400 aziende, 24.000 prodotti e 40 paesi e prevede due livelli di certificazione: uno per il prodotto biologico e uno per quello naturale. Perché un cosmetico sia bio, deve essere realizzato utilizzando almeno il 95% di ingredienti agricoli biologici e conservandone almeno il 20% sul peso totale del prodotto finito.

“Se abbiamo prove scientifiche per cui sappiamo che alcuni ingredienti, tecnologie o processi sono dannosi per l’ambiente, ne vietiamo l’uso”, afferma Riccardo Anouchinscky, responsabile relazioni internazionali di Icea (Istituto di Certificazione Etica e Ambientale). Lo standard Cosmos, ad esempio, incoraggia la chimica verde e non le nanotecnologie, vieta l’uso degli Ogm e i test sugli animali. Tutte le aziende che aderiscono a Cosmos, dovranno implementare questo standard entro la fine del 2014. Ma, girando per gli stand “verdi”, i bollini rilasciati dall’istituto non sono tanti e molti espositori non sanno neanche di che cosa si tratti.

Nei circa 90 stand del padiglione 25 – soprattutto in quelli stranieri – i prodotti sono spesso certificati secondo gli standard nazionali precedenti. La varietà dell’offerta è, comunque, notevole.

Accanto agli ormai classici cosmetici realizzati utilizzando ingredienti biologici trattati con procedimenti fisici o chimici, ci sono alcune novità.

Alo-evolution, ad esempio, è un antiodorante che ritarda la crescita dei peli e garantisce una copertura di 48 ore, a base di gymnema silvestre, allume di potassio, tè verde e aloe vera.

Nonislife è la linea di prodotti a base di noni, una pianta originaria del sud-est asiatico, che vanta numerose proprietà medicinali, anche se non ancora del tutto verificate dalla ricerca farmacologica. Sembra che il succo fementato di noni possa aiutare il funzionamento del sistema immunitario e favorire la produzione di melatonina e serotonina.

Infine, Aldo Coppola ha ideato una linea ecologica di apparecchiature e prodotti per acconciatori. Tra questi, Biodry, una macchina per asciugare i capelli con le mani, che potrebbe offuscare il primato del fon, dimezzando l’inquinamento acustico e riducendo i consumi di energia elettrica nei saloni di bellezza.

Come sostiene Horst M. Rechelbacher, visionary man del settore “green” di Cosmoprof: “Se sai che una cosa fa male e non fai niente, sei già dalla parte del torto”. I visionary men and women sono le novità dell’edizione 2010. Esperti dei diversi ambiti merceologici della cosmetica, sono una sorta di padrini e madrine della manifestazione. Fondatore di Aveda, Rechelbacher ha scelto di reinventarsi a quasi 70 anni, creando Intelligent Nutrients che crea prodotti biologici al 100%.

Mariella Li Bergoli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende